Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Omesso collocamento di segnali

del 12/09/2016
CHE COS'È?

Omesso collocamento di segnali: definizione

L'omesso collocamento di segnali o ripari è un reato previsto dall'articolo 673 del Codice Penale, che prevede una punizione con una multa fino a 516 euro o con l'arresto fino a tre mesi per chiunque ometta di collocare i ripari o i segni prescritti dall'autorità o per legge finalizzati a impedire che le persone che si trovano in un luogo di pubblico transito possano correre dei pericoli. La stessa pena è prevista anche per chi spegne i fanali utilizzati come segnali e per chi rimuove i ripari o i segnali. Non solo: tale reato si configura anche nel momento in cui vengono spenti i fanali della pubblica illuminazione o vengono rimossi segnali o apparecchi destinati a un servizio di pubblica necessità.


COME SI FA

Qual è la ratio legis?

Lo scopo di questa norma è quello di tutelare l'ordine pubblico e, nello specifico, di preservare e assicurare la tranquillità e la sicurezza dei consociati.

Quali sono le più rilevanti sentenze della Cassazione a proposito dell'omesso collocamento di segnali?

Una sentenza di riferimento è la n. 5098 del 2011, che ha stabilito che questo reato si verifica tutte le volte che un soggetto destinatario di determinate prescrizioni imposte dall'autorità a proposito della sicurezza stradale non effettua le opere previste secondo i termini stabiliti, anche nell'eventualità in cui per l'esecuzione di queste opere ci sia bisogno di provvedimenti di autorizzazione forniti da terzi, dal momento che spetta direttamente al soggetto preposto agire in maniera sollecita per fare in modo che gli ostacoli che impediscono la messa in atto dell'adempimento vengano meno. Un'altra sentenza importante è la n. 5985 del 2000, relativa al caso di un segnale stradale di pericolo che si trovava vicino a una scuola e che era stato rimosso. Ebbene, per la sentenza in oggetto, visto che l'imbrattamento, la rimozione, lo spostamento o il danneggiamento della segnaletica stradale presuppongono - secondo quanto previsto dall'articolo 15 del Codice della Strada - una sanzione amministrativa, lo stesso articolo 15 non può essere preso in considerazione in relazione a eventuali situazioni di pericolo per l'incolumità pubblica. Insomma, l'applicazione di una norma non esclude l'applicazione dell'altra. 


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Che differenza c'è tra l'articolo 673 del Codice Penale e l'articolo 38 del Codice della Strada?

L'articolo 38 del Codice della Strada riguarda, esclusi i casi di urgenza, l'apposizione, la manutenzione e l'uso dei segnali stradali da parte degli enti proprietari delle strade in situazioni di normalità sulla base di norme ispirate a una certa uniformità a livello nazionale (norme stabilite con un apposito decreto del Ministero dei Lavori Pubblici); per quel che riguarda l'articolo 673 del Codice Penale, invece, si ha a che fare con una ipotesi contravvenzionale che ha lo scopo di tutelare l'incolumità delle persone in situazioni di anomalia da cui potrebbero derivare dei pericoli per le persone che si dovessero trovare a circolare in luoghi di pubblico transito. Appare evidente, quindi, il motivo per cui la fattispecie delineata dall'articolo 38 del Codice della Strada sia totalmente autonoma e differente rispetto a quella dell'articolo 673 del Codice Penale.

2. Che cosa si intende con "luogo di pubblico transito"?

Quando si parla di "luogo di pubblico transito" si fa riferimento a luoghi pubblici destinati al passaggio di un certo numero di persone e a luoghi privati soggetti al transito di estranei, a prescindere dalla loro quantità.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CONTRAVVENZIONI DI POLIZIA: VOCI CORRELATE

Detenzione e porto abusivo di armi

di del 25/05/2016

La detenzione e il porto abusivo di armi sono reati previsti dall'articolo 697 del Codice Penale, se..

Abbandono di animali

di Avv. Barbara Sartirana del 16/09/2011

L’abbandono di animali è un reato contravvenzionale di cui deve rispondere chiunque abbandoni animal..

Bestemmia e turpiloquio

di del 29/01/2016

L'articolo 724 del Codice Penale prevede una sanzione amministrativa fino a 309 euro per una persona..

Omissione di lavori in edifici

di Avv. Barbara Sartirana del 31/03/2011

L'omissione di lavori in edifici è l'illecito penale contravvenzionale attribuibile al proprietario ..

Inosservanza di provvedimenti dell'autorità

di del 28/07/2016

L'inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità è un reato previsto dall'articolo 650 del Codice Pena..