Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Rateizzazioni cartelle esattoriali

del 30/01/2012
CHE COS'È?

Rateizzazioni cartelle esattoriali: definizione

A seguito delle difficoltà economiche che negli ultimi anni il nostro paese sta vivendo, uno dei problemi che maggiormente attanaglia il contribuente italiano è quello di non riuscire a fare fronte al pagamento del debito erariale, sia nella fase dell’autoliquidazione delle imposte e dei tributi, sia nella fase successiva quando il debito erariale non versato viene iscritto a ruolo.
Ci occuperemo del caso delle somme iscritte a ruolo; infatti in questa fase il debito erariale risulta certo ed esigibile.
La riscossione è affidata a un apposito ente denominato Equitalia.
Equitalia, attraverso gli strumenti di cui è dotata, procede alla riscossione, anche coattiva, delle somme a debito iscritte a ruolo. Alcuni di questi strumenti risultano essere particolarmente invasivi nei confronti del contribuente moroso, si pensi al pignoramento immobiliare, pignoramento presso terzi, sequestro di beni mobili registrati, eccetera.
Al contribuente moroso che si trovi in una situazione di obiettiva difficoltà economica è concessa la facoltà di presentare richiesta di rateizzazione dell’intero debito iscritto a ruolo e che alla data di presentazione della istanza, tale debito risulti scaduto, cioè devono essere trascorsi 60 giorni dalla data di notifica della cartella. Possono essere oggetto di richiesta di rateizzazione tutti i debiti scaduti sorti nei confronti del fisco, dell’Inps o di altri Enti locali.
L’agente della riscossione, entro 120 giorni dalla presentazione della richiesta, verifica il requisito dell’obiettiva difficoltà economica e concede la rateizzazione, la quale sarà modulata in base agli importi a debito e alla tipologia del contribuente. Possono essere concesse rateizzazioni sino a un massimo di 72 rate mensili (6 anni) e l’importo minimo della rata non potrà essere inferiore ad euro 100.
Dal momento della presentazione della richiesta, l’agente della riscossione sospende tutte le attività di riscossione coatta del debito scaduto.
L’agente della riscossione proporrà al contribuente un piano di ammortamento del debito comprensivo degli interessi per la dilazione e degli aggi della riscossione.
La rateizzazione si intenderà accettata da parte del contribuente al momento del pagamento della prima rata. Il beneficio della rateizzazione decade quando non viene pagata la prima rata o successivamente quando non risultano essere versate due rate anche non consecutive.
Il contribuente che ha già in corso una rateizzazione del debito delle cartelle di pagamento può, in presenza di nuove cartelle di pagamento, richiedere con le stesse modalità una seconda rateizzazione.
È inoltre ammessa la possibilità di richiedere, ma solo per una volta, una proroga della rateizzazione in corso quando si sia verificato un peggioramento della propria situazione economica e finanziaria

Dott. Luigi Lanotte
Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Lodi
Studio Oggioni & Partners

COME SI FA
La richiesta di rateizzazione va rivolta all’agente delle riscossione competente per territorio che ha emesso la cartella di pagamento, mediante appositi moduli disponibili presso l’agente della riscossione. La richiesta può essere presentata direttamente agli sportelli o inviata per raccomandata.
  • Per le richieste presentate da persone fisiche e persone giuridiche di importi a debito inferiori a euro 5.000 è sufficiente presentare una semplice istanza motivata; la rateazione viene concessa fino a un massimo di 18 rate per importi fino ad euro 2.000, fino 24 rate per importi compresi tra euro 2.000 ed euro 3.500 e fino a un massimo di 36 rate per importi compresi tra euro 3.500 ed euro 5.000.
  • Per le richieste presentate da persone fisiche e persone giuridiche di importi a debito superiori a euro 5.000 l’istanza va corredata da apposita documentazione:
    • le persone fisiche e le ditte individuali in contabilità semplificata completano la richiesta con la certificazione ISEE;
    • le persone fisiche in contabilità ordinaria, le persone giuridiche e tutti gli altri soggetti completano la richiesta con apposita situazione economico e finanziaria e con un prospetto relativo al valore di due parametri (Indice di Liquidità e indice Alfa) necessari a valutare la sussistenza del requisito della temporanea situazione di obiettiva difficoltà.
    In questi casi la rateizzazione è concessa fino ad un massimo di 72 rate mensili.
A prescindere dagli importi non è più necessario presentare garanzie a fronte del debito scaduto iscritto a ruolo.

CHI
Possono accedere all’istituto della rateizzazione delle cartelle esattoriali tutti i contribuenti:
  • persone fisiche;
  • ditte individuali in contabilità semplificata;
  • ditte individuali in contabilità ordinaria;
  • società di persone;
  • società di capitali;
  • associazioni ed altri soggetti con differente forma giuridica.

vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

claudia

21/03/2012 20:14:14

salve io ho gia delle rateizzazioni in corso, tre in tutto. Si possono rateizzare di nuovo in una sola rateizzazione per avere un'importo unico e minore?

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ESATTORIA: VOCI CORRELATE

Gli interessi di mora sulle cartelle Equitalia

di Rag. Walter Flavio Camillo del 15/09/2015

Le cartelle trasmesse da Equitalia contengono analiticamente gli importi iscritti a ruolo per impost..

Cartelle esattoriali

di Dott. Filippo Boni del 24/02/2012

La cartella di pagamento è un atto elaborato dall’agente della riscossione (Equitalia S.p.a. è la so..

Cartelle di pagamento

di del 10/06/2016

Le cartelle di pagamento sono gli atti che il gruppo Equitalia o altri agenti della riscossione sped..

Agenzia di riscossione

di del 04/04/2016

L’agenzia di riscossione è quell’ente deputato alla riscossione dei tributi. Fino al 1989 il servizi..

Equitalia

di Rag. Romana Romoli del 14/02/2012

Equitalia è la società per azioni a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle Entrate e 49% Inps) ..