Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Testamento olografo

del 08/03/2012
CHE COS'È?

Testamento olografo: definizione

Il testamento olografo è trattato in modo specifico all'articolo 602 del codice civile italiano, sebbene anche l'articolo precedente lo introduca al lettore quale uno dei due testamenti che la legge definisce ordinari (l'altro è il testamento per atto di notaio, che può essere a sua volta testamento pubblico o segreto). 
"Olografia" è parola di origine greca, che significa unica grafia: il testamento olografo deve dunque essere scritto per intero con mano del testatore, ivi compresa la data e la sottoscrizione.

COME SI FA
La scrittura di pugno del testatore è obbligo determinante, al punto che un intervento con altra grafia può rendere nullo l'intero testamento. Si comprende dunque come non potrà essere valida la redazione del testamento olografo a mezzo di strumenti meccanici o elettronici, neppure se è possibile provare che è lo stesso testatore ad averli utilizzati. Unica eccezione parrebbe essere quella in cui il computer utilizzato riproduce la grafia dell'autore.
E' dibattuta in dottrina e anche in giurisprudenza la validità di un testamento olografo in cui la mano del testatore fosse condotta o anche solo tenuta ferma da altra persona.
E' possibile utilizzare ogni strumento idoneo a vergare l'oggetto su cui agisce, dunque non solo e necessariamente carta e inchiostro; diremo però che l'uso improprio di alcuni strumenti può incidere non tanto sulla validità del testamento quanto piuttosto sulla sanità mentale del testatore o quantomeno sulla serietà del volere come redatto.
Bisogna fare attenzione a utilizzare parole gergali, perchè potrebbero non essere ritenute valide; analoghe considerazioni valgano per l'utilizzo di segni geometrici, mappe, diagrammi (cosiddetti segni iconici), sebbene gli stessi potrebbero essere ritenuti validi se in un contesto che le chiarisce o che le renda indispensabili.
E' possibile usare il dialetto e anche le cosiddette lingue morte, purchè conosciute dall'autore.
Una particolare forma di testamento olografo è quella in forma di lettera, anche se presenta diverse complicazioni quanto alla sua interpretazione e dunque validità, in quanto spesso non è facile distinguere tra quanto desiderato dal testatore e quanto effettivamente espresso quale ultima volontà, nè è agevole interpretare le ultime volontà con contenuti di altra natura spesso presenti nella lettera.
La sottoscrizione deve portare nome e cognome, luogo e data in cui si firma. Negli ultimi anni si tende ad ammettere la firma per sigla ovvero comunque fatta, a patto che sia però possibile designare con certezza l'autore del testamento olografo.

CHI
Si ritiene che il cieco potrebbe essere escluso dalla categoria delle persone che possono rendere testamento olografo, mentre è naturalmente esclusa la possibilità che l'analfabeta possa utilizzare la forma testamentaria in commento.

FAQ

Qual è la validità di un testamento olografo senza data o con data incompleta? E con data erronea o falsa?

La ragion d’essere della datazione risiede nella possibilità di fissare un ordine temporale nel caso vi siano più testamenti, ovvero per valutare la capacità del testatore, ovvero per dirimere altre questioni legate al tempo in cui si è testato (3° comma articolo 602 codice civile). Pertanto, si distingue tra data mancante o incompleta, che porta la annullabilità assoluta del testamento, ovvero data erronea, cioè impossibile, che potrebbe incidere nella valutazione della capacità del testatore, ovvero data falsa, che rileva ex articolo 602 3° comma codice civile nei termini già indicati ovvero rileva qualora la falsità si traduca in contraffazione da parte di terzi, dunque difetto del requisito dell’olografia (cioè redatto da un’unica mano), dunque potenzialmente disconoscibile.

La presenza di errori di grammatica incide sulla validità del testamento olografo?

No, né per quanto riguarda le disposizioni né per la validità della sottoscrizione.

Il modulo compilato per l'autorizzazione alla cremazione può essere considerato un testamento olografo?

No, tale compilazione è (solo) un cosiddetto mandato post mortem, vale a dire una disposizione non patrimoniale rispetto ad uno specifico desiderio del testatore.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

SUCCESSIONI: VOCI CORRELATE

Eredità: quote spettanti agli eredi legittimi

di del 22/12/2015

Quando si è in presenza di successioni ereditarie, il patrimonio della persona defunta viene trasfer..

Eredità: determinazione della quota disponibile

di Avv. Paolo Fortina del 01/12/2011

Il concetto di quota disponibile, in riferimento alla successione con testamento, deve essere analiz..

Curatore dell’eredità giacente

di Avv. Vanda Cappelletti del 15/03/2012

Quando il defunto non ha eredi legittimi o necessari, non ha disposto dei suoi beni per testamento o..

Eredità: riduzione delle disposizioni testamentarie

di del 01/07/2016

Il legittimario che per testamento non ha ricevuto nulla (cosiddetto legittimario pretermesso) o che..

Eredità: indegnità a succedere

di Avv. Mario Fontana del 02/02/2012

L'indegnità a succedere è un istituto giuridico appositamente pensato dal legislatore per evitare ch..