Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Responsabile civile

del 11/01/2011
CHE COS'È?

Responsabile civile: definizione

Il responsabile civile è il soggetto tenuto a risarcire, insieme all’imputato, i danni procurati con la commissione di un reato. Può trattarsi di persona fisica (il sorvegliante della persona incapace, ad esempio) o di un ente (si pensi all’impresa di assicurazione obbligatoria per i veicoli).
(codice procedura penale articolo 83)

Avvocato Barbara Bruno
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avv. Barbara Bruno


COME SI FA

Il responsabile civile che debba rispondere civilmente del fatto commesso dall’imputato deve essere chiamato a partecipare nel processo penale dalla parte civile o, in casi particolari, dal pubblico ministero. La richiesta di citazione del responsabile civile deve essere presentata al giudice il quale ordina la sua chiamata in causa con un provvedimento che contiene sia i dati utili per la corretta individuazione del responsabile (generalità, denominazione), sia quelli necessari per la comprensione della vicenda (indicazione delle domande che si fanno valere contro il responsabile civile, indicazione della parte civile costituita in giudizio per ottenere il risarcimento) sia, infine, quelli rilevanti sotto il profilo della procedura (invito a costituirsi in giudizio secondo le norme del codice). Una copia di questo provvedimento viene notificata al responsabile civile, che quindi potrà intervenire nel processo tramite un procuratore speciale. Il responsabile civile può decidere di partecipare al processo anche volontariamente, senza cioè attendere la notifica del decreto del giudice. In ogni caso, il responsabile civile viene estromesso dal giudizio non appena la parte civile (beneficiaria dell’eventuale risarcimento) revochi la propria costituzione o venga esclusa dal giudice.


CHI

Chiamare in causa il responsabile civile spetta alla parte civile costituita (o al pubblico ministero in alcuni casi particolari). Il responsabile civile deve stare in giudizio con un procuratore speciale nominato con una dichiarazione depositata nella cancelleria del giudice che procede o anche in udienza. E’ necessaria quindi l’assistenza di un Avvocato che, attraverso l’atto di costituzione del responsabile civile, evidenzi al giudice le ragioni che giustificherebbero, per esempio, l’esclusione dello stesso dal processo ovvero la inesistenza del titolo di responsabilità o comunque dei requisiti per il suo coinvolgimento in quel processo penale.


FAQ

Sono previste figure astrattamente corresponsabili per il fatto commesso dall’imputato?

Sì. La responsabilità civile con l’imputato è prevista dalle leggi civili per soggetti quali il sorvegliante dell’incapace, i genitori, tutori e maestri d’arte, gli imprenditori ed i committenti, i proprietari di edifici e di autoveicoli, gli albergatori, i proprietari e gli editori della pubblicazione, le imprese di assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore o natanti, gli esercenti degli aeromobili, lo Stato (nel caso di reati commessi dai magistrati nell’esercizio delle loro funzioni).

Fino a che momento processuale si può richiedere la citazione del responsabile civile?

Al massimo per il dibattimento. 

In quali casi il pubblico ministero può chiedere la citazione del responsabile civile?

Quando il danneggiato sia incapace perché infermo di mente o perché minorenne e quindi in casi di assoluta urgenza, l’azione civile può essere esercitata dal pubblico ministero, il quale può agire per la citazione in giudizio del responsabile civile.

L’imputato può richiedere la citazione in giudizio del responsabile civile?

Sì, ma solo eccezionalmente, nel caso di responsabilità civile derivante dall’assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore e per i natanti, purché vi sia già una parte civile costituita. Peraltro, la citazione quale responsabile civile di una società di assicurazione, per il caso di contratto stipulato ai sensi della legge 24 dicembre 1969 n. 990, è consentita dall'articolo 83 codice procedura penale (come integrato dalla Corte Costituzionale con sentenza del 16 aprile 1998, n. 112) al solo imputato che sia contraente della polizza, e non anche all'imputato che sia terzo rispetto al negozio di copertura assicurativa dei danni provocati dalla circolazione del veicolo da lui condotto al momento del fatto contestato.

Quali sono le cause di nullità della citazione del responsabile civile?

La citazione è nulla se per omissione o per erronea indicazione di qualche elemento essenziale il responsabile civile non è stato posto in condizione di esercitare i suoi diritti nell’udienza preliminare o nel giudizio. 

Si può richiedere l’esclusione dal processo del responsabile civile?

Sì. La richiesta può essere avanzata dall’imputato, dalla parte civile o dal pubblico ministero. L’importante è che la parte che avanzi richiesta di esclusione del responsabile civile non ne abbia chiesto prima la citazione. Anche il responsabile civile può chiedere di essere escluso, quando non sia intervenuto in giudizio volontariamente. La richiesta dev’essere in ogni caso motivata.

Si può avere un’esclusione del responsabile civile “d’ufficio”?

Sì. Fino a che nel giudizio di primo grado non sia stato dichiarato aperto il dibattimento, il giudice può disporre l’esclusione del responsabile civile anche in assenza di istanza da parte di altri soggetti. L’esclusione è giustificata dalla verifica dell’insussistenza dei requisiti per la citazione o per l’intervento  del responsabile civile.

Se nel processo penale c’è stata esclusione del responsabile civile, le azioni risarcitorie possono essere fatte valere nel giudizio civile?

Sì. L’esclusione del responsabile civile non pregiudica l’esercizio in sede civile dell’azione per le restituzioni e per i risarcimenti del danno. Però, se il responsabile civile è stato escluso su richiesta della parte civile, essa non potrà più esercitare l’azione davanti al giudice civile per il medesimo fatto. 

L’imputato può essere citato come responsabile civile?

Sì. Può essere chiamato a rispondere dei risarcimenti per i fatti commessi dai coimputati quando sia prosciolto o sia pronunciata nei suoi confronti sentenza di non luogo a procedere.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PROCESSO PENALE: VOCI CORRELATE

Decreto penale di condanna

di Avv. Barbara Sartirana del 31/03/2011

Il decreto penale di condanna rappresenta una delle modalità processuali attraverso cui giungere all..

Impugnazioni penali

di del 05/04/2016

Le impugnazioni penali sono un rimedio giuridico disciplinato nel libro IX del codice di procedura p..

Opposizione a decreto penale di condanna

di Avv. Barbara Sartirana del 30/06/2016

L’opposizione al decreto penale di condanna è l’atto attraverso il quale il decreto penale di condan..

Ricorso per Cassazione

di del 16/05/2016

Il ricorso per Cassazione nel processo penale rappresenta un mezzo di impugnazione ordinario previst..

Corte di Cassazione: sentenza

di Avv. Antonio Lamarucciola del 14/11/2011

L’organo supremo della giustizia civile e penale previsto dal nostro ordinamento giuridico è la Cort..