Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Mediazione civile e commerciale (conciliazione)

del 09/02/2012
CHE COS'È?

Mediazione civile e commerciale (conciliazione): definizione

La mediazione è l’attività professionale svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.
La mediazione può essere:

  • facoltativa, quando viene avviata dalle parti su base volontaria, sia prima che durante il processo;
  • demandata, quando il giudice, investito delle controversia, invita le parti a tentare la mediazione;
  • obbligatoria, quando per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione.

Per i procedimenti instaurati successivamente al 20 marzo 2011 la mediazione è obbligatoria in caso di controversia in materia di diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.
Per i procedimenti instaurati successivamente al 20 marzo 2012 la mediazione è obbligatoria anche in caso di controversia in materia di condominio e di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

Avv. Mattia Sterbizzi


COME SI FA

La mediazione si introduce con una semplice domanda da depositare presso il prescelto organismo di mediazione. La domanda deve contenere, oltre all'indicazione dell'organismo adìto, i nomi delle parti, l’oggetto della pretesa e le relative ragioni.
Se, nell’ambito del procedimento di mediazione, le parti raggiungono un accordo, quest’ultimo deve essere omologato dal giudice e, quindi, diviene esecutivo.
Nel caso di mancato accordo il mediatore può fare una proposta di risoluzione della lite che le parti restano libere di accettare o meno.


CHI

La mediazione è svolta da un soggetto terzo imparziale, il mediatore, che opera nell’ambito di un ente pubblico o privato (cosiddetto organismo di mediazione). Gli organismi di mediazione devono sono iscritti nel registro tenuto presso il Ministero della Giustizia ed erogano il servizio di mediazione nel rispetto della legge e del loro regolamento interno (che deve essere previamente approvato dal Ministero della Giustizia).
Nel procedimento di mediazione le parti non devono essere rappresentate da un avvocato. Ciononostante, appare estremamente opportuno avvalersi di un'assistenza legale qualificata e specializzata, in grado di assicurare sia un accurato inquadramento giuridico dei fatti oggetto della controversia sia un'equilibrata valutazione sulle conseguenze delle decisioni da assumere nel corso del procedimento di mediazione.


FAQ

Quanto dura il procedimento di mediazione?

Il procedimento di mediazione ha in ogni caso una durata massima di 4 mesi.

Quanto emerso nel procedimento può essere successivamente utilizzato?

Le dichiarazioni rese o le informazioni acquisite nel corso del procedimento di mediazione non possono essere utilizzate nel giudizio successivo all'insuccesso della mediazione.Il mediatore non può essere tenuto a deporre sulle dichiarazioni e sulle informazioni conosciute nel procedimento di mediazione, né davanti all’autorità giudiziaria né davanti ad altra autorità.

Sono previste delle agevolazioni fiscali?

Tutti gli atti relativi al procedimento di mediazione sono esenti dall’imposta di bollo e da ogni altra spesa, tassa o diritto.Il verbale di conciliazione, inoltre, è esente dall’imposta di registro fino all’importo di 50.000 euro; in caso di importo superiore, l’imposta è dovuta per la parte eccedente.In caso di successo della mediazione, infine, le parti hanno diritto a un credito d’imposta fino a un massimo di 500 euro per il pagamento delle indennità complessivamente dovute all’organismo di mediazione. In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CONCILIAZIONE E MEDIAZIONE: VOCI CORRELATE

Conciliazione Co.Re.Com telecomunicazioni

di Avv. Marco Direnzo del 07/01/2013

Previsto dalla legge n. 249 del 31 luglio 1997 (c.d. legge Maccanico, istitutiva dell'Agcom), rubric..

Conciliazione

di Avv. Claudio Cecchella del 09/02/2012

Per conciliazione si intende l'insieme di strumenti che l'ordinamento offre alle parti di una contro..

Organismi di conciliazione

di Avv. Claudio Cecchella del 14/02/2012

Il decreto legislativo 4 marzo 2010 n. 28 non affida il ruolo di conciliatore-mediatore a chiunque, ..

Benefici fiscali della conciliazione

di Dott. Filippo Boni del 14/02/2012

Il legislatore con il decreto legislativo n. 28/2010, al fine di incentivare il ricorso al nuovo str..

Mediazione: rapporti con il processo

di del 09/03/2017

Il rapporto tra il processo e la mediazione va inquadrato nella relazione tra l'aggiudicazione delle..