CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Divorzio: requisiti

Ordine degli Avvocati di Pavia

Argomento:

Divorzio

Aggiornato al 12/07/2011

CHE COS'È
Il divorzio è disciplinato dal codice civile (articolo 149 codice civile), dalla legge 898/1970 (che ha introdotto l'istituto per la prima volta in Italia) e dalla legge n. 74/1987 (che ha apportato delle modifiche significative alla precedente).
Con il termine “divorzio”, si intende lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio, nel momento in cui tra i coniugi viene meno la affectio coniugalis (condivisione spirituale) e materiale della vita (mancanza di coabitazione tra marito e moglie).
Si parla di scioglimento qualora sia stato contratto matrimonio con rito civile, di cessazione degli effetti civili qualora sia stato celebrato matrimonio concordatario.
Le cause che permettono ai coniugi di divorziare sono tassativamente elencate nell'articolo 3 della legge 1970/898 e attengono principalmente a ipotesi in cui uno dei coniugi abbia attentato alla vita o alla salute dell'altro coniuge o della prole, oppure abbia compiuto specifici reati contrari alla morale della famiglia. Per poter ottenere il divorzio è necessario passare attraverso la separazione legale, richiesta dai coniugi innanzi al Tribunale e protratta senza interruzioni per tre anni. Per la decorrenza dei tre anni non vale il tempo che i coniugi hanno trascorso in separazione di fatto, senza cioè richiedere un provvedimento di omologa al Tribunale.
COME SI FA
Il divorzio può essere richiesto, in caso di separazione giudiziale, qualora vi sia stata una sentenza del Giudice passata in giudicato, o in caso di separazione consensuale, a seguito di omologazione del decreto disposto dal Giudice, o ancora in caso di separazione di fatto, se la separazione è iniziata 2 anni prima del 18 dicembre 1970.
A seguito di divorzio, vengono meno i diritti e gli obblighi discendenti dal matrimonio (articoli 51, 143, 149 codice civile), viene meno la comunione legale dei beni ai sensi dell'articolo 191 codice civile (se già non è accaduto in sede di separazione), cessa la destinazione del fondo patrimoniale (articolo 171 codice civile) e viene meno la partecipazione dell'ex coniuge all'impresa familiare (articolo 230 bis codice civile).
Secondo il rinnovato articolo 706 del codice di procedura civile e il nuovo articolo 4 della legge sul divorzio, viene mantenuta, in entrambi i procedimenti, per l’atto introduttivo, la forma del ricorso, i contenuti del ricorso sono indicati nella domanda di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio, nella esposizione dei fatti sui quali la domanda è fondata e, per il divorzio, l’indicazione delle norme di legge applicabili, con riferimento ai casi in cui il divorzio è consentito.
CHI
La domanda va presentata al Tribunale del luogo dell’ultima residenza comune dei coniugi, o, in mancanza, al Tribunale del luogo in cui il coniuge convenuto ha la residenza o il domicilio, oppure, in caso di irreperibilità o di residenza all’estero al Tribunale del luogo di residenza o di domicilio dell’attore e se anche questi è residente all’estero a qualunque Tribunale della Repubblica.

Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Avvocati

Studio Legale Avvocato Mario Cerutti

Viale Bianca Maria, 24
20129 Milano (MI)
Tel. 02713448 - Fax. 02714226

legale.mario.cerutti@gmail.com

IN EVIDENZA
Matrimonio, Separazione dei coniugi, Famiglia di fatto, Contratti commerciali, Rapporto di lavoro, Società a responsabilità limitata, Fallimento, Recupero crediti, Commercio elettronico, Associazioni
Avvocati

Avvocato Paola Sculco

via Emilia, 172/e
40011 Anzola dell'Emilia (BO)
Tel. 0516425098 - Fax. 0516425098

paola.sculco@libero.it

IN EVIDENZA
Violenza in famiglia, Divorzio, Contratti flessibili di lavoro, Danni e infortunistica: Consulenze tecniche, Consulenze civilistiche, Conciliazione e mediazione, Tutela del lavoratore
Avvocati

Studio Legale Stinco

via Della Cuba, 28
91100 Trapani (TP)
Tel. 09231896119 - Fax. 09231896174

avv.armandostinco@yahoo.it - www.studiolegalestinco.it

IN EVIDENZA
Divorzio, Separazione dei coniugi, Successioni, Comunione, Condominio, Dichiarazioni dei redditi, Difesa del contribuente, Accertamenti fiscali, Contenzioso tributario, Separazione e divorzio: consulenza tributaria
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Divorzio: procedimento
Aggiornato al 29/06/2012


Divorzio: diritti successori
Aggiornato al 23/04/2012


Domanda congiunta di divorzio
Aggiornato al 23/04/2012


Divorzio: diritti sul TFR
Aggiornato al 18/04/2011


Assegno divorzile
Aggiornato al 23/04/2012


Obblighi dei genitori divorziati
Aggiornato al 26/10/2011


Divorzio
Aggiornato al 23/04/2012


Divorzio senza avvocato
Aggiornato al 23/04/2012


Divorzio contenzioso
Aggiornato al 18/04/2011


[x] chiudi

Divorzio: assegno periodico a carico dell’eredità
Aggiornato al 18/04/2011



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline