Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Principi di revisione

del 09/11/2015
CHE COS'È?

Principi di revisione: definizione

I principi di revisione sono i riferimenti che regolano la revisione contabile. Quest'ultima non è altro che l'attività svolta dai revisori contabili, i quali applicando delle procedure campionarie hanno la possibilità di accertare la correttezza e la veridicità delle poste di un bilancio consolidato o di un bilancio di esercizio. La revisione contabile, infatti, tipicamente ha lo scopo di ottenere la certificazione del bilancio consolidato o del bilancio di esercizio da parte dei revisori contabili. 


COME SI FA

In cosa consistono, in concreto, i principi di revisione?

I principi di revisione possono essere nazionali o internazionali: i primi sono emanati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili; i secondi, invece, sono emanati da un organismo internazionale. I principi internazionali IAS / IFRS (sigle che sono gli acronimi di International Accounting Standards e International Financial Reporting Standards) sono elaborati con lo scopo di rendere le procedure di revisione omogenee e uniformi. Che si tratti di principi nazionali o di principi internazionali, comunque, la loro funzione è sempre la stessa, vale a dire quella di disciplinare lo svolgimento e l'esecuzione delle attività di revisione, sulla base della prassi che è andata formandosi con il passare degli anni. 

Cosa comportano i principi di revisione?

In assenza di problematiche, la relazione della società di revisione viene redatta sotto forma di lettera indirizzata ai destinatari. Tale lettera è costituita da tre paragrafi. Il primo assegna le responsabilità rispettive al revisore, a cui spetta un giudizio professionale sul bilancio, e agli amministratori della società, a cui spetta la predisposizione del bilancio, oltre a identificare il bilancio stesso, indicando l'esercizio di riferimento e il nome della società. Il secondo stabilisce i principi di revisione a cui fare riferimento, sostanzialmente specificando il soggetto che li emana, per poi descrivere le procedure seguite. Il terzo, infine, propone il giudizio del revisore a proposito della conformità ai principi di revisione del bilancio. 


CHI

Il commercialista o il revisore contabile.


FAQ

1. Qual è il riferimento normativo in materia di principi di revisione?

L'articolo 11 del decreto legislativo numero 39 del 2010 stabilisce che la revisione deve essere eseguita rispettando i principi di revisione scelti dalla Commissione Europea, sulla base della direttiva 2006 / 43 / CE, e in particolare dei paragrafi 1 e 2 dell'articolo 26. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze può, comunque, prescrivere l'obbligo di rispettare procedure di revisione ulteriori, ma anche imporre il divieto, in situazioni eccezionali, di osservare uno o più principi di revisione, a patto che tanto l'obbligo quanto il divieto derivino da specifiche disposizioni di legge che riguardino la portata della revisione. La revisione stessa, fino all'adozione dei principi scelti dalla Commissione Europea, deve essere eseguita sulla base dei principi elaborati dalla Consob, dagli ordini professionali e dalle associazioni del settore.

2. A cosa serve la revisione della contabilità?

L'obiettivo della revisione della contabilità è quello di fare sì che un'entità dipendente possa controllare e verificare se quel che è riportato nel bilancio di una società è veritiero e corrisponde alla realtà. Nella maggior parte dei casi, infatti, per ragioni di carattere pratico gli azionisti di una società non possono verificare la contabilità di persona, anche per favorire la riservatezza degli affari di quella società, e di conseguenza il ricorso a una categoria di professionisti come quella dei revisori contabili favorisce la certificazione e il controllo dei conti. Negli ultimi tempi, in molti Paesi sono state introdotte delle leggi a favore dell'obbligatorietà delle revisioni dei conti, e le attività di revisione sono state regolamentate proprio con l'emanazione di principi internazionali. Vale la pena di mettere in evidenza, in ogni caso, che la revisione contabile non sempre è obbligatoria: a volte può anche essere volontaria. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

REVISIONE: VOCI CORRELATE

Valutazione del potenziale

di del 09/04/2013

La valutazione del potenziale è, assieme alle altrettanto importanti valutazioni delle prestazioni e..

Controllo contabile legale dei conti

di Rag. Evania Socal del 12/11/2012

La revisione legale dei conti consiste in un processo articolato che attraverso varie attività di co..

Valutazione delle posizioni

di del 09/04/2013

La valutazione delle posizioni è lo strumento con il quale si analizzano i contenuti dei ruoli all’i..

Relazione di revisione

di Rag. Walter Flavio Camillo del 04/10/2011

La relazione di revisione è il documento con il quale il revisore legale – o la società di revisione..

Revisione legale dei conti

di Rag. Walter Flavio Camillo del 14/07/2016

L’attività di revisione legale è disciplinata dal decreto legislativo n. 39 del 2010 che ha modifica..