CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Equitalia


Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna
Studio Romoli Romana →

Argomento:

Esattoria

Aggiornato al 14/02/2012

CHE COS'È
Equitalia è la società per azioni a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle Entrate e 49% Inps) incaricata dell’esercizio dell’attività di riscossione nazionale dei tributi e contributi.
Dal 1° ottobre 2006, l’articolo 3 del decreto legge n. 203 /2005 convertito con modificazioni nella legge 248/2005 ha ricondotto l’attività di riscossione sotto l’ombrello pubblico, attribuendo le relative funzioni all’Agenzia delle Entrate che le esercita tramite Equitalia.
In precedenza tale compito era affidato in concessione a enti tra istituti bancari e privati.
La finalità istituzionale di Equitalia è garantire equità fiscale e sociale attraverso etica, trasparenza, cultura del servizio e dialogo, e realizzando così le condizioni per un miglioramento della riscossione spontanea.
Equitalia Spa è dotata di un modello di organizzazione, gestione e controllo coerente con le prescrizioni del decreto legislativo n. 231/2001 “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”, obiettivo è assicurare condizioni di correttezza e trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali.
L’attività di riscossione svolta da Equitalia può avvenire con riscossione non da ruolo (tipo la riscossione dell’Ici, la riscossione dei tributi e altre entrate versate a mezzo F23, la riscossione dei versamenti effettuati con compensazione mediante modello F24) o con riscossioni a mezzo ruolo (effettuata sulla base di notifica di una cartella di pagamento e può essere spontanea o coattiva).
Il contribuente può quindi trovarsi nelle seguenti opzioni:

  • riscossione a mezzo ruolo coattiva
  • riscossione a mezzo ruolo spontanea
  • accertamento esecutivo e cartelle di pagamento
  • avvisi e solleciti
  • annullamento del debito
  • sospensione della riscossione
  • rateazione
  • rimborsi
Rag. Romana Romoli
Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna
Studio Romoli Romana
COME SI FA
La riscossione a mezzo ruolo coattiva è l’azione di recupero forzoso di un credito della Pubblica Amministrazione, solitamente a seguito della notifica di una cartella di pagamento o di altri avvisi se il cittadino non paga nei termini l’agente della Riscossione e cioè Equitalia deve obbligatoriamente recuperare le somme iscritte a ruolo attivando le procedure di riscossione disciplinate dalla legge. Tali procedure consistono:
  • iscrizione di ipoteca sui beni immobili del debitore e dei suoi co-obbligati;
  • iscrizione fermo amministrativo sui beni mobili registrati (tipo autovetture);
  • effettuare ogni altra azione esecutiva , cautelare o conservativa che la legge attribuisce al creditore.
La  riscossione a mezzo ruolo spontanea si definisce spontanea in quanto è una iscrizione a ruolo non derivante da un precedente inadempimento, ma bensì da una richiesta del debitore o da una possibilità prevista dalla normativa, tipo il pagamento rateale della Tarsu. 

L‘accertamento esecutivo e cartelle di pagamento: l’accertamento esecutivo dell’Agenzia delle Entrate e l’avviso di addebito da parte dell’Inps contengono l’intimazione ad adempiere e costituisce titolo esecutivo per la riscossione decorsi 60 giorni dalla notifica. Trascorsi 30 giorni dalla scadenza del pagamento il recupero delle somme è affidato a Equitalia. Nella cartella di pagamento si trova la descrizione di quanto si deve pagare, la tipologia del tributo, chi è l’ente creditore e le modalità per effettuare il pagamento. 

Avvisi e solleciti: Equitalia prima di attivare le procedure per la riscossione coattiva delle somme non pagate invia al contribuente una serie di comunicazioni:
  • il sollecito viene solitamente spedito per posta semplice e per debiti di piccola entità;
  • l’avviso di intimazione viene inviato decorso un anno dalla notifica della cartella di pagamento, qualora il debito non sia ancora stato pagato. Decorsi 5 giorni dal ricevimento di questo avviso e in mancanza del pagamento l’Agente della Riscossione può attivare le procedure esecutive per la riscossione coattiva;
  • il preavviso di fermo amministrativo viene inviato al contribuente prima di eseguire l’iscrizione vera e propria, il debitore ha a questo punto ancora 20 giorni per mettersi in regola ed evitare la conclusione del processo del fermo;
  • comunicazione di iscrizione di ipoteca contenente l’avviso che se entro 30 giorni il contribuente non adempie al pagamento si procederà con l’iscrizione di ipoteca su beni immobili. 
Annullamento del debito se il contribuente ritiene che la richiesta contenuta nella cartella di pagamento o nell’avviso non sia dovuta deve rivolgersi all’ente creditore per ottenere lo sgravio e cioè il provvedimento che annulla in tutto o in parte l’ordine di riscuotere le somme iscritte a ruolo. Eventuali contestazioni dovranno essere effettuate mediante richiesta di autotutela o presentando ricorso all’autorità competente.

Sospensione della riscossione:  la richiesta di pagamento contenuta nella cartella o nell’avviso può essere sospesa in via amministrava e/o giudiziale . Può essere richiesta direttamente a Equitalia nel caso in cui il contribuente abbia già pagato prima della formazione del ruolo o si sia ottenuta la sospensione amministrativa e giudiziale e l’ente competente non ne abbia dato in tempo utile comunicazione a Equitalia.

Rateazione: l’Agente della Riscossione su richiesta del contribuente può concedere la dilazione del pagamento delle somme iscritte a ruolo fino ad un massimo di 72 rate mensili nelle ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà.

Rimborsi: il rimborso spetta al contribuente quando ha versato somme in più rispetto a quanto dovuto all’ente creditore oppure se ha ottenuto lo sgravio successivamente al pagamento, rimborso da eccedenza di pagamento o rimborso da eccedenza di sgravio.
CHI
Per seguire le procedure sopra riportate ci si può avvalere del proprio commercialista regolarmente iscritto all’ordine di appartenenza.
FAQ

Come faccio a ottenere il rimborso delle somme versate in eccesso?

Se sono eccedenze di pagamento l’agente della riscossione provvede a notificare comunicazione di rimborso per importi superiori a 50 euro, se entro tre mesi il contribuente non ritira le somme oggetto di rimborso dovrà poi successivamente rivolgersi al’ente creditore; nel caso di rimborso per eccedenza da sgravio solitamente l’agente della riscossione procede al rimborso tramite bonifico bancario o invito a ritirare il rimborso allo sportello.

Cosa è la richiesta di autotutela?

Nel caso di ricevimento di cartella di pagamento o di avviso da parte dell’agenzia delle entrate e/o Iinps se il cittadino ritiene che dette pretese siano errate può presentare istanza di autotutela direttamente all’ente creditore, possibilmente entro la scadenza del pagamento. L’ufficio dopo le verifiche se riscontra che il contribuente ha ragione adotta un provvedimento di sgravio parziale o totale comunicandone il provvedimento a Equitalia che provvederà a sospendere le azioni eventualmente intraprese.

Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..
Registrati e Fai una domanda




Uomo
Donna
(non verrà pubblicato)

(scegli dall'elenco)



* Con l'inserimento dei tuoi dati dichiari di aver letto ed accettato le condizioni d'uso del sito ed il trattamento dei dati da parte di Professionisti s.r.l.
se vuoi accettare i consensi separatamente

Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di Professionisti s.r.l.
come specificato all' art 3b
Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di società terze anche relative ad indagini di mercato su prodotti e servizi operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, finanziario, assicurativo, automobilistico, dei servizi e ad organizzazioni umanitarie e benefiche come specificato all' art 3c

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Commercialisti

Studio Romoli Romana

Via Garavaglia, 8
40129 Bologna (BO)
Tel. 0516334740 - Fax. 0514200857

romanaromoli@studioromoli.com - www.studioromoli.com

IN EVIDENZA
Compravendita immobiliare, Contributi e Previdenza, Bilancio, Dichiarazioni dei redditi, Società in nome collettivo, Società in accomandita semplice, Società a responsabilità limitata, Revisione, Operazioni straordinarie, Accertamenti fiscali
Commercialisti

Dott. Claudio Cosimo

via Ugo Palermo, 6
80128 Napoli (NA)
Tel. 0815780137 - Fax. 0810103493

claudiocosimo@claudiocosimo.it - www.claudiocosimo.it

IN EVIDENZA
Uffici, Esattoria, Difesa del contribuente, Accertamenti fiscali, Contenzioso tributario
Consulenti di direzione

Dott. Zanoletti Paolo

via Zuretti, 75
20125 Milano (MI)
Tel. 3356549933

paolo.zanoletti@fastwebnet.it

IN EVIDENZA
Finanza d'impresa
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Cartelle esattoriali
Aggiornato al 24/02/2012


Rateizzazioni cartelle esattoriali
Aggiornato al 30/01/2012


Agenzia di riscossione
Aggiornato al 31/03/2011


[x] chiudi

Cartelle di pagamento
Aggiornato al 31/03/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline