Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Responsabilità medica: diagnosi errate

del 16/06/2011
CHE COS'È?

Responsabilità medica diagnosi errate: definizione

Si parla di responsabilità generica o di responsabilità specifica del sanitario a seconda che questa dipenda da errore colposo nell'ambito dell'esecuzione di una prestazione medico–chirurgica, o dall'inosservanza di disposizioni normative relative all'esercizio della professione.
La responsabilità generica può concretizzarsi in un'errata diagnosi, nell'omissione o ritardo della stessa, nell'errata esecuzione della terapia medica e di quella chirurgica.
In caso di mancata diagnosi o di errata diagnosi, a cui dovesse seguire un'errata terapia e questa dovesse produrre effetti deleteri al paziente, saremmo in presenza di una lesione dell'integrità psico-fisica che darebbe luogo al risarcimento dei danni.
Nel caso in cui all'errore diagnostico non segua un'errata terapia occorre distinguere tra la prestazione del singolo medico e la prestazione offerta dalla struttura sanitaria e/o clinica privata. Nell'ambito della responsabilità del medico, il professionista risponderà ex articolo 2236 codice civile, ovvero per colpa grave nel caso di ipotesi di speciali difficoltà. Viceversa, risponderà ai sensi dell'articolo 1176 codice civile per colpa lieve nel caso di interventi di normale difficoltà.
In caso di mancata guarigione e di peggioramento delle condizioni di salute è possibile richiedere a titolo di risarcimento danni, in via aquiliana, solo il peggioramento delle condizioni di salute, poiché trattasi di fatto illecito ex articolo 2043 codice civile.
In ambito di responsabilità ospedaliera occorrerà distinguere tra casa di cura privata e ospedale.
La casa di cura privata risponderà, ai sensi dell' articolo 1321 e successivi codice civile del cattivo operato dei medici che prestano servizio, sulla scorta dell'articolo 1228 codice civile. L'ospedale risponderà per il contatto sociale, ex articolo 1373 codice civile per l'operato dei medici in virtù del rapporto di immedesimazione, ai sensi dell'articolo 28 Costituzione.
Sussiste anche la responsabilità per violazione del consenso informato, sia del medico che dell'ospedale se il paziente non sia stato informato degli esiti collaterali, anche se la prestazione sia stata eseguita perfettamente. Qui, il danno consiste nel fatto che il paziente è stato privato della libertà di autodeterminarsi.
Se vi è stata una errata diagnosi a cui non segua un peggioramento della salute del paziente, o segua la guarigione dello stesso, in alcuni casi si può chiedere comunque il risarcimento dei danni. Un filone interpretativo configura infatti l'errore diagnostico quale inadempimento risarcibile ex articolo 1218 codice civile, a prescindere dall'effettiva guarigione del paziente. 
In giurisprudenza si segnala, a tal proposito, il risarcimento del danno non patrimoniale quale conseguenza dell'errore diagnostico, cui non segua errata terapia. 

Dott.ssa C. Aurora Longo
Ordine degli Avvocati di Como
Studio Legale Filimberti & Partners

COME SI FA
Di fronte ad un caso di malpractice si raccoglie la denuncia del paziente accompagnata dalla documentazione medica, effettuando una prima valutazione con un consulente legale.
Successivamente, si pone il tutto al vaglio del consulente medico e, se acclarata la sussistenza della responsabilità medica, si dà avvio alla richiesta di risarcimento dei danni in via stragiudiziale con una lettera di messa in mora.
A decorrere da marzo 2011 anche la responsabilità medica rientra tra le materie oggetto di mediazione come condizione di procedibilità per l'avvio del processo.
Se la conciliazione fallisce, al soggetto non rimarrà che la possibilità di adire la via giurisdizionale civile e penale. La denuncia penale va effettuata entro 90 giorni dal momento in cui si scopre di aver subito un danno da parte dei sanitari o dall'eventuale struttura ospedaliera.
A questo punto si introdurrà una richiesta di risarcimento danni con atto di citazione, ex articolo 163 codice procedura civile.
L'attore dovrà provare il contratto o contatto sociale e l'aggravamento della patologia o l'insorgenza di un'affezione ed allegare l'inadempimento del debitore, astrattamente idoneo a provocare il danno lamentato. Competerà al debitore dimostrare o che il suddetto inadempimento non vi è stato ovvero che, pur esistendo, non è stato eziologicamente rilevante.

CHI
E’ opportuno effettuare una prima valutazione con un consulente legale della denuncia del paziente accompagnata dalla documentazione medica.
Nell’ipotesi in cui, fallita la conciliazione, il soggetto decida di adire la via giurisdizionale, per avviare la richiesta di risarcimento danni con atto di citazione a seguito della denuncia è necessaria l’assistenza di un legale.

FAQ

Come si può procedere se si è vittima di un caso di malpractice?

Occorre chiedere l'assistenza ad un legale, il quale previo esame della documentazione medica nonché di una perizia medica, interverrà in via stragiudiziale con una richiesta risarcitoria.

Si può chiedere il risarcimento del danno in caso di errata diagnosi a cui non segua un peggioramento della salute del paziente?

Occorre accertare se la terapia consigliata sia stata totalmente inutile e, in secondo luogo, verificare se da essa siano scaturite conseguenze psico-fisiche, quale danno biologico, eziologicamente riconducibili all'errata diagnosi. Se l'errore diagnostico non si è tradotto in errore terapeutico potrebbe aver alterato l'equilibrio psichico della persona, soprattutto in caso di malattie particolarmente gravi ed in grado di pregiudicare la serenità del paziente.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

RESPONSABILITÀ MEDICA: VOCI CORRELATE

Responsabilità penale del medico

di Avv. Barbara Sartirana del 07/06/2011

Nel diritto penale si può definire responsabilità medica quella particolare colpa del medico, sanita..

Colpa medica

di Avv. Maurizio Sala del 16/06/2011

Perché si possa parlare di colpa medica è necessario il verificarsi di un evento lesivo dell’integri..

Responsabilità civile del medico

di Avv. Elisabetta Fedegari del 07/06/2011

La professione medica, su cui hanno compiti di vigilanza gli ordini professionali all'uopo costituit..

Responsabilità medica: prescrizione

di Avv. Stefania Spinelli del 10/06/2011

Quando si parla di prescrizione ci si riferisce, per lo più, alla prescrizione estintiva, la quale c..

Responsabilità équipe medica

di Avv. Stefania Spinelli del 10/06/2011

Viene definita attività medico-chirurgica d’équipe quella caratterizzata dalla partecipazione e dall..