Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Locazione: contratto

del 30/06/2011
CHE COS'È?

Locazione contratto: definizione

Si definisce locazione il contratto con il quale una parte (locatore) si obbliga a fare utilizzare ad un altro soggetto (conduttore o locatario/a) una cosa per un dato tempo, in cambio di un determinato corrispettivo (codice civile articolo 1571).
Si possono distinguere differenti figure di locazione:

  • locazione di beni mobili (ed in particolare di beni mobili registrati);
  • locazione di beni immobili non urbani;
  • locazione di beni immobili urbani, che costituisce la figura di maggiore rilevanza e frequenza.

È inoltre possibile distinguere tra:



COME SI FA

Il contratto di locazione va redatto per iscritto.
Il contratto di locazione è soggetto al pagamento dell’Imposta di Registro; in caso di durata pluriennale, l’imposta va versata per ogni anno di durata del medesimo.
Unica eccezione: il contratto di locazione non è sottoposto a registrazione (ed al pagamento della relativa imposta) nel caso abbia durata inferiore a giorni 30 (esempio: locazione uso turistico).


CHI

Benché siano reperibili (ad es. attraverso Internet) dei modelli di contratto di locazione, specialmente ad uso abitativo, si consiglia comunque l’assistenza di un legale, soprattutto in caso di fattispecie “particolari” quali, ad esempio, locazioni ad uso transitorio, locazioni di immobili industriali.



FAQ

Qual è la durata del contratto di locazione?

Salvi i termini di durata stabiliti dalla legge in materia di locazioni di immobili urbani ad uso abitativo e commerciale, il codice civile, in linea generale, dispone che il contratto di locazione può essere a tempo determinato o senza determinazione di durata (in quest'ultimo caso ciascuna delle parti può recedere dal contratto in un qualsiasi momento, dandone disdetta con un congruo preavviso, codice civile articolo 1597). L'alienazione del bene locato, purché la locazione abbia data certa anteriore al trasferimento, non determina lo scioglimento del contratto (codice civile articolo 1599). 

Quali sono gli obblighi del locatore?

Il locatore ha l'obbligo di consegnare la cosa locata in buono stato di manutenzione e mantenerla "in stato da servire all'uso convenuto" (codice civile articolo 1575).

Quali sono gli obblighi del conduttore?

Il conduttore ha l'obbligo di servirsi della cosa locata secondo l'uso pattuito e con la diligenza del buon padre di famiglia, il che vuol dire con una diligenza media (codice civile articolo 1587). Salvo patto contrario, il conduttore ha la possibilità di sublocare il bene, ma non può cedere il contratto (codice civile articolo 1594). 
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

LOCAZIONE ABITATIVA: VOCI CORRELATE

Rapporti proprietario-inquilino: spese condominiali

di del 15/04/2016

La ripartizione delle spese condominiali è uno degli aspetti più importanti dei rapporti tra proprie..

Locazione: miglioramenti e addizioni

di Avv. Thomas Marchese del 08/01/2013

Gli articoli 1592 e 1593 c.c. disciplinano i miglioramenti e delle addizioni nell’ambito dei rapport..

Locazione ad uso abitativo

di del 31/03/2011

Si definisce ad uso abitativo la locazione di beni immobili destinati ad abitazione del soggetto con..

Locazione: sublocazione

di del 06/11/2017

La sublocazione è il contratto attraverso cui il conduttore della cosa locata attribuisce il suo god..

Locazione: disdetta

di Avv. Luca Amati del 02/02/2012

Il contratto di locazione può essere disdettato da entrambe le parti (locatore e locatario) nel risp..