Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Verifiche apparecchi in pressione

del 04/05/2017
CHE COS'È?

Verifiche apparecchi in pressione: definizione

Le verifiche degli apparecchi in pressione sono di competenza dell'Inail competente per territorio. La sicurezza delle attrezzature a pressione rientra nei rischi che non sono indicati in maniera esplicita nel Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro (il D. Lgs. 81 del 2008); esse, in ogni caso, sono attrezzature di lavoro, e quindi in quanto tali sono comprese nella casistica riportata al capo I del titolo III. Il problema è che in molti casi vengono trascurate al momento della valutazione dei rischi, magari perché si fa affidamento solo sulla certificazione di cui sono munite.


COME SI FA

Come devono essere effettuate le verifiche degli apparecchi in pressione?

Queste attrezzature introducono nei contesti in cui sono collocate un rischio, anche nel caso in cui siano certificate in maniera corretta e siano verificate con regolarità in base a quanto previsto dal D. Lgs. 329 del 2004. Ci si potrebbe interrogare, però, sul fatto che la certificazione non faccia venir meno l'impegno per il datore di lavoro di procedere a una valutazione dei rischi. Va detto che la certificazione ha proprio lo scopo di evitare che il datore di lavoro sia costretto a entrare nel merito per ciò che riguarda la progettazione e la fabbricazione degli apparecchi, ma nel contempo egli è tenuto a prendere in considerazione, nel momento in cui sceglie un'attrezzatura, i rischi propri della stessa, in funzione della sua natura, delle modalità di utilizzo che saranno previste nel contesto aziendale, delle eventuali interferenze con le altre attrezzature presenti e del luogo di installazione. La valutazione dei rischi deve tenere conto dei rischi e dei pericoli che sono tipici delle attrezzature a pressione: per esempio, il rischio che le parti in pressione collassino, e che quindi il materiale o il fluido in pressione vengano proiettati o diffusi nell'ambiente. Come è ovvio, la certificazione riduce al minimo la probabilità che questo succeda, anche perché le apparecchiature che sono contraddistinte da un livello più elevato di energia potenziale accumulata possono essere certificate unicamente dopo un controllo eseguito da un ente notificato, come riporta la direttiva 97/237/CE.


CHI

I datori di lavoro.


FAQ

1. Che cosa sono le categorie del recipiente a pressione?

Le categorie del recipiente a pressione o della tubazione costituiscono un indicatore utile della dimensione della zona pericolosa o della gravità del danno: la I è quella che presuppone un livello di rischio più basso, mentre la IV è quella che presuppone un livello di rischio più elevato. Le attrezzature più pericolose dovrebbero essere posizionate in punti in cui non ci sono persone a rischio o esposte: ovviamente la certificazione permette che esse siano collocate anche in ambienti in cui sono presenti persone esposte, ma la sicurezza non è mai troppa in questi casi.

2. Come ci si deve comportare con gli scarichi delle valvole di sicurezza?

Questi scarichi vanno collocati in maniera tale che se la valvola di sicurezza viene azionata non vada a colpire delle persone: molto dipende dalla temperatura e dalla tipologia di fluido.

3. Come deve essere effettuata la manutenzione degli apparecchi in pressione?

Lo scopo della manutenzione deve essere quello di impedire degli avviamenti intempestivi o la proiezione di fluidi: il rischio, che non può essere eliminato del tutto, può comunque essere ridotto con una organizzazione ottimale di tutti i processi e con un metodo adeguato di LOTO, vale a dire Lock Out Tag Out.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA: VOCI CORRELATE

Verifiche impianti di terra

di del 29/08/2016

Le verifiche degli impianti di terra sono una parte fondamentale nell'ambito della manutenzione di u..

Progettazione impiantistica: legge 10

di del 31/03/2011

Quella che viene comunemente chiamata Legge 10, dal punto di vista edilizio, si traduce in una relaz..

Progettazione allarme antincendio

di del 18/05/2016

La progettazione di un allarme antincendio deve essere elaborata secondo le norme UNI e le norme CEI..

Progettazione impianti rilevazione fumi

di del 22/06/2016

La progettazione degli impianti di rilevazione fumi include la messa a punto dei componenti degli im..

Dichiarazione di conformità

di del 31/03/2011

La dichiarazione di conformità è una documentazione rilasciata dall’installatore dell’impianto (elet..