Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Errore di fatto

del 18/12/2017
CHE COS'È?

Errore di fatto: definizione

In materia legislativa, l'errore di fatto deve essere distinto dall'errore di diritto. Esso si concretizza nel momento in cui una falsa conoscenza riguardi un dato di fatto. L'errore penale è disciplinato dall'articolo 47 del codice di procedura penale, e consiste in una esecuzione del fatto non volontaria con modalità differenti rispetto a quanto previsto o in una rappresentazione falsa della realtà. Secondo l'articolo 47, l'errore di fatto esclude che l'agente possa essere punito. Ciò, però, è vero a meno che non si tratti di un errore determinato da colpa: in tal caso non si può escludere la punibilità se la legge prevede il fatto come delitto colposo. Inoltre, l'errore di fatto che configura un reato non esclude che l'agente possa essere punito anche per un reato differente. 


COME SI FA

Qual è la punibilità di un errore di fatto?

Non è detto che un errore di fatto escluda sempre la punibilità: è causa di non punibilità unicamente l'errore che esclude il dolo. Si pensi, per esempio, a una persona che ruba una moto pensando che essa appartenga a un suo vecchio nemico anche se in realtà è di proprietà di uno sconosciuto: in un caso del genere, ovviamente, il reato di furto viene punito, al di là dell'errore di fatto. Ecco, dunque, che non è rilevante un errore relativo a un elemento secondario o accidentale del reato, ma occorre che si tratti di un errore che riguardi l'elemento essenziale del reato. 


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. In che cosa consiste l'errore di fatto colposo?

Pur escludendo il dolo, un errore di fatto può lasciare una responsabilità colposa dell'agente come residua. Sono due le condizioni che si devono verificare affinché ciò accada: la prima è che il fatto sia previsto dalla legge come colposo, mentre la seconda è che l'errore sia stato causato da colpa. Un errore, di conseguenza, non può portare a un'incriminazione colposa per il reato di furto, ma ciò può accadere per il reato di un omicidio. L'errore può essere non colposo - e in questo caso si parla di errore scusabile - o colposo - e in questo caso si parla di errore inescusabile -. Con un errore inescusabile, il soggetto non è scriminato e può essere punito a titolo di colpa; con un errore scusabile, il soggetto è scriminato e il dolo viene escluso.

2. Cosa vuol dire che la legge non ammette ignoranza?

La legge non ammette ignoranza: non è solo un diffuso modo di dire, ma una constatazione importante a livello penale. La legge, infatti, parla di errore comprendendo in questo concetto non solo una conoscenza errata della realtà esterna, ma anche l'ignoranza, vale a dire la mancata conoscenza della realtà. Non è rilevante, invece, il dubbio: nel caso in cui un soggetto agisca dubitando degli elementi del fatto, in caso di reato lo stesso deve essere punito a titolo di dolo eventuale. L'articolo 5 del codice penale, inoltre, precisa che non è possibile invocare l'ignoranza della legge penale a propria scusa: in questo modo si evita che chiunque si sottragga alla pena sostenendo di non essere a conoscenza del fatto che l'azione compiuta si potesse configurare come un reato. Non è un caso che la legge penale sia obbligatoria: se essa obbligasse unicamente i cittadini che non la ignorano, verrebbe meno la sua funzione propositiva di orientamento dei comportamenti e delle azioni delle persone. 
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

REATI: VOCI CORRELATE

Reati commessi all'estero

di del 01/12/2017

Per conoscere le normative italiane relative ai reati commessi all'estero è necessario fare riferime..

Circostanze del reato

di Avv. Nicola Fabio de Feo del 31/03/2011

Per la spiegazione di questa voce vedi: Aggravante del reato e Attenuante del reato...

Abusivismo di intermediari

di del 28/03/2017

L'abusivismo di intermediari consiste nell'esercizio dell'attività di intermediario effettuato senza..

Dolo

di del 29/10/2015

In diritto, il dolo rappresenta la volontà di una persona che si concretizza in un comportamento o i..

Legittima difesa

di Avv. Barbara Bruno del 31/03/2011

La legittima difesa è una causa di giustificazione. Se si è costretti a commettere un reato per la n..