Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Tecnico competente in acustica ambientale

del 29/06/2012
CHE COS'È?

Tecnico competente in acustica ambientale: definizione

La L.447/95 (Legge Quadro sull’Inquinamento Acustico) all’art. 2 comma 6 cita testualmente:
“… è definito Tecnico Competente la figura professionale idonea ad effettuare le misurazioni, verificare l’ottemperanza ai valori definiti dalle vigenti norme, redigere piani di risanamento acustico, svolgere le relative attività di controllo.”

Il D.P.C.M. 31 Marzo 1998 (Atto di indirizzo e coordinamento recante criteri generali per l'esercizio dell'attività del tecnico competente in acustica) chiarisce ulteriormente la definizione di Tecnico Competente mediante il riconoscimento dei titoli di studio e delle esperienze professionali necessarie per accedere a tale tipo di attività.

Il tecnico competente in acustica ambientale (acronimo TCAA) è quindi un professionista autorizzato per legge ad effettuare misure fonometriche e a eseguire studi tecnici sull’inquinamento ambientale dovuto al rumore. Tuttavia per molto tempo l’accesso alle liste regionali di coloro ai quali era riconosciuta la titolarità di poter svolgere attività professionale nel campo dell’Acustica Ambientale è stato riservato a norma di legge solo a coloro che avevano acquisito esperienza ‘’sul campo’’ in maniera continuata e non occasionale, quindi non necessariamente un professionista specificatamente formato nel settore, ma un qualunque tecnico iscritto ad un ordine professionale che potesse dimostrare di aver svolto esperienza pratica in materia. Negli ultimi anni invece le regioni che hanno acquisito proprie norme territoriali in materia di risanamento dall’inquinamento acustico, hanno previsto che il Tecnico Competente in Acustica Ambientale potesse essere anche quel professionista che, già iscritto ad un proprio ordine professionale come architetti, ingegneri, geometri, geologi, periti eccetera, frequentato un corso di formazione professionale specifico finalizzato all’abilitazione all’esercizio della professione, potesse accedere alle liste dei professionisti accreditati presso la regione di competenza territoriale ma con validità del mandato su tutto il territorio nazionale. Ne consegue che tali figure professionali non solo acquisiscono un’approfondita formazione specifica in materia mediante corsi tenuti da parte di relatori di comprovata professionalità nel settore, ma anche hanno la possibilità di verificare sul campo ciò che la teoria e la normativa ha messo loro a disposizione come strumenti di discernimento delle diverse situazioni e casistiche che possono presentarsi di volta in volta.

La figura professionale come sopra definita è quindi chiamata ad occuparsi di diverse situazioni in materia di acustica quali:
- valutazione di impatto acustico
- valutazione di clima acustico
- piani di risanamento da inquinamento acustico
- progettazione finalizzata alla riduzione di immissione di inquinamento acustico
- progettazione finalizzata alla protezione da inquinamento acustico in ambiente abitativo e lavorativo
- valutazione della salubrità dell’ambiente di lavoro dal punto di vista acustico
- vibrazioni
- valutazione dei requisiti tecnici passivi in ambiente abitativo

Il TCAA è inoltre chiamato ad occuparsi di:
- redazione di piani di zonizzazione acustica
- redazione di regolamenti comunali in materia di acustica ambientale
- valutazione delle proposte di risanamento acustico e modalità e tempi di attuazione

Come si può notare i campi di applicazione delle competenze del TCAA sono molteplici e altrettanto diverse e specifiche sono le norme vigenti che sottendono ad ognuna delle categorie sopracitate e alle quali il professionista deve attenersi per poter effettuare misurazioni, valutazioni, elaborazione dati rilevati per poter dare pareri conclusivi.


COME SI FA
Allo stato attuale della normativa in vigore, i professionisti che vogliono accedere allo svolgimento dell'attività di Tecnico Competente in Acustica Ambientale, devono possedere oltre ai titoli di studio sotto indicati, frequentare un corso di formazione di 200 ore patrocinato dalle diverse regioni che ne abbiano deliberato e regolato lo svolgimento mediante enti di formazione riconosciuti per serietà e competenza
Alla fine del corso viene sostenuto un esame di verifica attitudinale delle competenze acquisite (generalmente una prova scritta e una orale da svolgersi davanti ad una commissione composta da tre membri di cui uno di nomina regionale, uno appartenente ad ente pubblico di controllo territoriale in campo acustico e uno interno all'ente di formazione). 
Una volta superata la verifica con esito positivo è possibile presentare domanda di iscrizione nelle liste dei Tecnici Competenti in Acustica Ambientale della propria Regione di residenza dove si è frequentato il corso di formazione, indicando e allegando alla domanda anche l'attestato di frequenza del corso con superamento della verifica finale oppure documentazione attestante la comprovata esperienza continuativa di 2 o 4 anni in materia di acustica ambientale.
Il riconoscimento dell'accreditamento regionale viene esteso automaticamente anche alle altre regioni che in maniera equiparata si sono adottate di regolamenti interni di formazione professionale in materia di Acustica Ambientale. Tuttavia è naturale conseguenza di quanto sopra che tali figure professionali specificatamente formate sono riconosciute anche nel restante territorio nazionale ove siano ancora in vigore i soli requisiti richiesti dalla Legge 447/95.

CHI

Nell’articolo 6 e 7 e 8 della legge 447/95 si definiscono anche le tipologie di studi che competono a questa figura professionale e l’esperienza di pratica richiesta per essere ammessi alla lista.

Art. 2 comma 6 “…Il Tecnico Competente deve essere in possesso del diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o del diploma universitario ad indirizzo scientifico ovvero del diploma di laurea ad indirizzo scientifico.
Art. 2 comma 7 “l’attività di Tecnico Competente può essere svolta previa presentazione di domanda presso l’assessorato competente in materia ambientale e corredata da documentazione comprovante l’attività svolta in maniera non occasione per quattro anni per i possessori di diploma di scuola media superiore e di due anni per i laureati…”
Art. 2 comma 8 “le attività di cui al comma 6 possono essere svolte altresì da coloro che, in possesso di diploma di scuola media superiore, siano in servizio presso le strutture pubbliche e territoriali e vi svolgano la propria attività nel settore dell’acustica ambientale…”

Le indicazioni contenute nella legge 447/95 sono state poi ulteriormente specificate e approfondite dal D.P.C.M. sopraindicato che chiarisce inoltre quanto segue:
Art.2 comma 2 “Tra i diplomi di scuola media superiore ad indirizzo tecnico è compreso quello di maturità scientifica e tra i diplomi universitari o i diplomi di laurea ad indirizzo scientifico, quelli in ingegneria ed architettura.”


vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

ACUSTICA: VOCI CORRELATE

Isolamento acustico materiali

di del 19/09/2016

Per l'isolamento acustico vengono utilizzati i cosiddetti materiali fonoassorbenti, a cui si ricorre..

Emissioni in atmosfera

di del 21/11/2016

La maggior parte delle attività produttive e delle attività di servizio presuppone delle emissioni i..

Radiazioni ottiche - saldature - laser

di del 16/03/2017

Le radiazioni ottiche sono radiazioni elettromagnetiche che rientrano nella gamma di lunghezza d'ond..

Campionamento amianto

di del 19/10/2016

Il campionamento dell'aria rispetto alla presenza di amianto è un'attività obbligatoria, imposta dal..

Requisiti acustici passivi in edilizia

di Arch. Silvia Cipelli del 19/09/2012

I Requisiti Acustici Passivi in edilizia sono i parametri fondamentali necessari alla valutazione de..