Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Riciclaggio

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Riciclaggio: definizione

Il riciclaggio è un reato e lo si commette quando su somme di denaro o su altri beni di origine illecita si compiono delle attività tali da “ripulirli”, impedendo così che l’autorità ne accerti la loro provenienza delittuosa.
(Codice Penale articolo 648-bis)

Avvocato Barbara Bruno
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avv. Barbara Bruno


COME SI FA

Il riciclaggio non riguarda solo il denaro, ma anche altri valori, altre “utilità”. Si può commettere il reato sostituendo i soldi “sporchi”, provenienti quindi da un altro reato, con altre banconote oppure trasferendoli all’estero, nel tentativo di metterli al sicuro dalle indagini di polizia. Lo stesso può accadere con opere d’arte, o con altri beni. La norma non descrive nello specifico le attività che costituiscono riciclaggio, ma richiede espressamente che le condotte siano caratterizzate da un tipico effetto dissimulatorio: devono cioè risultare dirette in ogni caso ad ostacolare l'accertamento sull'origine delittuosa del denaro, dei beni o delle altre utilità di cui si tratta. Ovviamente, chi effettua quest’opera di “ripulitura” deve essere a conoscenza del fatto che le somme da lui gestite o i beni in suo possesso sono frutto di un reato, pur commesso da altri soggetti.


CHI

In caso di indagini a proprio carico per il reato di riciclaggio è necessario nominare un Avvocato penalista di fiducia, affinché possa verificare la fondatezza dell’accusa, gli elementi raccolti a carico e scegliere la miglior strategia difensiva possibile, magari svolgendo indagini difensive. Sarà utile verificare, con il supporto del Legale, se effettivamente il fatto di cui si è accusati possa rientrare nella descrizione fatta dal Codice Penale e sia quindi qualificabile come reato. Se manca anche un solo elemento, formale o sostanziale, infatti, il reato potrebbe non sussistere.


FAQ

Il reato di riciclaggio è perseguibile a querela?

No. E’ procedibile d’ufficio. Quindi non è necessario che sia stata sporta la querela. Basta che il Magistrato abbia avuto notizia del fatto ritenuto rilevante sotto il profilo penale e le indagini possono essere avviate.

Qual è la pena per il reato di riciclaggio?

Il riciclaggio è punito con la reclusione da quattro a dodici anni e con la multa da Euro 1.032,00 ad Euro 15.493,00. Se però ricorre l’ipotesi aggravata (nel caso in cui il reato sia commesso da persona che esercita un’attività professionale) la pena è aumentata. Può però aversi una diminuzione di pena se il denaro, i beni o comunque le altre utilità provengono da un reato per cui il codice stabilisce una pena inferiore nel massimo a cinque anni di reclusione. 

Se il denaro o le cose “ripulite” provengono da un reato commesso da un soggetto non imputabile, sussiste il reato di riciclaggio?

Sì.  Se i beni o i valori oggetto dell’attività di “ripulitura” provengono  da un reato commesso da una persona di età inferiore agli anni 14 o da una o più persone non punibili o  anche quando tale reato c.d. presupposto non sia procedibile per mancanza di querela, il delitto di riciclaggio sussiste comunque.

Il reato da cui devono provenire i soldi o i beni poi oggetto di riciclaggio può essere un reato qualunque?

No. Deve trattarsi di un delitto non colposo (quindi doloso) e il soggetto, autore del riciclaggio, non deve avervi partecipato (il reato cosiddetto presupposto deve essere stato commesso da altri).

Si commette riciclaggio se si sostituisce una targa o si manomette il numero di telaio di un’auto?

Sì, a patto che l’auto in questione sia provento di reato (ad  esempio si tratti di auto rubata) e che l’autore della sostituzione o della manomissione sia consapevole della provenienza illecita del veicolo.

Se il soggetto non è consapevole della provenienza da delitto del denaro o del bene, può incorrere nel reato di riciclaggio?

Il tipo di dolo richiesto per il reato di riciclaggio è quello generico: sono necessarie cioè la coscienza e la volontà di compiere l’attività di sostituzione o trasferimento o comunque l’operazione di “ripulitura” con la consapevolezza della provenienza illecita del denaro o dei beni. Tuttavia, se il soggetto, pur non sapendolo direttamente e certamente, si è prospettata la possibilità che quel denaro in sue mani o quei beni da riciclare provengono da un delitto doloso e, nonostante questo “sospetto”, compie lo stesso le attività di “ripulitura”, risponderà di riciclaggio, proprio per aver accettato il rischio di incorrere nella previsione del codice penale. 

Quali sono le differenze tra riciclaggio e ricettazione?

In primo luogo, la ricettazione richiede il dolo specifico inteso come specifica finalità del profitto, del vantaggio mentre il riciclaggio richiede il dolo generico. Inoltre, la condotta incriminata nel reato di riciclaggio consiste, oltre che nella sostituzione o trasferimento di denaro, beni o utilità provenienti da delitto, anche nella interposizione di ostacoli alla identificazione della provenienza delittuosa di tali beni o utilità. Tale attività costituisce un qualcosa in più rispetto all’acquisto, alla ricezione o all’occultamento, che, invece, caratterizzano l’elemento materiale del reato di ricettazione.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e la Privacy
Voglio ricevere le newsletter di Professionisti.it
Voglio ricevere informazioni dai partner di Professionisti.it

REATI CONTRO IL PATRIMONIO: VOCI CORRELATE

Appropriazione indebita

di Avv. Barbara Sartirana del 11/02/2016

L’appropriazione indebita è il reato attribuibile a chi, trovatosi a qualunque titolo in possesso di..

Truffa

di Avv. Carlo Melzi d'Eril del 31/03/2011

L'articolo 640 codice penale descrive il delitto di truffa nel fatto di chi, con artifici e raggiri,..

Furto

di Avv. Elisabetta Fedegari del 14/06/2011

Il furto è il reato contro il patrimonio per antonomasia ed è disciplinato dall’articolo 624 del cod..

Turbativa del possesso

di del 17/02/2016

La turbativa di possesso fa parte dei delitti contro il patrimonio: l'articolo 634 del Codice Penale..

Appropriazione di cose smarrite

di del 05/05/2016

L'appropriazione di cose smarrite è un reato previsto dall'articolo 647 del Codice Penale (appropria..