Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Oltraggio a pubblico ufficiale

del 05/07/2016
CHE COS'È?

Oltraggio a pubblico ufficiale: definizione

Il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, disciplinato dall'articolo 341 bis del Codice Penale, viene commesso da chi, in presenza di più persone in un luogo pubblico o comunque in un luogo aperto al pubblico, offende il prestigio e l'onore di un pubblico ufficiale mentre questi è impegnato nel compimento di un atto di ufficio: la pena prevista è la reclusione fino a tre anni, ma può essere aumentata nel caso in cui l'offesa riguardi l'attribuzione di un determinato fatto. L'autore dell'offesa non è punibile se è provata la verità del fatto o se l'ufficiale, dopo l'attribuzione dello stesso, viene condannato. Nell'eventualità in cui prima del giudizio l'imputato abbia interamente riparato il danno risarcendo tanto la persona offesa quanto l'ente di cui la persona offesa fa parte il reato è da considerarsi estinto. 


COME SI FA

Oltraggio a pubblico ufficiale: perché è un reato?

Lo scopo di questo dispositivo è quello di tutelare l'interesse al buon andamento della pubblica amministrazione, così come per tutti gli altri reati di oltraggio. 


CHI

Un avvocato penalista.


FAQ

1. Oltraggio a pubblico ufficiale: com'è cambiato questo reato nel tempo?

In passato la fattispecie discriminatrice era disciplinata dall'articolo 341 del Codice Penale, che è stato poi abrogato con l'articolo 18 della legge 205/1999: ecco perché oggi il reato di oltraggio a pubblico ufficiale è disciplinato dall'articolo 341 bis, che è stato introdotto con il cosiddetto Pacchetto Sicurezza tramite la legge 94/2009. La norma, in realtà, propone numerose analogie con la disposizione precedente, ma ha visto cambiare l'ambito oggettivo: l'ordinamento attuale, infatti, non riprova la semplice lesione della reputazione e dell'onore del pubblico ufficiale, ma il fatto che tale lesione avvenga in un contesto pubblico e quindi venga conosciuta da altre persone. 

2. Qual è il bene giuridico tutelato dal reato di oltraggio a pubblico ufficiale?

Il reato di oltraggio a pubblico ufficiale tutela il corretto e regolare svolgimento delle mansioni che spettano al pubblico ufficiale stesso: ecco perché è prevista una fattispecie autonoma differente - e più grave - rispetto all'ingiuria. Nel momento in cui viene offeso un pubblico soggetto nell'esercizio della propria funzione o a causa della stessa, infatti, viene offesa tutta la pubblica amministrazione: ecco perché, come già si poteva sostenere per l'articolo 341 del Codice Penale che è stato poi abrogato, il bene giuridico che viene protetto è quello della salvaguardia della pubblica amministrazione stessa, tramite la tutela del decoro e dell'onore della persona che è investita di funzioni pubbliche e agisce, quindi, in qualità di organo dell'amministrazione. 

3. Qual è il soggetto attivo e qual è il soggetto passivo del reato?

Nel reato di oltraggio a pubblico ufficiale, il soggetto attivo può essere chiunque: non solo un cittadino privato, ma anche un pubblico ufficiale può essere incriminato per oltraggio, a patto che la persona offesa sia di grado superiore o pari al suo. Per quanto concerne il soggetto passivo, invece, si tratta del pubblico ufficiale a cui viene arrecato nocumento e della pubblica amministrazione a cui la persona offesa appartiene.  

4. Qual è l'elemento soggettivo del reato di oltraggio a pubblico ufficiale?

La condotta offensiva che la fattispecie incriminatrice punisce deve essere supportata dal dolo generico, nel senso che la persona che offende il pubblico ufficiale deve aggredire il suo prestigio e il suo onore con coscienza e volontà. Per l'integrazione del dolo non hanno rilevanza la volontà di offendere vera e propria né lo scopo specifico per cui l'offensore si rende protagonista dell'oltraggio, vale a dire quello che viene definito come animus iniurandi: conta solo la consapevolezza.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REATI CONTRO LA PA: VOCI CORRELATE

Corruzione

di Avv. Barbara Bruno del 23/04/2012

La corruzione è un reato. Lo commette il Pubblico Ufficiale che, per compiere un atto conforme alle ..

Violenza o minaccia al pubblico ufficiale

di del 08/02/2016

La violenza o minaccia al pubblico ufficiale è un reato previsto dall'articolo 336 del Codice Penale..

Rifiuto di atti d'ufficio

di del 16/02/2016

Il reato di rifiuto di atti d'ufficio è previsto dal legislatore con l'articolo 328 del Codice Penal..

Abuso d'ufficio

di Avv. Antonio Lamarucciola del 15/12/2011

L’abuso d’ufficio, disciplinato dall’articolo 323 codice penale, si verifica quando un Pubblico Uffi..

Danneggiamento al patrimonio storico o artistico nazionale

di del 14/10/2016

Il danneggiamento al patrimonio storico o artistico nazionale è un reato previsto dall'articolo 733 ..