Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Progettazione parafulmini

del 25/08/2016
CHE COS'È?

Progettazione parafulmini: definizione

La progettazione dei parafulmini deve tenere conto dello scopo principale dei sistemi di protezione contro i fulmini, i quali devono proteggere sia gli edifici (rispetto ai danni meccanici che i fulmini sono in grado di provocare, oltre che agli incendi) sia le persone che si trovano al loro interno, che potrebbero essere vittime di incidenti o addirittura andare incontro alla morte. A comporre un sistema parafulmine completo sono una protezione interna e una protezione esterna: la prima è costituita da limitatori di sovratensione, mentre la seconda riguarda il parafulmine vero e proprio e la messa a terra. La funzione della protezione parafulmine interna è quella di impedire che si formino nell'edificio delle scintille pericolose, magari tramite collegamenti equipotenziali, mentre quella della protezione parafulmine esterna è quella di scaricare - attraverso uno scaricatore - l'elettricità del fulmine a terra intercettando al tempo stesso le fulminazioni dirette mediante un dispositivo di intercettazione.


COME SI FA

Che cos'è il gradiente di potenziale?

Per capire in che modo deve essere organizzata e gestita la progettazione dei parafulmini, è necessario ricordare che le correnti da fulmine sono delle correnti che non dipendono dal carico: in altre parole, nel momento in cui una corrente elettrica del genere passa attraverso delle parti conduttrici si ha sulla stessa parte conduttrice che viene attraversata una caduta di tensione a seconda della sua impedenza e dell'intensità della corrente. Quando su una superficie conduttrice uniforme in un solo punto si forma una corrente, si verifica la formazione di quello che viene definito gradiente di potenziale: ebbene, lo stesso effetto si palesa anche quando un fulmine colpisce una zona di terra uniforme, così che se dentro il gradiente di potenziale sono presenti degli esseri viventi la conseguente formazione della tensione di passo può dare vita a una pericolosa scossa elettrica. Chiaramente, maggiore è la conduttività del terreno, tanto più il gradiente di potenziale si rivela piatto, con una riduzione del rischio di tensioni di passo pericolose. 


CHI

Un progettista specializzato.


FAQ

1. Cosa succede quando un edificio viene colpito da un fulmine?

Nel momento in cui un fulmine colpisce un edificio dotato di un parafulmine, la corrente che viene scaricata tramite l'impianto di messa a terra determina una caduta di tensione. Non esiste alcun pericolo per chi si trova dentro l'edificio fino a quando tutti gli elementi conduttori che vengono introdotti dall'esterno e tutti gli elementi conduttori già presenti all'interno sono mantenuti allo stesso potenziale. Ecco perché per la progettazione dei parafulmini è necessario procedere alla cosiddetta equipotenzializzazione delle varie parti conduttrici presenti (vale, naturalmente, solo per quelle che possono essere effettivamente toccate e quindi in grado di far scaturire un pericolo reale). In caso di fulminazione, in assenza di equipotenzializzazione il rischio di tensioni di contatto pericolose è molto alto. Non solo: anche gli impianti elettrici sono a rischio nel momento in cui la corrente di un fulmine causa un aumento di potenziale per l'impianto di messa a terra. 

2. Perché si formano i fulmini?

I fulmini si formano perché, nel corso dei temporali, l'attrito, la nebulizzazione e altri processi di separazione delle cariche elettrostatiche fanno sì che le particelle di ghiaccio e le gocce d'acqua che si trovano nelle nuvole assumano una carica elettrica: in particolare, le particelle con una carica negativa si accumulano nella parte bassa delle nuvole, mentre quelle con una carica positiva si accumulano nella parte alta.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA: VOCI CORRELATE

Dichiarazione di conformità

di del 31/03/2011

La dichiarazione di conformità è una documentazione rilasciata dall’installatore dell’impianto (elet..

Progetto degli impianti idro-termici e gas

di Ing. Danilo Coldesina del 31/03/2011

Bisogna innanzitutto chiarire che si intende per progetto. Se facciamo riferimento ai lavori pubblic..

Verifiche D.M. 11 aprile 2011

di del 15/02/2017

Le verifiche D.M. 11 aprile 2011 fanno riferimento al Decreto 11 aprile 2011 del Ministero del Lavor..

Progettazione impianti elettrici

di del 22/01/2016

La progettazione di impianti elettrici nel nostro Paese è normata dal D.M. 37/08, che non è altro ch..

Denuncia ISPESL dei generatori di calore

di del 31/03/2011

La denuncia ISPESL dei generatori di calore consiste in una serie di documenti tecnici relativi all’..