Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Detenzione e porto abusivo di armi

del 25/05/2016
CHE COS'È?

Detenzione e porto abusivo di armi: definizione

La detenzione e il porto abusivo di armi sono reati previsti dall'articolo 697 del Codice Penale, secondo il quale chiunque detenga munizioni o armi che non siano state denunciate all'autorità deve essere punito con l'arresto per un periodo di tempo compreso tra i tre e i dodici mesi o con una multa fino a 371 euro. Inoltre, è previsto l'arresto fino a due mesi (o una multa fino a 258 euro) per chi ometta di denunciare alle autorità la presenza di munizioni o armi nel luogo in cui abita. Sono esclusi dall'obbligo di denuncia i corpi armati, i possessori di raccolte autorizzate di armi artistiche, le società di tiro a segno, i possessori di armi antiche o rate, le istituzioni autorizzate per oggetti che sono detenuti in luoghi destinati esplicitamente a questo scopo e tutte le persone che hanno il diritto di essere armate per la loro qualità permanente, sempre con il limite delle specie e del numero di armi che sono permesse loro.


COME SI FA

Qual è il riferimento normativo in materia?

Oltre al già citato dispositivo del Codice Penale, è necessario prendere in considerazione il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, oltre a tutte le circolari specifiche del Ministero dell'Interno in materia.

Quali limiti sono imposti per i diversi tipi di armi?

Non è legale la detenzione delle armi automatiche in grado di sparare a raffica, così come la modifica o la manomissione di armi allo scopo di aggiungere caricatori con capacità più elevate. Nel caso in cui si abbia a che fare con armi lunghe, è vietato l'accorciamento della canna o delle canne (procedura che viene praticata, per esempio, per i fucili, in modo tale da renderli più facili da maneggiare e, soprattutto, da nascondere). Per quanto concerne le armi da caccia, per quelle che possono essere detenute non ci sono limiti, fermo restando che per le cartucce a pallini utilizzate come munizioni non si può superare il numero di 1500 pezzi detenuti. 


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Le munizioni devono essere efficienti perché si possa configurare il reato?

Sì, è necessario che venga dimostrata l'efficienza delle munizioni affinché si possa parlare di detenzione e porto abusivo di armi, ma tale dimostrazione non deve derivare per forza da una perizia disposta dal giudice, come stabilito dalla sentenza numero 45217 del 2013 della Corte di Cassazione, relativa al caso di un soggetto che deteneva in un armadio blindato delle cartucce la cui efficienza era stata affermata tenendo conto delle dichiarazioni di un teste qualificato e osservando le modalità di custodia particolari applicate. Insomma, il magistrato può trarre il convincimento relativo all'efficienza delle munizioni anche da elementi diversi da una perizia, a patto che siano in ogni caso motivati adeguatamente. 

2. Che cosa si intende con "detenzione"?

Prendendo spunto dalla sentenza numero 46622 del 2011 della Corte di Cassazione, il concetto giuridico di detenzione, per i reati che chiamano in causa le armi, può essere identificato con una disponibilità generica delle armi o delle munizioni, a prescindere dalla possibilità che esse vengano usate nell'immediato e indipendentemente da qualsiasi tipo di considerazione temporale. 

3. Che differenza c'è tra l'articolo 697 e l'articolo 698 del Codice Penale?

L'articolo 698 affronta l'omessa consegna di armi: il reato viene compiuto da chi non rispetta l'ordine di consegnare le munizioni o le armi che detiene nei termini previsti.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CONTRAVVENZIONI DI POLIZIA: VOCI CORRELATE

Giochi d'azzardo

di Avv. Carlo Melzi d'Eril del 16/09/2011

Il codice penale italiano prevede due fattispecie distinte in relazione al gioco d’azzardo ovvero l’..

Spettacoli pubblici: contravvenzioni

di del 29/06/2017

Le contravvenzioni per gli spettacoli pubblici sono disciplinate dall'articolo 666 del Codice Penale..

Inosservanza di provvedimenti dell'autorità

di del 28/07/2016

L'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità è un reato previsto dall'articolo 650 del Codice Pena..

Rovina di edifici

di del 01/03/2016

La rovina di edifici è un illecito sanzionato dall’articolo 2053 del Codice Civile, che stabilisce c..

Commercio di armi

di del 17/07/2017

Il commercio di armi presuppone il possesso di una patente specifica che deve essere posseduta da ch..