Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Sanzione amministrativa accessoria

del 16/12/2015
CHE COS'È?

Sanzione amministrativa accessoria: definizione

La sanzione amministrativa accessoria è una sanzione amministrativa che si accompagna a quella pecuniaria nella materia del Codice della Strada, che rappresenta un caso particolare della disciplina generale dell'illecito amministrativo. In pratica, ogni illecito amministrativo viene punito con una sanzione amministrativa, che è prevista dall'ordinamento italiano in tutti i casi in cui si violi una norma giuridica dando vita, appunto, a un illecito amministrativo. Mentre la sanzione pecuniaria può essere proporzionale (senza un limite massimo) o fissa (non inferiore ai 10 euro e non superiore ai 15.000 euro), quella accessoria può essere di vari tipi. Può trattarsi, in particolare, della revoca della patente di guida, del ripristino dello stato dei luoghi, del blocco o della rimozione del veicolo, dell'obbligo di sospensione di attività, della sospensione o revoca della patente (inclusi i documenti di circolazione), della confisca con fermo amministrativo o del ritiro dei documenti di circolazione o abilitazione. 


COME SI FA

Che cos'è il ripristino dello stato dei luoghi?

Il ripristino dello stato dei luoghi non è altro che la rimozione delle opere abusive di cui si parla nel verbale di contestazione. Può verificarsi in una situazione ordinaria o in una situazione di urgenza: quest'ultima si configura nel momento in cui si ravvisi un pericolo imminente per la circolazione e il trasgressore non sia in grado di provvedere, e prevede che l'agente trasmetta al prefetto il verbale di contestazione che può disporre l'esecuzione degli interventi del caso a cura dell'ente proprietario, mentre al trasgressore l'emissione dell'ordinanza - ingiunzione sarà emessa in seguito. Nel caso di una situazione ordinaria, invece, il verbale redatto giunge al prefetto unitamente all'eventuale ricorso del trasgressore, tenendo conto che per ricorrere si hanno 30 giorni di tempo.


CHI

Un avvocato esperto di diritto dell'illecito amministrativo e/o un avvocato penalista.


FAQ

1. Qual è la procedura che viene seguita per la revoca della patente come sanzione amministrativa accessoria?

Entro i cinque giorni successivi all'accertamento, l'ufficio competente è tenuto a darne comunicazione al prefetto della zona geografica in cui la violazione è stata commessa: spetta al prefetto stesso accertare le condizioni e, quindi, emettere ordinanza di revoca, in base alla quale la patente di guida deve essere consegnata subito alla prefettura, eventualmente con il tramite di un organo di polizia. L'ordinanza viene trasmessa, poi, al dipartimento dei trasporti terrestri. La revoca della patente rappresenta un atto definitivo: chi fosse interessato a ottenere una nuova licenza di guida deve aspettare almeno due anni dalla data in cui il provvedimento di revoca è diventato definitivo. Inoltre, chi si è visto revocare la patente non può condurre ciclomotori né conseguire la licenza relativa.

2. Cosa comporta l'obbligo di sospensione dell'attività?

Nel caso in cui una violazione del Codice della Strada determini l'obbligo di sospensione dell'attività come sanzione amministrativa accessoria, l'agente accertatore è tenuto a menzionarlo nel verbale di contestazione o, nell'eventualità in cui questo non esista, nella notificazione. 

3. Il ritiro dei documenti di circolazione o abilitazione in cosa consiste?

Secondo l'articolo 216 del Codice della Strada, la carta di circolazione, le targhe, le autorizzazioni, le licenze e i certificati di idoneità (per esempio, quelli di idoneità tecnica per le macchine agricole) vengono ritirati nel momento dell'accertamento della violazione: lo scopo della sanzione è quello di obbligare chi la subisce a mettere in regola una situazione ritenuta non legittima, sulla base delle prescrizioni normative in materia. L'agente accertatore menziona il ritiro nel verbale, mentre chi viene sanzionato ha la possibilità di presentare un ricorso al prefetto. Se viene ritirata la targa, il veicolo relativo viene sottoposto a fermo amministrativo.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ILLECITI AMMINISTRATIVI: VOCI CORRELATE

Illecito amministrativo

di del 31/03/2011

L’illecito amministrativo è un “istituto giuridico”, sempre più spesso utilizzato dal legislatore no..

Opposizione a illecito amministrativo

di Avv. Nicola Fabio de Feo del 31/03/2011

“Opposizione ad illecito amministrativo” è espressione – non squisitamente tecnica - con cui si ind..

Occultamento o distruzione di documenti contabili

di del 21/01/2016

L'occultamento o distruzione di documenti contabili è un reato previsto dall'articolo 10 del Decreto..

T.U.L.P.S.

di del 12/05/2016

Il T.U.L.P.S., cioè il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, è un testo unico dell'ordiname..

Sanzione amministrativa pecuniaria

di Redazione Professionisti del 08/10/2015

Quando si parla di una sanzione amministrativa pecuniaria nell'ordinamento italiano si fa riferiment..