Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Amministrazione di sostegno incapaci

del 17/05/2012
CHE COS'È?

Amministrazione di sostegno incapaci: definizione

L'amministrazione di sostegno è un istituto introdotto con la legge 9 gennaio 2004 n. 6 e finalizzato alla tutela delle persone deboli. Come disciplinato dall'articolo 404 codice civile, l'amministratore di sostegno ha il compito di assistere la persona che, per effetto di un'infermità o di una menomazione psico-fisica, si trovi nella condizione, anche parziale e temporanea, di non poter provvedere ai propri interessi. Non è pertanto prevista solo per coloro che presentano un qualche deficit a livello mentale, ma è una misura prevista a favore di chiunque abbia difficoltà nella gestione della vita quotidiana. Proprio per questo aspetto, l'istituto in esame è pensato bilanciando, da un lato, la necessità di protezione dell'individuo, sia per quanto riguarda gli aspetti economici sia per quelli patrimoniali e, dall'altro, cercando di privilegiare la libertà e lo sviluppo della persona. In questi termini, dunque, l'istituto in esame è modellabile sulle effettive necessità della persona beneficiaria, il quale può essere limitato al solo compimento di determinati atti oppure, nei casi particolarmente gravi o delicati, esteso alla rappresentanza totale della persona.

COME SI FA
La domanda si presenta con ricorso da depositare in Tribunale, presso la cancelleria del Giudice Tutelare, il quale è competente a nominare, previa verifica dei presupposti e tenendo conto unicamente della tutela e degli interessi del beneficiario, l'amministratore di sostegno. Nel medesimo provvedimento di nomina, il Giudice deve espressamente indicare quali atti l'amministratore di sostegno può compiere in nome e per conto del beneficiario e quali atti quest'ultimo può porre in essere da solo. A differenza di quanto avviene nell'interdizione, la quale determina una situazione di incapacità legale pari a quella in cui si trova un minore, l'articolo 409 codice civile prevede che il beneficiario conservi la capacità di agire, in relazione a tutti quegli atti per i quali non è prevista la rappresentanza o l'assistenza del nominato amministratore; è inoltre previsto che mantenga la capacità di compiere tutti quegli atti di ordinaria amministrazione, diretti a soddisfare le sue esigenze di vita quotidiana. Nel caso in cui, il soggetto beneficiario compia atti in contrasto con quanto previsto dal Giudice Tutelare nel decreto di nomina, tali atti saranno annullabili, parimenti agli atti compiuti dall'amministratore in violazione di disposizioni di legge o in eccesso rispetto all'oggetto dell'incarico. L'amministrazione di sostegno è sempre revocabile, ogni qual volta il Giudice accerti il venir meno dei presupposti iniziali.

CHI
La domanda, come descritta, può essere presentata dal beneficiario stesso, dai familiari entro il quarto grado o dagli operatori dei servizi socio-sanitari, anche personalmente senza l'assistenza di un avvocato. La scelta dell'amministratore di sostegno è operata dal Giudice Tutelare, il quale, a seconda delle situazioni può nominare: una persona designata dallo stesso beneficiario, un familiare, un volontario o un professionista, il legale rappresentante di un'associazione, fondazione o di un'organizzazione di volontariato, oppure l'amministratore di un ente locale o un operatore socio-sanitario, che non abbia in cura il soggetto beneficiario.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PERSONE INCAPACI: VOCI CORRELATE

Incapacità della persona

di del 13/01/2016

Il concetto di incapacità della persona è molto ampio, in quanto può fare riferimento sia all'incapa..

Incapacità legale

di Avv. Luciana Volonterio del 17/05/2012

Il codice civile contempla l’incapacità legale nella sua forma più grave - l’interdizione - e in que..

Inabilitazione

di del 07/11/2011

La definizione di soggetto inabilitato viene fornita dall’articolo 415 codice civile il quale stabil..

Legge 104

di del 16/09/2015

La legge 5 febbraio 1992 n. 104, conosciuta più semplicemente come legge 104/92, contiene la discipl..

Tutela dell'interdetto

di Avv. Fabio Benatti del 17/05/2012

La tutela dell’interdetto è lo strumento previsto per la protezione di tale soggetto. L’articolo 424..