Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Accertamento parziale

del 04/08/2016
CHE COS'È?

Accertamento parziale: definizione

L'accertamento parziale è un atto con il quale si intende accertare uno specifico reddito senza pregiudizio di una ulteriore azione di accertamento, visto che non presuppone una valutazione né una verifica globale della posizione del contribuente. Ricorrono all'accertamento parziale, di solito, gli uffici finanziari allo scopo di dimostrare la parziale o inesistente indicazione di redditi di lavoro autonomo, di redditi di capitale, di redditi fondiari, di redditi soggetti a tassazione separata o di redditi differenti. Tra i redditi di lavoro autonomo sono inclusi i compensi soggetti a ritenuta, mentre i redditi di capitale includono gli utili distribuiti e non dichiarati e i redditi provenienti dalla partecipazione ad associazioni o a società. Per quel che riguarda i redditi fondiari, il riferimento è a canoni di locazione non dichiarati, mentre i redditi differenti riguardano tutti quei compensi che sono stati corrisposti e assoggettati a ritenuta ma che il percettore non ha dichiarato.


COME SI FA

Qual è il raggio di azione dell'accertamento parziale?

L'amministrazione finanziaria negli ultimi anni ha deciso di estendere progressivamente il raggio di azione allo scopo di farvi rientrare anche i controlli eseguiti attraverso studi di settore, parametri, coefficienti presuntivi di reddito e processi verbali di constatazione. La caratteristica peculiare dell'accertamento parziale è quella per cui l'accertamento stesso viene eseguito solo nel momento in cui si è in presenza di elementi che permettano di individuare delle irregolarità tributarie autonome. In sostanza, l'accertamento parziale ha un contenuto limitato; proprio per questo motivo non è da escludere la possibilità che per la stessa annualità possano essere notificati diversi accertamenti. Gli uffici possono notificare nei confronti dello stesso contribuente più di un accertamento: la definizione con adesione a mezzo dell'accertamento, evidentemente, chiude unicamente quel determinato accertamento e non gli altri. 


CHI

Il commercialista, da parte del contribuente, e gli uffici finanziari.


FAQ

1. Che cos'è un avviso di accertamento?

Con l'avviso di accertamento si arriva all'atto conclusivo di un procedimento che ha lo scopo di individuare o di rettificare il reddito reale di un contribuente in relazione a un certo periodo di imposta. L'accertamento parziale si basa su segnalazioni che possono provenire dall'anagrafe tributaria, dalle pubbliche amministrazioni, dalla Guardia di Finanza o dal centro informativo delle imposte dirette. L'ufficio, in seguito a queste segnalazioni, può rettificare la dichiarazione che il contribuente ha compilato, per esempio escludendo delle agevolazioni, delle esenzioni, delle deduzioni o delle detrazioni, ma anche accertando un reddito che non è stato dichiarato. Ecco perché l'accertamento parziale può essere considerato come un accertamento analitico che deriva da segnalazioni compiute da soggetti qualificati. La possibilità di emanare un avviso di accertamento successivo non viene compromessa, anche se tale avviso di accertamento chiama in causa elementi che l'ufficio aveva già acquisito al momento del precedente accertamento.

2. Che differenza c'è tra un accertamento parziale e un accertamento integrativo?

Un accertamento integrativo si differenzia da un accertamento parziale perché fa riferimento a elementi nuovi che l'ufficio ha acquisito in seguito all'emissione di un avviso di accertamento precedente. L'accertamento, infatti, può essere integrato fino alla scadenza del termine attraverso la notifica di nuovi avvisi se sono stati acquisiti nuovi elementi, secondo quanto previsto dal DPR n. 600 del 29 settembre del 1973 all'articolo 43. Devono, in ogni caso, essere indicati i nuovi elementi a fondamento dell'accertamento integrativo: in caso contrario, infatti, l'accertamento stesso deve essere considerato illegittimo e, quindi, si rivela nullo. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ACCERTAMENTI FISCALI: VOCI CORRELATE

Accertamenti fiscali: parametri di legge

di del 03/01/2011

Problema: le vostre scritture contabili sono regolari, ma il fisco può controllare le caratteristich..

Accertamenti fiscali: autotutela

di del 04/10/2011

L'autotutela consta nella possibilità, da parte dell'amministrazione, di auto correggersi nel moment..

Adesione integrale agli inviti al contraddittorio

di Rag. Walter Flavio Camillo del 18/05/2011

Con l’adesione integrale agli inviti al contraddittorio il contribuente accetta integralmente le rip..

Accertamenti fiscali: definizione agevolata delle sanzioni

di Rag. Walter Flavio Camillo del 10/01/2012

La definizione agevolata delle sanzioni è un istituto deflattivo “parziale” che consente al contribu..

Accertamento induttivo

di Dott. Rag. Nino Maffia del 30/05/2011

E’ un metodo di accertamento diverso da quello cosiddetto analitico in quanto può essere adottato so..