Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Testamento segreto

del 13/03/2012
CHE COS'È?

Testamento segreto: definizione

In via generale e iniziale diremo come ex articolo 587 codice civile il testamento è un atto scritto, con il quale il testatore dispone delle proprie sostanze (le offre, le mette a disposizione, in effetti), sebbene non necessariamente di tutte, per un momento futuro, ed esattamente per quando lo stesso avrà cessato di vivere.
E’ bene chiarire subito come il testamento non è un atto obbligatorio: la successione ereditaria, che si apre al momento della morte, può infatti essere interamente disciplinata dalle norme che la legge comunque predispone ai sensi del libro secondo del codice civile; di converso, se vi è testamento, le disposizioni in esso contenute non possono violare le norme predisposte ex lege, ad esempio escludendo soggetti che la legge invece indica come persone alle quali la legge riserva comunque una quota di eredità (cosiddetti legittimari, ex articoli 536 e seguenti codice civile). Diremo dunque, in via di definizione generale, come ex articolo 457 codice civile, l’eredità possa essere devoluta nel nostro ordinamento solo per legge o per testamento.
Il testamento è sempre revocabile e/o modificabile.
Ai sensi degli articoli 601 e seguenti codice civile, il testamento può essere redatto in forma ordinaria o in forma speciale (vedi sotto voce COME SI FA). 

COME SI FA
Il testamento è un atto giuridico e dunque soggiace alle norme generali sui negozi giuridici, che chiedono il rispetto dei requisiti di liceità, di validità, di efficacia e di legittimità: in caso di testamento non conforme ai requisiti di legge, pertanto, lo stesso verrà considerato come non posto in essere (salvo tuttavia quanto disposto dall’articolo 590 codice civile, per alcune possibili forme di cosiddetta sanatoria del testamento nullo).
Non si dimentichi che la validità del testamento dipende anche dalla ricorrenza in capo al testatore della capacità giuridica e di agire per disporre delle proprie sostanze, per cui si veda sotto (vedi sotto voce CHI).
Nel testamento vi possono essere indicazioni di contenuto patrimoniale - che in effetti costituiscono il contenuto tipico del testamento - ma possono essere raccolte anche volontà del testatore di contenuto non patrimoniale, quali ad esempio le indicazioni sulle modalità in cui svolgere il funerale, il riconoscimento di un figlio naturale, la decisione di pubblicare o meno dei propri scritti, eccetera.
Nel nostro ordinamento sono previste due diverse forme di costituire testamento: la forma ordinaria e la forma speciale.
All’interno della forma ordinaria, si distinguono tre tipologie di testamento: quello olografo, quello per atto di notaio pubblico e quello per atto di notaio segreto. Va altresì detto che l’adesione dell’Italia alla Convenzione di Washington del 29.10.1973 ha introdotto una ulteriore forma di testamento possibile, il cosiddetto testamento internazionale.
Qualsiasi forma si scelga, il testamento, se rispetta i requisiti di legge quale atto negoziale, produce comunque effetto.
Nel caso in esame, il testamento segreto (detto anche misto o mistico), può essere scritto dal testatore o da un terzo, ma il testatore deve sottoscriverlo in ogni sua pagina ovvero dare conto al notaio, in sede di consegna, dei motivi che gli impediscono di sottoscriverlo.
Il testamento segreto, che va inserito in un contenitore sigillato (cosiddetto involto) ha il pregio della non trafugabilità e non potrà essere smarrito, ma sconta il rischio della difficoltà interpretativa una volta apertasi la successione oltre al rischio di invalidità per mancanza dei requisiti di legge.
Il sigillo che chiude il testamento ovvero l’involto deve essere idoneo a non essere aperto senza provocarne la rottura, dunque costituito da materiali quale la ceralacca ovvero il piombo, su cui possa essere possibile lasciare altresì un’impronta visibile, seppure non necessariamente personale.
Il testamento segreto si compone di due elementi: il testamento chiuso e sigillato, a tutti gli effetti una scrittura privata che può essere redatto su qualsiasi tipo di carta, che come tale viene consegnato al notaio personalmente dal testatore (cosiddetta scheda testamentaria); oltre a ciò, vi è il verbale di ricevimento, atto pubblico notarile al quale dovranno applicarsi tutte le formalità proprie del testamento pubblico.
L’intera procedura afferente il testamento segreto dovrà essere assistita da almeno due testimoni e senza interruzioni, per evitare la sottrazione della scheda testamentaria ovvero la sua sostituzione.
Il testamento segreto deve essere pubblicato dal notaio, una volta apertasi al successione, per avere valore e spiegare i propri effetti, salvo motivi di invalidità intrinseci.

CHI
Secondo l’articolo 591 codice civile, possono disporre per testamento (qualunque sia la forma scelta) coloro che non sono stati dichiarati incapaci dalla legge.
Dunque non possono fare testamento i minorenni, gli interdetti per infermità di mente e quelli che si può provare fossero in uno stato di incapacità di intendere e di volere nel momento in cui fecero testamento. Chi non sa o non può leggere non può fare testamento segreto.

FAQ

E’ valido un testamento scritto sotto minaccia di un male ingiusto per sé o per i propri cari?

No, in quanto atto redatto avendo timore di un male attuale, dunque atto nullo per mancanza di volontà liberamente espressa. Va detto che in caso di testamento segreto, non è possibile sapere se quanto redatto in segreto, fosse frutto della libera volontà del testatore, o meno.

E’ valido un testamento orale, raccolto da testimoni?

Sì, ma a certe strettissime condizioni. Si tratta delle ipotesi di testamenti in forma speciale, quando cioè non sono possibili le forme ordinarie di testamento.

E’ valido il testamento del cieco, del muto, del sordo, del sordomuto, dell’analfabeta?

Sì, ma solo nella forme del testamento per atto di notaio ed osservando precise disposizioni speciali di legge.

E’ valido il testamento senza firma?

No, salvo che nel testamento per atto di notaio, ma solo se sono espressamente indicate le ragioni per le quali il testatore non è in grado di sottoscrivere il proprio testamento e/o il verbale di ricevimento, in caso di testamento segreto.

E’ valido il testamento segreto a cui manca qualche requisito suo proprio?

Potrà valere come testamento olografo, avendone i requisiti.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

SUCCESSIONI: VOCI CORRELATE

Eredità: legato

di Avv. Giuseppe Pellegrino del 15/03/2012

Si definisce legato la disposizione testamentaria a titolo particolare consistente nell’attribuzione..

Eredità: legato in sostituzione di legittima

di Redazione Professionisti del 29/09/2015

Quando si inizia a parlare di legato in sostituzione di legittima bisogna prima fare una premessa. I..

Eredità: riduzione delle disposizioni testamentarie

di del 01/07/2016

Il legittimario che per testamento non ha ricevuto nulla (cosiddetto legittimario pretermesso) o che..

Testamento olografo

di Avv. Camilla Zamparini del 08/03/2012

Il testamento olografo è trattato in modo specifico all'articolo 602 del codice civile italiano, seb..

Eredità: accettazione

di Avv. Giuseppe Pellegrino del 08/07/2016

L’accettazione eredità costituisce un modo di acquisto dell’eredità. La stessa è disciplinata nel li..