Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Il sistema per lo scambio di quota di gas ad effetto serra

del 13/06/2013
CHE COS'È?

Il sistema per lo scambio di quota di gas ad effetto serra: definizione

Il Parlamento Europeo e il Consiglio approvavano il 13 ottobre 2003 La Direttiva 2003/87/CE che istituisce un sistema per lo scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra nell'Unione Europea al fine di promuovere la riduzione delle emissioni inquinanti. Si tratta della prima concreta attuazione in Europa di uno dei meccanismi previsti dal Protocollo di Kyoto nella lotta contro il cambiamento climatico. A partire dal 1° gennaio 2005 il sistema di scambio di quote di emissioni, denominato Emission Trading System (ETS), permette agli Stati membri di adempiere agli obblighi di riduzione delle emissioni attraverso un meccanismo di acquisto o di vendita di quote di emissione. Una singola quota di emissioni corrisponde al diritto, concesso agli impianti che operano nei settori interessati dalla Direttiva (elencati nell’Allegato I), di emettere una tonnellata di biossido di carbonio CO2 nell’atmosfera. A perfezionare la direttiva 2003/87/CE, è intervenuta la direttiva 2004/101/CE (c.d. direttiva Linking) approvata il 27 ottobre 2004; che collega il mercato europeo delle emissioni alla possibilità di utilizzare le riduzioni generate da progetti di CDM ( meccanismo di sviluppo pulito)e di JI ( applicazione congiunta). Nel 2008 con la Direttiva del 2008/101/CE è stato incluso le attività di trasporto aereo nel sistema comunitario di scambio delle quote di emissione dei gas a effetto serra con alcune eccezioni espressamente indicate (voli di Stato, voli effettuati ai fini di ricerca e soccorso, voli umanitari, voli militari ecc., vedi Allegato I). Successivamente la Direttiva 2009/29/ CE, ha introdotto ulteriori modifiche in particolare, è stato modificato l’Allegato I che elenca le categorie di attività a cui si applica il sistema di scambio di quote, ampliandolo per esempio, sono ricompresi anche gli impianti che producono alluminio primario e secondario, e impianti che producono altri gas a effetto serra.

COME SI FA
Il Cap and trade fissa un tetto massimo al livello totale delle emissioni, tuttavia consente agli impianti intervenuti di acquistare e vendere quote secondo le loro necessità all'interno di tale limite. L’impianto che manterrà le emissioni di sotto del Cap, potrà vendere i diritti di emissione all'impianto che, non riuscendo a rispettare il predetto tetto, avrà l’esigenza di comprare diritti di emissione per compensare l’eccesso di inquinamento. Ci sono vari modi per formalizzare la vendita dei crediti del carbonio i principali sono: mediante il mercato primario ossia lo scambio può avvenire per operazioni bilaterali ad esempio un accordo di compravendita tra il proponente del credito e l’acquirente o attraverso il mercato secondario di solito si verifica tra intermediari ( Broker) e l’acquirente.

CHI
L’allegato I della Direttiva elenca le categorie di attività a cui si applica il sistema di scambio di quote. Ampliandolo di recente con la Direttiva 2009/29 per esempio, sono ricompresi anche gli impianti che producono alluminio primario e secondario, e impianti che producono altri gas a effetto serra.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

GAS TECNICI: VOCI CORRELATE

Azoto N2

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

L’azoto (N2) è un gas diffusissimo in natura, circa 78% in volume è presente nell’atmosf..

Protocollo di Kyoto

di Avv. Diana Yuditxa Bautista Martinez del 18/12/2014

Il Protocollo di Kyoto che deve il proprio nome alla città giapponese in cui è stato firmato e che c..

Gas tecnici: misurazione

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

I gas tecnici si misurano principalmente in due modi: a massa e a volume. Ma la misura a volume può ..

Ossigeno O2

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

L’ossigeno (O2) è un gas diffusissimo in natura, per poco meno del 21% in volume è presente ne..

Gas tecnici: accumulo

di Dr. Ing. Enrico de Carli del 31/03/2011

Va ricordato che, in sede tecnica o commerciale, parlando di “gas tecnici” si sottintend..