CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Visto per familiare al seguito

Ordine degli Avvocati di Genova

Aggiornato al 23/05/2012

CHE COS'È

Ai sensi del decreto interministeriale del 17.07.2000 (pubblicato in G.U. n. 178 del 1 agosto 2000), il visto per familiare al seguito consente l'ingresso, ai fini di un soggiorno di lunga durata a tempo determinato o indeterminato, allo straniero che intenda fare ingresso in Italia al seguito di un familiare (che abbia a sua volta ottenuto un visto per altri motivi).

COME SI FA
Tale visto può essere concesso:

  1. allo straniero che desideri entrare in territorio italiano al seguito di un familiare residente in Italia, cittadino italiano o di un Paese dell'Unione europea, ovvero di Paese aderente all'Accordo sullo spazio economico europeo, può essere concesso un visto per "familiare al seguito", secondo quanto previsto dall'articolo 29 del Testo Unico n. 286/1998;
  2. allo straniero che intenda entrare in Italia al seguito di un familiare straniero, cittadino di Paesi diversi da quelli indicati nel punto 1), titolare di carta di soggiorno (Permesso di Soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo) o di visto per lavoro subordinato relativo a contratto non inferiore a un anno, o per lavoro autonomo non occasionale, ovvero per studio o per motivi religiosi.

Ai sensi dell’articolo 29 del Testo Unico, il visto per familiare al seguito può essere concesso ai medesimi familiari e alle medesime condizioni prescritte per il visto per ricongiungimento familiare.

Il discrimine tra i due visti è dato dalla contestualità o meno dell’ingresso nel territorio italiano dello straniero con il proprio familiare.

I familiari dello straniero che possono ottenere tale visto sono i seguenti:

  • coniuge non legalmente separato e di età non inferiore ai diciotto anni;
  • figli minori, anche del coniuge o nati fuori del matrimonio, non coniugati, a condizione che l'altro genitore, qualora esistente, abbia dato il suo consenso;
  • figli maggiorenni a carico, qualora per ragioni oggettive non possano provvedere alle proprie indispensabili esigenze di vita in ragione del loro stato di salute che comporti invalidità totale;
  • genitori a carico, qualora non abbiano altri figli nel Paese di origine o di provenienza, ovvero genitori ultrasessantacinquenni, qualora gli altri figli siano impossibilitati al loro sostentamento per documentati, gravi motivi di salute.

I requisiti richiesti per il rilascio di tale visto, sono:

  • il possesso di un alloggio conforme ai requisiti igienico-sanitari, nonché di idoneità abitativa, accertati dai competenti uffici comunali (nel caso di un figlio di età inferiore agli anni quattordici al seguito di uno dei genitori, è sufficiente il consenso del titolare dell'alloggio nel quale il minore dimorerà);
  • un reddito minimo annuo derivante da fonti lecite non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale aumentato della metà dell'importo dell'assegno sociale per ogni familiare da ricongiungere. Ai fini della determinazione del reddito si tiene conto anche del reddito annuo complessivo dei familiari conviventi con il richiedente.

CHI

Il visto per familiare al seguito viene apposto sul passaporto del beneficiario prima dell’ingresso sul territorio nazionale e va richiesto alla rappresentanza diplomatica competente.


Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Avvocati

Studio Legale Associato Lamarucciola - Gualano

Via Carloni, 10
22100 Como (CO)
Tel. 031301326 - Fax. 0313108098

studiolegale@lamarucciola-gualano.it - www.lamarucciola-gualano.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Separazione dei coniugi, Reati contro la famiglia, Reati contro la persona, Violazioni del codice della strada, Compravendita immobiliare, Condominio, Proprietà e diritti reali, Cessazione del rapporto di lavoro, Società cooperativa
Avvocati

Avv. Nanni Luca

Corte Isolani, 8
40125 Bologna (BO)
Tel. 051239901 - Fax. 0512319000

avv.nanniluca@libero.it

IN EVIDENZA
Persone incapaci, Matrimonio, Successioni, Contratti commerciali, Violazioni del codice della strada, Reati Edilizia e Urbanistica, Comunione, Condominio, Proprietà e diritti reali, Contratti flessibili di lavoro
Avvocati

Avvocato Filomena Sonia Bortolaso

via Bianchetti, 6
28100 Novara (NO)
Tel. 3457953750 - Fax. 03211593000

sonia.bortolaso@alice.it

CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Diritto di soggiorno
Aggiornato al 29/05/2012


Ricongiungimento Familiare
Aggiornato al 29/05/2012


Coesione Familiare
Aggiornato al 28/10/2011


Visto per affari
Aggiornato al 29/05/2012


Rinnovo del Permesso di Soggiorno
Aggiornato al 29/05/2012


Diritto all’unità familiare
Aggiornato al 31/03/2011


Visto nazionale
Aggiornato al 31/03/2011


[x] chiudi

Expatriate
Aggiornato al 31/03/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline