Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Controversie internazionali: procedimento europeo per le controversie di lieve entità

del 20/07/2017
CHE COS'È?

Controversie internazionali procedimento europeo per le controversie di lieve entità: definizione

Il procedimento europeo per le controversie internazionali di lieve entità rappresenta una possibilità che viene messa a disposizione delle parti e che può essere utile, tra l'altro, per rendere più veloce e semplice il recupero di crediti transfrontalieri inferiori a 2mila euro: si tratta di una soluzione alternativa rispetto ai procedimenti che sono già previsti dalle norme in vigore nei singoli Stati membri. Nel caso in cui, nell'ambito di questo tipo di procedimento, in uno Stato membro sia pronunciata una sentenza, essa è riconosciuta anche negli altri Stati membri e diventa esecutiva senza che ci si possa opporre al suo riconoscimento e senza che ci sia bisogno di una dichiarazione di esecutività.


COME SI FA

Quando si applica il procedimento europeo per le controversie di lieve entità?

Il procedimento europeo per le controversie di lieve entità è opzionale e alternativo: esso coesiste con le leggi interne dei diversi Paesi della Ue. Valido unicamente per le controversie uguali o inferiori ai 2mila euro, assicura il riconoscimento e l'esecutività delle sentenze in altri Paesi dell'Unione Europea anche in assenza di una dichiarazione di esecutività. Esso può essere applicato solo se almeno una delle parti ha residenza abituale o è domiciliata in una Paese della Ue differente rispetto al Paese dell'organo giurisdizionale a cui si fa riferimento. Non può essere utilizzato per gli arbitrati, per i fallimenti, per le questioni di natura fiscale, per le violazioni della vita privata, per le questioni di natura amministrativa e per la responsabilità degli Stati nell'esercizio dei pubblici poteri. Anche la sicurezza sociale, il diritto di famiglia, i diritti della personalità, l'affitto di immobili e la capacità giuridica delle persone fisiche sono esclusi dagli ambiti di applicazione del procedimento europeo per le controversie di lieve entità.

Come funziona il procedimento?

Il procedimento europeo per le controversie di lieve entità non presuppone il lavoro di un avvocato: è sufficiente presentare la domanda relativa attraverso il cosiddetto modulo A, che va compilato inserendo i dati necessari e specificando la somma desiderata, per poi inoltrarlo all'organo giurisdizionale. Nel caso in cui la domanda non possa essere presa in considerazione perché riguarda una tematica che non è contemplata dall'ambito giurisdizionale del procedimento, l'attore viene informato dall'organo giurisdizionale; se, comunque, la domanda non viene ritirata, la controversia viene presa in esame dall'organo giurisdizionale sulla base del diritto processuale in vigore nello Stato membro nel quale il procedimento si svolge. Nel caso in cui, invece, le informazioni che sono state fornite dall'attore non siano sufficienti, viene spedito il cosiddetto modulo B, il quale va compilato inserendo le informazioni che mancano. Il respingimento della domanda si verifica se la domanda stessa è inammissibile o infondata in maniera manifesta, o se la richiesta inviata dall'organo giurisdizionale non ottiene una risposta nei tempi concordati. In caso contrario, viene inviato un modulo di replica. 


CHI

giudici degli Stati membri della Ue.


FAQ

1. Qual è lo scopo del procedimento europeo per le controversie di lieve entità?

L'obiettivo di tale soluzione è quello di ridurre i costi, di accelerare e di semplificare le controversie transfrontaliere di modesta entità per ciò che riguarda l'ambito commerciale e quello civile. Il procedimento, di solito, si svolge per iscritto e non prevede una presenza fisica in tribunale, anche se il tribunale stesso se lo ritiene necessario ha la facoltà di richiedere un'udienza orale.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

COMMERCIO INTERNAZIONALE: VOCI CORRELATE

Controversie internazionali: titolo esecutivo europeo

di del 08/09/2017

Il titolo esecutivo europeo costituisce uno strumento economico finalizzato all'esecuzione delle dec..

Controversie internazionali: assunzione prove all'estero

di del 04/09/2017

L'assunzione di prove all'estero nelle controversie internazionali va a incidere in maniera diretta ..

Controversie internazionali: giurisdizione nazionale

di del 18/08/2017

La giurisdizione nazionale rappresenta una delle questioni più significative nel contesto delle cont..

Contratti internazionali: hardship

di Avv. Marco Agami del 03/03/2011

Il termine inglese hardship viene tradotto in italiano come “disagio”, “avversità”. Nel linguaggio d..

Contratti internazionali

di del 31/03/2011

Vedi alle seguenti voci: Contratti internazionali: compravendita Contratti internazionali..