Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

IRPEF - Imposta sul Reddito Persone Fisiche

del 21/09/2011
CHE COS'È?

IRPEF - Imposta sul Reddito Persone Fisiche: definizione

L'Irpef è un'imposta diretta, personale, progressiva per scaglioni che si applica al reddito complessivo netto, formato da tutti i redditi del soggetto passivo.
E' regolata dal Testo Unico dell'imposta sui redditi (Decreto del Presidente della Repubblica n. 917/1986) ed è l'imposta con il numero maggiore di contribuenti e al primo posto per quanto riguarda il gettito fiscale dello Stato (circa un terzo).

Oggetto dell'imposta Irpef
Concorrono alla formazione del reddito complessivo imponibile Irpef tutti i redditi, continuativi oppure occasionali, che fanno capo a un determinato soggetto, sia che li percepisca in denaro, sia che ne fruisca in natura e da qualsiasi fonte provengano: redditi di fabbricati, di terreni, d'impresa, di lavoro autonomo o dipendente, redditi derivanti da partecipazioni in società di persone o di capitali, eccetera.
I redditi dei coniugi sono tassati separatamente.
I redditi dei beni oggetto di comunione legale sono imputati per metà a ciascuno dei coniugi.

Redditi non imponibili Irpef
Non concorrono alla formazione del reddito complessivo Irpef:

  • pensioni per invalidità, pensioni sociali e sussidi corrisposti dagli enti pubblici di assistenza;
  • redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta (vincite a lotterie e concorsi) e i redditi soggetti a imposta sostitutiva (quelli derivanti da BOT, CCT, BTP, da depositi bancari, fondi comuni di investimento);
  • indennità di fine rapporto e retribuzioni arretrate (relative a precedenti anni);
  • redditi da lavoro dipendente prestato all'estero in via continuativa;
  • assegni familiari e assegni periodici spettanti al coniuge separato per il mantenimento dei figli;
  • reddito dell'abitazione principale fino all'ammontare della rendita catastale.

Rag. Marco Vizzini
Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano
Vizzini Rag. Marco

COME SI FA

 Aliquote IRPEF

Scaglione di reddito

23%

fino a 15.000 Euro

27%

da 15.000 a 28.000 Euro

38%

da 28.000 a 55.000 Euro

41%

da 55.000 a 75.000 Euro

43%

Per redditi superiori a 75.000 euro


Schema di calcolo dell'Irpef
  1. Si determina dapprima il reddito complessivo, sommando i redditi netti di ogni categoria che concorrono a formarlo e sottraendo le eventuali perdite derivanti dall'esercizio di imprese commerciali, o di arti o professioni; calcolo dell'imponibile netto Irpef, detraendo dall'imponibile lordo gli oneri deducibili;
  2. calcolo dell'imposta lorda, applicando all'imponibile netto gli scaglioni di reddito e le relative aliquote;
  3. calcolo della somma delle detrazioni d'imposta spettanti al contribuente;
  4. calcolo dell'imposta netta, detraendo dall'imposta lorda l'importo delle detrazioni.
Il modello dichiarativo può essere il Modello 730 (semplificato) oppure il Modello Unico.
Per quanto riguarda il Modello 730 i termini di consegna si distinguono a seconda di chi avrà l’incarico della compilazione:
  • 30 aprile di ogni anno: se il modello è presentato al proprio sostituto d'imposta;
  • 31 maggio di ogni anno (salvo proroghe): se il modello è presentato a un Caf o a un professionista abilitato. Il lavoratore dipendente o il pensionato che ha percepito solo il reddito attestato dal proprio Cud è esentato dal presentare la dichiarazione dei redditi
In funzione della modalità di presentazione in cartaceo o telematico, i termini di consegna del Modello Unico PF sono:
  • 30 giugno di ogni anno (salvo proroghe) in caso di presentazione in formato cartaceo presso le poste;
  • 30 settembre di ogni anno (salvo proroghe) in caso di presentazione in formato elettronico per via telematica.

CHI
Per effettuare il calcolo ed il pagamento dell’Irpef dovuta il contribuente dovrà predisporre direttamente oppure avvalendosi di un consulente fiscale o di un Caf la propria dichiarazione dei redditi.

FAQ

In quali casi non c'è l'obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi?

In generale, quando il contribuente non deve nulla al fisco. Questo avviene nel caso in cui le persone fisiche, non obbligate alla tenuta di scritture contabili, non abbiano redditi salvo eventualmente quello dell'abitazione principale, oppure abbiano redditi esenti o sottoposti a imposta sostitutiva (ad esempio gli interessi dei BOT), o ancora quando l'imposta dovuta risulta uguale a zero o inferiore a 12 euro (il fisco non accetta versamenti Irpef al di sotto di questa soglia).I lavoratori dipendenti e i pensionati possono fare a meno di presentare la dichiarazione anche in un altro caso: quando hanno solo redditi corrisposti da un sostituto d'imposta (come la propria azienda o l'Inps) che ha già effettuato la ritenuta d'acconto.

Quando un familiare può essere considerato a carico ai fini dell'Irpef?

Quando possiede un reddito complessivo non superiore a 2.840,51 euro, oneri deducibili compresi.Quando questo limite viene superato, le detrazioni per familiari a carico non spettano nemmeno in parte: dunque è irrilevante verificare in che mese dell'anno ciò sia avvenuto.

Come vanno considerati i redditi dei lavoratori "atipici"? E le borse di studio?

I redditi derivanti da collaborazioni o da lavori a progetto, con retribuzione periodica prestabilita, sono a tutti gli effetti equiparati a redditi da lavoro dipendente. Ciò vale in generale anche per borse e assegni di studio, con l'eccezione dei casi in cui queste somme sono esenti da Irpef.
vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

ROBERTA

12/04/2012 16:47:57

SONO PIENAMENTE SODDISFATTA, L'ARGOMENTO è STATO CENTRATO E SCHEMATIZZATO

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

IMPOSTE: VOCI CORRELATE

Canone RAI

di Dott.ssa Lisa Di Sacco del 30/01/2012

Il regio decreto legge 246/1938 ha introdotto il Canone Rai. L’articolo 1 recita testualmente “Chiun..

Imposte dirette

di Rag. Marco Vizzini del 10/01/2012

Prima di analizzare le imposte dirette cerchiamo di chiarire alcuni concetti di base. I tributi si s..

Risparmio

di Dott.ssa Emilia D'Aprile del 14/05/2015

Regime dei minimi o regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobili..

IVA nelle operazioni immobiliari

di Dott.ssa Sandra Scarabello del 17/10/2012

L’Iva nelle operazioni immobiliari è un particolare sistema di applicazione dell’imposta nell’ambito..

IVA esente esclusa non imponibile

di del 11/01/2012

L'imposta sul valore aggiunto è un tributo dovuto al ricorrere di tre presupposti: oggettivo: d..