Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Locazione commerciale: fiscalità

del 15/09/2017
CHE COS'È?

Locazione commerciale fiscalità: definizione

La fiscalità per la locazione commerciale prevede che per la registrazione di un contratto debbano essere pagate l'imposta di bollo e l'imposta di registro; è esente da queste imposte la registrazione dell'atto tramite cui le parti stabiliscono che il canone di un contratto in essere venga ridotto. Per gli fabbricati strumentali per natura, l'imposta di registro corrisponde all'1% del canone annuo nel caso in cui la locazione riguardi soggetti passivi Iva e al 2% del canone annuo in tutte le altre circostanze. 


COME SI FA

Qual è la tassazione prevista per la locazione commerciale?

redditi da locazione non sono sottoposti a una tassazione integrale, dal momento che i proprietari possono beneficiare di una sorta di sconto che viene applicato per le presunte spese di manutenzione da sostenere. La deduzione è pari al 5%, il che vuol dire che a essere tassato è il 85% dell'affitto. 

Come deve essere effettuato il pagamento?

Si può decidere di effettuare il pagamento in modi diversi, o a rate o in una soluzione unica: nel primo caso l'imposta deve essere versata anno dopo anno, sempre tenendo in considerazione gli aumenti Istat, con il termine da rispettare che corrisponde al trentesimo giorno a partire dalla scadenza dell'annualità precedente; nel secondo caso l'imposta deve essere versata subito, al momento della registrazione, secondo l'importo che è dovuto per la durata del contratto complessiva. Nella circostanza in cui si decida di pagare subito per tutta la durata del contratto, si può beneficiare di uno sconto che corrisponde alla metà del tasso di interesse legale moltiplicata per il numero delle annualità. Per quel che riguarda i pagamenti a rate, invece, il versamento per la prima annualità deve essere almeno di 67 euro, e in qualsiasi caso questa è la soglia minima da rispettare anche per gli importi che vengono versati in una soluzione unica. L'imposta di registro non è dovuta per il deposito cauzionale che viene versato dall'inquilino, a meno che a pagare il deposito non sia un terzo che non ha a che fare con il rapporto di locazione: in tal caso l'imposta deve essere versata ed è pari allo 0.5%. Se si disdice il contratto in anticipo ma è già stata versata l'imposta di registro per l'intera durata, l'importo che è stato pagato per le annualità seguenti a quella nella quale il contratto è stato disdetto deve essere rimborsato. Per le cessioni di contratto con un corrispettivo deve essere applicata, infine, una aliquota di registrazione che è pari al 2%.


CHI

Il locatore.


FAQ

1. Quale sono le norme da rispettare per l'imposta di bollo?

L'imposta di bollo per qualsiasi tipo di contratto di locazione - e quindi anche per le locazioni commerciali - è sempre la stessa ed è pari a 16 euro ogni 100 righe o ogni 4 facciate del contratto. Sulla ricevuta relativa al pagamento dell'affitto, inoltre, deve essere apposta una marca da bollo da 2 euro.

2. Che cos'è l'adeguamento Istat?

Se per il versamento della tassa annuale nel contratto è contenuta una clausola che presuppone un adeguamento Istat, è necessario il ricalcolo dell'imposta di registro in funzione della rivalutazione del canone. Essa, ovviamente, non entra in gioco se si decide di pagare in una soluzione unica. Nel caso in cui l'indice Istat che riguarda il periodo in cui è stata eseguita la registrazione non sia stato ancora pubblicato, è necessario fare riferimento al più recente indice a disposizione.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

LOCAZIONE COMMERCIALE: VOCI CORRELATE

Locazione commerciale: processo ordinario

di del 15/01/2016

La tutela ordinaria della locazione commerciale, così come di tutta la materia locatizia, è sottopos..

Locazione commerciale: vizi

di del 12/07/2017

L'articolo 1578 del Codice Civile specifica che nel caso in cui la cosa locata al momento della cons..

Locazione commerciale: convalida di licenza o sfratto

di Avv. Giuseppe Pellegrino del 24/04/2012

Il contratto di locazione è disciplinato nel Libro IV, Titolo III, Capo VI del codice civile. La loc..

Locazione commerciale: spese condominiali

di Avv. Elisabetta Fedegari del 26/04/2012

Il contratto di locazione è quel negozio stipulato tra due soggetti che assumono,uno la veste di loc..

Locazione commerciale: sublocazione

di Avv. Elisabetta Fedegari del 20/04/2012

La sublocazione è la facoltà che ha il conduttore di sublocare la cosa locatagli, salvo patto contra..