CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Sequestro amministrativo

Aggiornato al 08/05/2012

CHE COS'È
Il sequestro si inserisce nel procedimento sanzionatorio come provvedimento di carattere cautelare tendente a conseguire la custodia e la conservazione dei beni che siano stati strumento oppure risultato di un illecito amministrativo, o che siano comunque pertinenti all’illecito stesso e come tali utili ai fini dell’accertamento della infrazione, in vista di un eventuale provvedimento definitivo di carattere ablativo (confisca).
Due sono quindi le principali finalità del sequestro: quella di sottrarre i beni costituenti strumento o prodotto della infrazione al godimento e alla disponibilità del trasgressore - anche al fine di impedire a quest’ultimo di commettere ulteriori trasgressioni - e quella di agevolare l’accertamento definitivo dell’illecito.
Nella classificazione degli atti amministrativi il sequestro va inquadrato fra gli “ordini”, ma è caratterizzato dalla sua natura cautelare e come tale partecipa dei caratteri essenziali dei provvedimenti di natura cautelare e, in particolare, di quelli della provvisorietà e strumentalità.
Il carattere strumentale del sequestro è evidenziato dal fatto che la legge sulla depenalizzazione (legge 24.11.1981 n. 689) disciplina il sequestro sotto la rubrica “atti di accertamento” (articolo 13), considerandolo preordinato all’accertamento definitivo della violazione dell’illecito, in vista dell’applicazione del provvedimento sanzionatorio finale.
Con particolare riferimento alle violazioni in tema di circolazione stradale, è sufficiente fare riferimento a quanto previsto dall’articolo 213 - Misura cautelare del sequestro e sanzione accessoria della confisca amministrativa - Codice della Strada (decreto legislativo n. 285 del 1992), il quale disciplina, appunto, le ipotesi di applicazione della misura cautelare del sequestro amministrativo in tutti i casi in cui il Codice della Strada prevede la sanzione accessoria della confisca amministrativa.
COME SI FA
L’articolo 213 Codice della Strada, comma 1, conferisce potere all'organo di polizia che accerta la violazione di provvedere al sequestro del veicolo o delle altre cose oggetto della violazione, facendone menzione nel verbale di contestazione della violazione.
In caso di sequestro il veicolo viene affidato in custodia al proprietario, o in sua assenza al conducente. Il veicolo sequestrato deve essere custodito in area non soggetta a pubblico passaggio. Il rifiuto di assumere la custodia comporta l’applicazione di una gravosa sanzione (al minimo, pari ad oltre 1.600,00 euro) unitamente alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi. Nel caso di sequestro di ciclomotore o di motociclo il veicolo deve essere sempre affidato in custodia alla depositeria convenzionata. In questo caso, solo dopo che siano trascorsi almeno 30 giorni dalla data del sequestro, il proprietario del mezzo potrà chiederne l'affidamento in custodia.
CHI
Contro il provvedimento di sequestro è possibile fare ricorso al Prefetto, ai sensi dell’articolo 213, comma 3 del Codice della Strada.
La declaratoria di infondatezza dell'accertamento si estende alla misura cautelare ed importa il dissequestro del veicolo. 
Quando ne ricorrono i presupposti, il Prefetto dispone la confisca con l'ordinanza - ingiunzione di cui all'articolo 204 Codice della Strada, ovvero con distinta ordinanza, stabilendo, in ogni caso, le necessarie prescrizioni relative alla sanzione accessoria.
Il Prefetto dispone la confisca del veicolo ovvero, nel caso in cui questo sia stato alienato, della somma ricavata dall'alienazione. Il provvedimento di confisca costituisce titolo esecutivo anche per il recupero delle spese di trasporto e di custodia del veicolo. 
Nel caso in cui nei confronti del verbale di accertamento o dell'ordinanza-ingiunzione o dell'ordinanza che dispone la sola confisca sia proposta opposizione innanzi all'autorità giudiziaria, la cancelleria del Giudice competente dà comunicazione al Prefetto, entro dieci giorni, della proposizione dell'opposizione e dell'esito del relativo giudizio. 
Chiunque, durante il periodo in cui il veicolo è sottoposto al sequestro, circoli abusivamente con il veicolo stesso è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 1.886,00 euro a 7.546,00 euro. Si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi.
FAQ

Quali sono gli effetti del provvedimento di sequestro amministrativo nel caso di mancata emissione dell'ordinanza prefettizia di confisca? Qual è il termine per l'emissione dell'ordinanza prefettizia di confisca?

Come già precisato e come evincibile dalla normativa di settore, la misura cautelare del sequestro amministrativo è preordinata alla successiva ed eventuale sanzione accessoria della confisca amministrativa.
Tuttavia, nonostante le previsioni sanzionatorie sul tema, corre l’obbligo di meglio comprendere quali siano le conseguenze della circolazione di un veicolo sottoposto a sequestro amministrativo e non ancora assoggettato al provvedimento di confisca.
Ebbene, le richiamate disposizioni del Codice della Strada non disciplinano tale ipotesi, decisamente ricorrente nella pratica.
Sul punto la giurisprudenza è contrastante nel delineare i passaggi direttivi per la definizione di tale eventualità.
Un primo orientamento ha avuto modo di precisare che “Dalla lettura coordinata degli articoli 193, 203, 204, 210 e 213 Codice della Strada, logica e ragionevole conclusione vuole che il Prefetto emetta l’ordinanza di confisca nel rispetto del termine di 120 giorni previsto dall’articolo 204 il quale decorre, coordinato l’articolo 204 con l’articolo 210, comma 3, Codice della Strada, dalla scadenza dei dieci giorni dalla contestazione dell’illecito, concessi all’Autorità di Polizia per inviare il verbale di contravvenzione al Prefetto” (Giudice di Pace di Bari, sentenza del 13 luglio 2009, n. 5512, in Giurisprudenzabarese.it).
La massima è eloquente nello stabilire che l’omessa adozione da parte del Prefetto del provvedimento con il quale dispone la confisca amministrativa del veicolo sottoposto a sequestro amministrativo fa decadere lo stesso verbale con il quale il sequestro è stato disposto. Del resto, diversamente argomentando, la durata del sequestro sarebbe indeterminata nel tempo, causando un grave pregiudizio alle ragioni economiche dei soggetti direttamente ed indirettamente incisi dalla stessa.
Tuttavia, un altro orientamento dei giudici di legittimità (Corte di Cassazione, Sezione II, sentenza n. 1191 del 19.1.2009; Corte di Cassazione, Sezione II, sentenza n. 21881 del 14.10.2009), ha stabilito che il termine per l’emissione dell’ordinanza di confisca è quello di prescrizione previsto dall’articolo 28 della legge n. 689 del 1981 (5 anni). Sul punto si ritiene doveroso precisare che il termine prescrizionale di cinque anni è applicabile nel caso di mancata presentazione del ricorso avverso il provvedimento di sequestro amministrativo.

Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Avvocati

Studio Legale Avvocato Vanda Cappelletti

Via Cesare Cantù, 50
22100 Como (CO)
Tel. 031272023 - Fax. 0313306125

info@studiolegalecappelletti.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Separazione dei coniugi, Successioni, Contratti commerciali, Violazioni del codice della strada, Compravendita immobiliare, Condominio, Proprietà e diritti reali, Procedure concorsuali, Recupero crediti
Avvocati

Studio Legale Viti - Patella

via Nicola Bavaro, 75
70123 Bari (BA)
Tel. www.studioviti.it

pierfrancescoviti@studioviti.it - www.studioviti.it

IN EVIDENZA
Contratti commerciali, Violazioni del codice della strada, Condominio, Rapporto di lavoro, Energie rinnovabili, Fallimento, Illeciti amministrativi, Recupero crediti, Processo civile, Contrattualistica Pubblica Amministrazione
Avvocati

Associazione Comasca Avvocati

Via Giuseppe Parini, 5
22100 Como (CO)
Tel. 031241582 - Fax. 031264974

avv.saldarini@avcoas.it - www.avcoas.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Persone incapaci, Separazione dei coniugi, Successioni, Contratti commerciali, Reati contro la famiglia, Violazioni del codice della strada, Arbitrato, Recupero crediti, Diritto assicurativo
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Rifiuto di test etilometrico
Aggiornato al 08/05/2012


Divieto di sosta e di fermata
Aggiornato al 27/08/2012


Ricorso al prefetto
Aggiornato al 31/03/2011


Confisca
Aggiornato al 08/05/2012


Ordinanza prefettizia
Aggiornato al 10/05/2012


Fermo amministrativo
Aggiornato al 30/06/2011


Patente di guida, sospensione e revoca
Aggiornato al 04/05/2012


Ordinanza ingiunzione
Aggiornato al 31/03/2011


[x] chiudi

Lesioni colpose da sinistro stradale
Aggiornato al 31/03/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline