Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Incapacità della persona

del 13/01/2016
CHE COS'È?

Incapacità della persona: definizione

Il concetto di incapacità della persona è molto ampio, in quanto può fare riferimento sia all'incapacità naturale che all'incapacità legale. L'incapacità naturale è, semplicemente, la situazione per cui un soggetto che di solito è capace non è in grado, per motivi contingenti, di valutare in maniera adeguata le conseguenze dell'attività svolta. Dal punto di vista legale, il problema principale consiste nel disciplinare e normare le conseguenze giuridiche che derivano dagli atti che vengono compiuti dal soggetto incapace naturale. Al riguardo, l'ordinamento prevede una distinzione tra atti personalissimi, atti unilaterali e contratti. Per quel che riguarda gli atti personalissimi, l'impugnabilità in casi specifici come le donazioni, i matrimoni e i testamenti derivano unicamente dal compimento dell'atto da parte del soggetto incapace naturale. Perché gli atti unilaterali possano essere annullati, invece, è indispensabile che in capo all'incapace si sia prodotto un grave pregiudizio. Per l'annullamento dei contratti, infine, c'è bisogno della malafede del contraente capace, vale a dire la sua consapevolezza che l'incapace sia tale, da cui deriva la volontà di trarne vantaggio. L'incapacità legale, invece, è quella stabilita dalla legge.


COME SI FA

Che cos'è l'incapacità legale assoluta?

L'incapacità legale assoluta rappresenta una forma di incapacità che impedisce a chi è coinvolto di svolgere qualsiasi tipo di atto giuridico: l'interdizione legale, l'interdizione giudiziale e la minore età sono tre esempi di incapacità assoluta. Per quel che concerne l'interdizione giudiziale, essa dipende dal giudice che la pronuncia con una sentenza ad hoc, ed è regolata dagli articoli 414 e seguenti del Codice Civile: riguarda, in sostanza, i soggetti - come per esempio i minorati mentali - che di norma sono incapaci di intendere e di volere. Va ricordato, poi, che gli atti compiuti da minorenni che hanno occultato la propria età non possono essere annullati.

Che cos'è l'incapacità legale relativa?

A differenza dell'incapacità legale assoluta, quella relativa permette ai soggetti di svolgere determinati atti giuridici: sono esclusi, in sostanza, gli atti che hanno un effetto sul patrimonio, mentre gli atti di ordinaria amministrazione possono essere compiuti. L'incapacità legale relativa può presupporre l'emancipazione o l'inabilitazione: nel primo caso coinvolge un soggetto minorenne che ottiene dal tribunale l'autorizzazione a sposarsi prima di compiere diciotto anni; nel secondo caso riguarda i soggetti che si trovano in uno stato di infermità mentale che non richiede l'interdizione e quelli che si trovano in uno stato patologico, vale a dire una condizione che potrebbe influenzare la capacità di intendere e di volere. L'inabilitazione può essere revocata in qualsiasi momento, a patto che - ovviamente - non sia più in essere la ragione che l'ha generata. 


CHI

Il giudice che stabilisce l'interdizione. 


FAQ

1. Che cosa comporta l'interdizione?

L'interdizione, secondo quanto previsto dall'articolo 427 del Codice Civile, presuppone una situazione di incapacità legale che può essere paragonata a quella in cui si trova un ragazzo di minore età, il che vuol dire che tutti gli atti compiuti da un soggetto interdetto possono essere annullati. A proporre l'istanza di interdizione possono essere i parenti entro il quarto grado, il coniuge, la persona che convive stabilmente con il soggetto, il tutore, gli affini entro il secondo grado, il pubblico ministero o il curatore. L'incapacità decorre dal momento in cui la sentenza viene pubblicata, cioè viene comunicata allo stato civile dall'ufficiale in modo che sia annotata a margine dell'atto di nascita. In questo modo, tutti possono venire a conoscenza della condizione dell'incapace.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PERSONE INCAPACI: VOCI CORRELATE

Legge 104

di del 16/09/2015

La legge 5 febbraio 1992 n. 104, conosciuta più semplicemente come legge 104/92, contiene la discipl..

Interdizione

di Avv. Luisella Saldarini del 15/04/2011

L'interdizione, come previsto dall'articolo 414 codice civile, è un provvedimento a favore e a prote..

Tutela dell'interdetto

di Avv. Fabio Benatti del 17/05/2012

La tutela dell’interdetto è lo strumento previsto per la protezione di tale soggetto. L’articolo 424..

Amministrazione di sostegno incapaci

di Avv. Luisella Saldarini del 17/05/2012

L'amministrazione di sostegno è un istituto introdotto con la legge 9 gennaio 2004 n. 6 e finalizzat..

Incapacità di intendere e di volere

di Avv. Giancarlo Musto del 17/05/2012

La capacità di intendere e di volere può essere definita come l’attitudine a rendersi conto della po..