Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Danneggiamento dei beni assicurati

del 25/05/2017
CHE COS'È?

Danneggiamento dei beni assicurati: definizione

Il fraudolento danneggiamento dei beni assicurati è, insieme con la mutilazione fraudolenta della propria persona, un reato previsto dall'articolo 642 del codice penale, che prevede la reclusione per un periodo minimo di un anno fino a un periodo massimo di cinque anni per chiunque alteri o falsifichi una polizza o i documenti necessari per la sottoscrizione di un contratto di assicurazione, oppure occulti, deteriori, disperda o distrugga cose che gli appartengono con l'obiettivo di usufruire di un vantaggio connesso al contratto di assicurazione (per esempio, il conseguimento di un indennizzo, per sé o per un'altra persona). Tali disposizioni vengono applicate anche nel caso in cui il reato venga compiuto nei confronti di un assicuratore italiano in un Paese straniero: si tratta di un delitto che può essere punito a querela della persona offesa.


COME SI FA

Come si riconosce il fraudolento danneggiamento dei beni assicurati?

Per verificare la sussistenza di un fraudolento danneggiamento dei beni assicurati è necessario provvedere a un accertamento assicurativo: esso permette di calibrare l'attività di ispezione e di investigazione con la massima precisione, ma anche di valutare con cognizione di causa e in maniera preventiva le iniziative giudiziarie che possono essere messe in pratica.


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Quando si verifica un danneggiamento dei beni assicurati che porta a una frode ex art 642 del codice penale?

Tale circostanza si concretizza tutte le volte che viene posto in essere un comportamento finalizzato a conseguire un vantaggio correlato a un contratto di assicurazione per simulare un sinistro che in realtà non è mai avvenuto o magari delle conseguenze più gravi delle condizioni subite in realtà.

2. Che differenza c'è tra l'articolo 640 e l'articolo 642 del codice penale?

Il primo prevede un periodo di reclusione da un minimo di sei mesi a un massimo di tre anni per chi procuri un ingiusto profitto per sé o per un'altra persona, con altrui danno, tramite raggiri o artifici: si parla, in questo caso, semplicemente di truffa. L'articolo 642, invece, identifica una ipotesi criminosa speciale, che include i diversi elementi che contraddistinguono una truffa, ma in più comprende lo scopo di tutelare il patrimonio dell'assicuratore come elemento specializzante. In altri termini i due articoli presentano la stessa struttura, con la differenza che nel reato di truffa il soggetto attivo, gli interessi tutelati e l'elemento materiale dei raggiri sono generici, mentre nel reato di fraudolento danneggiamento dei beni assicurati essi sono speciali e specifici. Nel contesto delle frodi alle assicurazioni, le più diffuse sono le ipotesi previste dall'articolo 642, con la norma che intende proteggere gli interessi patrimoniali delle compagnie assicurative.

3. Che tipo di reato è il danneggiamento dei beni assicurati?

Esso può essere considerato come un reato di pericolo a consumazione anticipata, per cui la soglia di punibilità viene anticipata al momento in cui si realizza il rischio che la condotta dell'agente possa minacciare il bene giuridico tutelato. Per la consumazione delle figure delittuose non è indispensabile che il fine perseguito venga raggiunto: nel caso in cui ciò avvenga, ad ogni modo, la circostanza può essere presa in considerazione come un'aggravante. Nel momento in cui si verifica il reato di frode in assicurazioni, esso può essere punito a prescindere dal fatto che sia stato realmente conseguito o meno un vantaggio grazie alla frode stessa. Si parla, in tal senso, di norma penale mista.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO IL PATRIMONIO: VOCI CORRELATE

Frode in emigrazione

di del 09/05/2017

La frode in emigrazione è un reato previsto dall'articolo 645 del codice penale, secondo il quale de..

Furto

di Avv. Elisabetta Fedegari del 14/06/2011

Il furto è il reato contro il patrimonio per antonomasia ed è disciplinato dall’articolo 624 del cod..

Appropriazione di cose smarrite

di del 05/05/2016

L'appropriazione di cose smarrite è un reato previsto dall'articolo 647 del Codice Penale (appropria..

Estorsione

di Avv. Barbara Bruno del 31/03/2011

L’estorsione è un reato. Lo si commette quando si costringe qualcuno, usando la violenza o le minacc..

Usura

di Avv. Amerigo Motta del 27/04/2011

Il reato di usura è previsto e punito dall'articolo 644 codice penale, così come sostituito dall'art..