CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Estorsione

Ordine degli Avvocati di Milano

Aggiornato al 31/03/2011

CHE COS'È

L’estorsione è un reato. Lo si commette quando si costringe qualcuno, usando la violenza o le minacce, a fare qualcosa, o a non farla, al solo fine di ottenere per sé o per un’altra persona un vantaggio, un “guadagno” che non era dovuto. Oltre a questo ingiusto profitto per l’estorsore, dovrà sussistere evidentemente anche un danno per la vittima. La particolarità di questo tipo di delitto consiste nel mettere la persona “violentata” o minacciata in condizioni di tale soggezione e dipendenza da non consentirle sostanzialmente di avere alternative “migliori” rispetto a quanto “richiestole” con la forza.
(Codice penale articolo 629)

Avvocato Barbara Bruno
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avv. Barbara Bruno

COME SI FA

Si estorce non con una qualunque forma di generica pressione sulla vittima, oppure semplicemente proponendole richieste esose o ingiustificate. Ci vuole un comportamento violento, posto in essere con una forza tale da porre la vittima in condizione di dover accettare le richieste estorsive (per non subire un male maggiore, cioè quello di cui è stata minacciata). Il potere di autodeterminazione della vittima non è del tutto annullato, ma è limitato in maniera considerevole; il soggetto passivo si trova cioè nell'alternativa di far conseguire all'autore del reato il vantaggio ingiusto o di subire il danno di cui è stato minacciato. Chi estorce, deve farlo infatti per ottenere un profitto a cui non ha diritto; e, facendo questo, deve arrecare allo stesso tempo un danno a qualcun altro.

CHI

La vittima può certamente sporgere personalmente denuncia alla competente Autorità (basta recarsi dai Carabinieri di zona, oppure al più vicino Commissariato). Se invece si è sottoposti ad indagine per il reato di estorsione, è necessario affidarsi ad un avvocato penalista, che valuti i contenuti della denuncia, o comunque i dati raccolti dalla pubblica accusa ed eventualmente svolga indagini difensive (far sentire persone informate sui fatti che possano magari “ricostruire” in termini diversi l’accaduto; richiedere l’interrogatorio al Pubblico Ministero per chiarire la posizione del proprio assistito). Infatti, basta che anche un aspetto non risponda alla lettera della norma del codice penale o alla interpretazione data dalla Cassazione perché cada il reato di estorsione.



FAQ

Che differenza c’è tra l’estorsione e il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni?

L’autore del reato di estorsione ha lo scopo di conseguire un profitto, pur sapendo di non averne diritto; nel reato di “ragion fattasi” l’autore vuole conseguire un profitto nella convinzione di attuare un suo diritto, di realizzare personalmente e direttamente una pretesa che potrebbe formare oggetto di una vertenza giudiziaria.

Chi può commettere il reato di estorsione?

Il reato di estorsione può essere commesso da chiunque. Se lo si commette in più persone insieme, la pena è maggiore (perché maggiore viene ritenuta la gravità del fatto). Se invece a commetterlo è un pubblico ufficiale, si ha molto più probabilmente il diverso reato di Concussione. 

Cosa si intende per violenza e minaccia?

E’ violenza qualsiasi uso di energia fisica verso un qualcosa o un qualcuno.  Perché si abbia minaccia basta che il male minacciato, con fatti o anche solo con parole, in maniera palese o in maniera tacita, intuitiva sia in grado di provocare in condizioni normali un turbamento, un’alterazione negativa della libertà psichica e morale della vittima, senza che ci sia bisogno che davvero, concretamente tale effetto si verifichi.

Il profitto del’estorsione è solo economico?

No. Il concetto di profitto è ampio, comprende qualsiasi utilità, qualsiasi favore, qualsiasi guadagno (quindi anche non patrimoniale) che avvantaggi l’estorsore o un soggetto terzo.

In cosa deve consistere la costrizione della vittima di estorsione?

La vittima deve essere stata costretta a fare o a non fare qualcosa: a pagare una somma di denaro, ad esempio, o a non pretendere un proprio credito. In ogni caso, quello che sarà stata costretta a fare (o a non fare) deve aver avuto una rilevanza nella sua sfera patrimoniale, intesa non solo come insieme di beni mobili (somme di denaro, oggetti) o immobili (case, terreni) ma anche come insieme di tutti i diritti di qualunque natura (si pensi al mantenimento del posto di lavoro).

La vittima di estorsione deve presentare querela?

No. Basta una semplice denuncia. Ciò vuol dire che se anche la vittima non sporge querela e la magistratura viene comunque a conoscenza dell’accaduto, le indagini si avviano ugualmente.

La vittima di estorsione può richiedere il risarcimento dei danni?

Sì, costituendosi parte civile nel processo penale contro gli autori del reato. E’ stato altresì istituito il Fondo di Solidarietà accessibile da operatori economici, commercianti, artigiani, liberi professionisti vittime di estorsione, che possono quindi beneficiare del rimborso relativo ai danni a beni mobili o immobili, mancato guadagno e lesioni personali. Il rimborso è corrisposto in misura dell’intero ammontare del danno e comunque non superiore ad € 1.549.370,70. Il rimborso è concesso a condizione che il richiedente:

  • non abbia accettato o abbia cessato di aderire alle richieste estorsive;
  • non abbia contributo nel fatto delittuoso o in reati con questo connessi;
  • non sia stato definito pericoloso e quindi sottoposto a misure per evitare che compia reati;
  • abbia comunicato all’Autorità Giudiziaria tutti i particolari di cui era a conoscenza;
  • non sia condannato per un delitto al quale consegua l’inabilità all’esercizio dell’attività economica e/o professionale.

Quali sono le pene per il reato di estorsione?

E’ prevista la reclusione da cinque a dieci anni e la multa da Euro 516 ad Euro 2.065. Ma se l’Estorsione è aggravata, cioè è commessa in più persone, o con armi, o da persone che appartengono ad un’associazione di tipo mafioso o anche in casa o sui mezzi pubblici o nei confronti di persone che abbiano ad esempio appena riscosso la pensione o appena prelevato dal bancomat, le pene possono anche arrivare a venti anni di reclusione (il minimo è sei anni) e a Euro 3.098 di multa (il minimo passa a 1.032). 

Se il profitto è a vantaggio di altri, c’è lo stesso l’estorsione?

Sì. L’ingiusto profitto conseguito alla condotta estorsiva può infatti essere appannaggio di soggetti terzi; non necessariamente deve essere a vantaggio esclusivo dell’estorsore. 

Se si minaccia di sporgere una querela, o comunque di esercitare un proprio diritto, può esserci estorsione?

Sì. Il delitto di estorsione può sussistere anche quando si minaccia di sporgere una denuncia, una querela o di notificare una citazione in giudizio. E’ necessario però che il fine di tali minacce sia quello di ricevere un profitto ingiusto. C’è estorsione anche quando si rivolgono minacce dall‘apparenza esteriore di legalità ma con l’intenzione reale non di esercitare un diritto, ma di condizionare la volontà altrui ed ottenere così risultati non consentiti.


Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Avvocati

Studio Legale Avv. Daria Pesce

Via Colonnetta, 5
20122 Milano (MI)
Tel. 025455553 - Fax. 0255180986

info@avvocatodariapesce.it - www.avvocatodariapesce.it

IN EVIDENZA
Stupefacenti, Illeciti amministrativi, Reati, Reati contro la PA, Responsabilità amministrativa da reato degli enti, Reati informatici, Reati contro la persona, Reati contro il patrimonio, Reati contro l'industria e il commercio, Sanzioni sostitutive
Avvocati

Studio Legale Associato Lamarucciola - Gualano

Via Carloni, 10
22100 Como (CO)
Tel. 031301326 - Fax. 0313108098

studiolegale@lamarucciola-gualano.it - www.lamarucciola-gualano.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Separazione dei coniugi, Reati contro la famiglia, Reati contro la persona, Violazioni del codice della strada, Compravendita immobiliare, Condominio, Proprietà e diritti reali, Cessazione del rapporto di lavoro, Società cooperativa
Avvocati

Studio Legale Motta Avv. Amerigo

Via Lombardia, 3
20832 Desio (MB)
Tel. 0362303452 - Fax. 0362305131

desio@studiolegalemotta.it - www.studiolegalemotta.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Separazione dei coniugi, Successioni, Reati contro la famiglia, Reati contro la persona, Reati contro il patrimonio, Reati tributari, Condominio, Locazione commerciale, Recupero crediti
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Rapina
Aggiornato al 04/07/2013


Insolvenza fraudolenta
Aggiornato al 13/05/2011


Truffa
Aggiornato al 31/03/2011


Appropriazione indebita
Aggiornato al 30/03/2012


Riciclaggio
Aggiornato al 31/03/2011


Furto
Aggiornato al 14/06/2011


Frode informatica
Aggiornato al 13/05/2011


Danneggiamento
Aggiornato al 31/03/2011


Ricettazione
Aggiornato al 17/01/2011


[x] chiudi

Usura
Aggiornato al 27/04/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline