Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Whistleblowing

del 25/01/2016
CHE COS'È?

Whistleblowing: definizione

Il whistleblowing è l’azione di chi, in un’azienda pubblica o privata, rileva un pericolo, una frode (reale o solo potenziale) o un qualunque altro rischio in grado di danneggiare l’azienda stessa, gli azionisti, i dipendenti, i clienti o la reputazione dell’ente. Il whistleblower (termine inglese che si potrebbe tradurre come “soffiatore nel fischietto”) è colui che segnala questo rischio. 


COME SI FA

Il whistleblowing è legale?

In Gran Bretagna e negli Stati Uniti, sì. In Italia, solo negli ultimi tempi l’attenzione si è concentrata sulla questione. Alcune amministrazioni locali si sono già mosse in questo senso, mentre a livello nazionale il Parlamento è chiamato a decidere se rendere ufficiale questa possibilità. Il fine ultimo di una legge a favore dell’istituto del whistleblowing è quello di offrire, ai lavoratori che denunciano le irregolarità riscontrate, una tutela legale nei casi in cui da tale denuncia dovessero derivare delle ritorsioni.

Quali sono i rischi e le circostanze che possono finire nel mirino di un whistleblower?

Sono di tanti generi: può trattarsi di frodi sul luogo di lavoro, di situazioni pericolose, di comunicazioni sociali false, di danni ambientali, di operazioni finanziarie illecite, di negligenze mediche, di casi di concussione, di casi di corruzione o di minacce alla salute. 


CHI

Qualsiasi dipendente di un’azienda.


FAQ

1. Come è regolamentato il whistleblowing negli Stati Uniti?

Negli Usa, ci sono diverse leggi – sia statali che federali – che offrono una protezione agli impiegati che si rifiutano di prestarsi a direttive illegali o che denunciano comportamenti scorretti. Già nel 1863 è stato realizzato il False Claims Act, provvedimento che mira a proteggere coloro che presentano delle denunce dalle molestie, dagli ingiusti licenziamenti o da eventuali declassamenti professionali. Il False Claims Act, per altro, incentiva i dipendenti a denunciare garantendo loro addirittura una percentuale dei soldi che vengono recuperati. Nel 1912 è stata la volta del Lloyd-La Follette Act, destinato agli impiegati federali, che grazie a questa legge hanno ottenuto il diritto a dare al Congresso informazioni. Infine, alla fine degli anni Ottanta è stata approvata una legge federale, il Whistleblower Protection Act, che ha lo scopo di prevenire le azioni di ritorsione che potrebbero provenire dalla divulgazione di attività illecite. 

2. Com’è la situazione in Italia?

Nel nostro Paese, la figura del whistleblower è stata disciplinata per la prima volta con le cosiddette Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione contenute nella legge numero 190 del 6 novembre del 2012, che al comma 51 dell’articolo 1 parla di dipendenti pubblici che segnalano illeciti e che hanno diritto a forme di tutela parziali. In pratica, con questa legge, il dipendente pubblico che riferisce condotte illecite al proprio superiore o che le denuncia alla Corte dei conti o all’autorità giudiziaria italiana non può essere licenziato, sanzionato o discriminato, né direttamente né indirettamente, per ragioni che abbiano a che fare con la denuncia. In presenza di misure discriminatorie, queste dovrebbero essere segnalate al Dipartimento della funzione pubblica. In un procedimento disciplinare, inoltre, non si può rivelare l’identità della persona che ha presentato la denuncia, a meno che non sia la stessa a fornire il consenso in proposito. La tutela dell’anonimato, tuttavia, viene meno nel caso in cui conoscere l’identità sia fondamentale per permettere all’imputato di difendersi.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

TUTELA DEL LAVORATORE: VOCI CORRELATE

Conciliazione delle vertenze di lavoro

di del 20/02/2017

La conciliazione delle vertenze di lavoro consiste nel tentativo di comporre una controversia di lav..

Vertenze tra lavoratore e datore di lavoro

di del 12/06/2017

Le vertenze tra lavoratore e datore di lavoro, note anche con il nome di denunce di controversia di ..

Lavoro nero: responsabilità del datore di lavoro

di Dott.ssa GIORGIA SIGNAROLDI del 24/10/2011

Il lavoro irregolare è qualsiasi tipo di rapporto di lavoro costituito in violazione di norme indero..

Mobbing

di Avv. Giulio Bonanomi del 16/06/2011

Il mobbing è un fenomeno che si concretizza in comportamenti reiterati, volontari e protratti nel te..

Conciliazione monocratica

di del 09/02/2012

La conciliazione monocratica è un istituto nato con la cosiddetta Legge Biagi attuata con il decreto..