Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Usucapione

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Usucapione: definizione

L’usucapione costituisce un modo di acquisto a titolo originario della proprietà e dei diritti reali di godimento con esclusione delle servitù non apparenti (proprio perché non essendo apparenti non è possibile percepirne l’esercizio).
L’usucapione ha quale presupposto il possesso pieno protratto per un determinato periodo di tempo.
Possesso e tempo sono i due requisiti dell’usucapione.

Avv. Maurizio Sala
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avvocato Maurizio Sala


COME SI FA

Il possesso utile ai fini dell’usucapione deve avere, a propria volta, caratteristiche proprie; in particolare non deve essere violento o clandestino.
In altre parole: colui che intende rivendicare l’usucapione su un determinato bene non può esserne entrato in possesso sottraendolo con la forza al legittimo proprietario ovvero i modo clandestino o con artifizi.
Il possesso per poter legittimare l’usucapione deve essere ininterrotto (l’interruzione si ha nel caso il cui il possessore venga privato del possesso per oltre un anno).
Il secondo requisito per l’usucapione è la durata del possesso.
La durata varia da caso a caso.
L’usucapione ordinaria si compie, per gli immobili, decorsi vent’anni dall’inizio del possesso e per i beni mobili posseduti in buona fede in dieci anni.
Esistono ipotesi di usucapione abbreviata che si compie in dieci anni per i beni immobili ed in tre anni per i beni mobili registrati (es.: autoveicoli).
Perché vi possa essere usucapione abbreviata è necessario, oltre al possesso non vizioso ed ininterrotto, la buona fede (consistente nell’ignoranza di ledere un diritto altrui), la sussistenza di un titolo astrattamente idoneo a trasferire la proprietà ovvero un diretto reale sul bene ma inefficace nel caso concreto per non essere l’alienante/costituente titolare del diritto (per fare un esempio si pensi al caso di un bene acquistato da un soggetto con un atto annullabile che venga successivamente venduto ad un acquirente di buona fede) e la trascrizione del titolo.
Nel caso di possesso di mala fede di bene mobile si può conseguire ugualmente l’acquisto della proprietà per usucapione ma, in questo caso, il termine ordinario di dieci anni è allungato a venti. 
Nel caso in cui il possesso sia stato iniziato in modo violento o clandestino, il periodo di possesso clandestino o violento non è computabile ai fini dell’usucapione, il computo decorre invece dal momento in cui è cessata la violenza o la clandestinità.


vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

PROPRIETÀ E DIRITTI REALI: VOCI CORRELATE

Multiproprietà

di Avv. Simone Scelsa del 08/03/2012

"Multiproprietà” è termine ambiguo, con il quale sia la dottrina, sia gli operatori economici, desig..

Proprietà: modi di acquisto

di Avv. Maurizio Sala del 31/03/2011

Per modi di acquisto della proprietà si intendono i fatti e negozi con rilevanza giuridica che fanno..

Emulazione

di Avv. Maurizio Sala del 31/03/2011

La proprietà è un diritto su un determinato bene dal quale il proprietario può trarre ogni utilità d..

Proprietà: distanze legali

di Dott. Luca Bertolini del 25/01/2012

I limiti legali sulle distanze delle costruzioni sono regolati dagli articoli 873 – 877 codice civil..

Azioni a tutela della sevitù: azione confessoria

di Avv. Maurizio Sala del 15/03/2011

L'azione giudiziaria a difesa di una servitù è l'azione confessoria.Con essa il titolare di un dirit..