Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Accertamenti fiscali: studi di settore

del 25/05/2011
CHE COS'È?

Accertamenti fiscali studi di settore: definizione

Lo studio di settore anzi gli studi di settore sono indicatori di normalità economica. 
Tali strumenti sono utilizzati dall'Agenzia delle Entrate per valutare la capacità di produrre ricavi o conseguire compensi delle singole attività economiche. 
E’ una presunzione semplice anche se spesso le Agenzie, periferiche, delle Entrate attribuiscono allo studio di settore valore di presunzione legale tentando di ribaltare l’onere della prova inerentemente alla disapplicazione sul contribuente.

Dott. Rag. Nino Maffia
Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pistoia 
Maffia e Associati

COME SI FA
L’Agenzia non può fondare soltanto l’accertamento sullo scostamento fiscale tra quanto dichiarato ed i livelli di congruità di cui allo studio di settore, relativo alla classe economica di appartenenza, se non indica ulteriori elementi anche di tipo presuntivo che suffragano la pretesa. 
La Cassazione con numerevoli sentenze [1] ha enunciato il principio che lo studio di settore, per assurgere a prova, deve essere supportato da ulteriori elementi, come ad esempio l'abnormità e l’irragionevolezza dello scostamento e deve essere preceduto dal contraddittorio con il contribuente, pena la nullità dell’atto di accertamento. 
Pertanto l’onere della prova è a carico dell’Amministrazione Fiscale. 

[1] (Cassazione n. 18020 del 6.8.2009 – nn. 26635 – 26636 – 26637 e 26638 del 18.12.2010 – n. 19136 del 16.6 / 7.9.2010) (Cassazione n. 17229 del 9.2 / 28.7.2006)

CHI
L'avviso di accertamento basato sugli studi di settore lo emette l’Agenzia delle Entrate territorialmente competente.

FAQ

Può l’Agenzia delle Entrate emettere un accertamento senza aver instaurato il contraddittorio con contribuente?

Logicamente l’Agenzia ha il potere ma l’atto è viziato da nullità. Nullità che deve essere eccepita nella fase del contenzioso per poterla far valere.

Può l’Agenzia delle Entrate emettere un accertamento fondato sugli studi di settore non tenendo in considerazione le ragioni difensive del contribuente apportate nella fase del contraddittorio?

No. L’atto se ritualmente eccepito in fase contenziosa sul punto è carente di motivazione e viziato nell'iter procedimentale e quindi nullo, così dicasi per un rigetto di puro stile ma senza congrua e/o effettiva motivazione in relazione alle deduzioni del contribuente.

Può l’Agenzia emettere l’atto di accertamento fondato sugli studi di settore in assenza di ulteriori elementi presuntivi a supporto dello stesso?.

No. Ma bisogna prestare attenzione quando i ricavi dichiarati (e di conseguenza il potenziale reddito che ne discende) sono in maniera abnorme divergenti da quelli attribuiti dal calcolo statistico. Nel qual caso bisogna indicare le ragioni e le prove anche di tipo presuntivo idonee a contrastare la pretesa.
vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

Mario Sanna

21/02/2012 11:30:18

Buongiorno, io sono titolare di una gelateria artigianale e non riesco mai ad essere in regola con gli studi, vorrei sapere come fanno a definire gli incassi che presumono sapendo solo quali sono i costi e senza avere idea del prezzo di vendita.
Vorrei sapere dove posso consultare i parametri che vengono utilizzati.

Nino Maffia

24/02/2012 10:04:12

Gli studi di settore non sono elaborati trasparenti, tanto è che l'AIDC (ossia la commissione di studio dei Dottori Commercialisti) ha denunciato ciò (con esito negativo) alla Commissione Europea.
Essi sono la proiezione e/o l'incidenza dei costi e di altri dati della ditta sul volume di affari nel suo insieme, e quindi a prescindere dal prezzo di vendita unitario del prodotto, acquisita su uno studio della media del settore.
Concludendo allo studio di settore non interessa il prezzo di vendita praticato (esso può essere elemento di difesa).
I parametri utilizzati per l'elaborazione dei calcoli degli studi di settore (cluster) possono essere consultati e ricercati nell'apposita sezione del sito dellAgenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it)

ANDREA

21/06/2012 14:56:38

Sono un giovane medico che lavora con contratto di prestazione d'opera presso una clinica privata. Alla richiesta di p.iva all'Agenzia delle Entrate questa mi ha assegnato il codice di attività 861020.
Sono soggetto a studi di settore?
Grazie!

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ACCERTAMENTI FISCALI: VOCI CORRELATE

Accertamenti fiscali: redditometro

di Rag. Angelo Galdenzi del 04/01/2012

Il redditometro è uno strumento di controllo che può portare ad un accertamento sintetico. E' applic..

Accertamento anticipato

di Dott. Stefano Martini del 22/02/2012

Lo statuto del contribuente stabilisce all'articolo 12 che il contribuente ha diritto di comunicare ..

Accertamenti fiscali: autotutela

di del 04/10/2011

L'autotutela consta nella possibilità, da parte dell'amministrazione, di auto correggersi nel moment..

Accertamenti fiscali: spesometro

di del 06/02/2012

La Manovra d’estate per il 2010 ha introdotto l’obbligo di comunicare all'Amministrazione Finanziari..

Adesione integrale agli inviti al contraddittorio

di Rag. Walter Flavio Camillo del 18/05/2011

Con l’adesione integrale agli inviti al contraddittorio il contribuente accetta integralmente le rip..