Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Divorzio: effetti

del 11/01/2016
CHE COS'È?

Divorzio effetti: definizione

La sentenza di divorzio produce effetti diversi che possono variare a seconda delle specifiche circostanze. Nel caso di un matrimonio civile, per esempio, il vincolo matrimoniale viene sciolto, mentre nel caso di un matrimonio religioso vengono meno gli effetti civili, anche se rimane l'indissolubile vincolo che riguarda il sacramento religioso. Sul piano pratico, la moglie che aveva aggiunto il cognome del marito al proprio in seguito al matrimonio lo perde, a meno che non faccia specifica richiesta per mantenerlo (non è detto, però, che la richiesta venga accolta: il giudice, infatti, per accettarla deve riconoscere l'esistenza di un interesse, per la moglie o per i figli, che necessiti di tutela). 


COME SI FA

Cosa comporta la sentenza di divorzio?

In seguito al divorzio viene stabilita la destinazione di tutti i beni di proprietà, a cominciare dalla casa coniugale. Inoltre, il giudice può decidere che uno dei due coniugi corrisponda all'altro il cosiddetto assegno divorzile, vale a dire un assegno periodico che deve essere versato fino a quando il coniuge meno abbiente dal punto di vista economico non si sposa di nuovo. L'importo dell'assegno viene stabilito in funzione dei redditi e delle condizioni di tutti e due i coniugi, ma anche tenendo conto della durata del matrimonio. Per quel che riguarda i figli, quelli minorenni vengono affidati a tutti e due i coniugi, in maniera congiunta (si parla, in questo caso, di affidamento condiviso), o a uno solo, mentre all'altro spetta l'obbligo di garantire un assegno di mantenimento della prole. In caso di morte, se la sentenza di divorzio ha stabilito il diritto all'assegno di mantenimento, il coniuge che ne era destinatario ha diritto alla pensione di reversibilità, o comunque a una quota della stessa, sempre che intanto non si sia sposato di nuovo. Va detto, comunque, che con il divorzio entrambi i coniugi vengono privati dei diritti successori. 


CHI

Gli avvocati e il pubblico ministero.


FAQ

1. Cosa cambia dopo il divorzio?

Dal punto di vista personale, lo status di coniuge viene meno: ciò vuol dire che marito e moglie non devono più tenere fede agli obblighi coniugali reciproci e recuperano lo stato libero. Sul piano economico, se uno dei due coniugi percepisce l'assegno divorzile e l'altro va in pensione, il primo ha diritto (sempre ammesso che non si sia sposato di nuovo) a una parte dell'indennità di fine rapporto che spetta all'altro, anche se questa matura dopo il divorzio, a patto che avvenga prima della domanda introduttiva del giudizio di divorzio. Sempre a proposito di denaro, il divorzio implica la fine della destinazione del fondo patrimoniale, della partecipazione dell'ex coniuge all'impresa familiare e della comunione legale dei beni (per altro, è possibile che tali effetti derivassero già dalla separazione).

2. Come avviene il divorzio?

Oltre alla classica procedura giudiziale, da qualche tempo è stata introdotta la possibilità di ricorrere a una procedura alternativa e facoltativa, che riguarda la convenzione di negoziazione assistita da un avvocato. Gli ex coniugi in questa circostanza hanno la possibilità di provare a trovare, con l'assistenza di un avvocato per parte, un accordo bonario. In presenza di figli portatori di handicap gravi, incapaci o minorenni, l'accordo - una volta raggiunto - deve essere comunicato e trasmesso al pubblico ministero entro dieci giorni: spetta al pm decidere se rilasciare l'autorizzazione relativa oppure no, a seconda delle circostanze specifiche. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

DIVORZIO: VOCI CORRELATE

Obblighi dei genitori divorziati

di Avv. Luisella Saldarini del 26/10/2011

La cessazione del vincolo matrimoniale, con la conseguente estinzione dei diritti ed obblighi ineren..

Domanda congiunta di divorzio

di Avv. Luisella Saldarini del 23/04/2012

L'articolo 4, comma 16, legge 1 dicembre 1970, n. 898, prevede la possibilità per i coniugi di propo..

Divorzio: diritti sul TFR

di Avv. Luisella Saldarini del 18/04/2011

L'articolo 12 bis legge 1 dicembre 1970 n.898, introdotto con l'articolo 16 della legge 6 marzo 1987..

Divorzio: procedimento

di Avv. Amerigo Motta del 29/06/2012

E' un procedimento civile diretto ad ottenere la cessazione degli effetti civili del matrimonio o lo..

Divorzio contenzioso

di Avv. Luisella Saldarini del 18/04/2011

L'articolo 4 della legge 1 dicembre 1970 n.898, così come modificato dalla legge 14 maggio 2005 n.80..