Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Affidamento dei minori

del 05/12/2011
CHE COS'È?

Affidamento dei minori: definizione

L'affidamento dei minori è un istituto disciplinato dalla legge 4 maggio 1983 n.184, così come modificata dalla legge 28 marzo 2011 n.149, che ha come obiettivo quello di fornire assistenza, mediante l'affidamento a una famiglia, a una singola persona o con l'inserimento in una comunità di tipo familiare, a quei minori che si trovano temporaneamente privi di un ambiente familiare idoneo, con l'obiettivo di reinserire gli stessi nella famiglia d'origine, nel momento in cui cessa la situazione di difficoltà.
L'istituto in esame si distingue nettamente dall'adozione, in quanto l'affidamento non crea vincoli familiari, ma è unicamente finalizzato ad instaurare un rapporto assistenziale e temporaneo, in tutti quei casi in cui la famiglia d'origine è momentaneamente impossibilitata a prendersi cura del figlio, e non sussistono, al contempo, le condizioni necessarie per poter adottare provvedimenti che consentano al minore di rimanere nel suo nucleo familiare e di far fronte ai suoi bisogni e tutelare i suoi interessi.
L'affidamento ha dunque una durata determinata, pari al tempo necessario a rimuovere gli impedimenti che rendono l'ambiente familiare originario non idoneo al minore.

Avv. Luisella Saldarini
Ordine degli Avvocati di Como
Associazione Comasca Avvocati

COME SI FA
Nel caso in cui vi sia il consenso dei genitori, l'affidamento familiare è disposto dai servizi sociali ed è reso esecutivo con provvedimento del giudice tutelare, il quale verifica la sussistenza dei presupposti e, nel caso in cui il minore ha più di dodici anni, dopo aver sentito lo stesso. Invece, nel caso in cui non vi sia accordo con i genitori, l'affidamento del minore è disposto dal Tribunale per i minorenni.
Il provvedimento che dispone l'affidamento deve contenere specificatamente i motivi per i quali lo stesso si rende necessario, la presumibile durata, l'indicazione dell'affidatario e le eventuali prescrizioni alle quali lo stesso si deve attenere.
Secondo quanto espressamente previsto dall'articolo 5.1 Legge adozione, i servizi sociali hanno il compito di vigilare sull'affidamento e di fornire sostegno educativo-psicologico, anche sotto il profilo del mantenimento dei rapporti del minore con la famiglia d'origine.
L'affidatario ha il dovere di accogliere presso di sé il minore, provvedere alla sua educazione, istruzione, secondo le indicazioni del Tribunale o dei genitori, se questi ultimi non sono decaduti dalla potestà genitoriale.
L'affidamento cessa con un provvedimento pronunciato dalla stessa Autorità che lo aveva disposto, previa valutazione dell'interesse del minore e solo qualora sia cessata la causa di abbandono temporaneo o di disagio familiare.
Nel caso in cui lo stato di abbandono diventi definitivo, viene avviato il procedimento di adozione.

CHI
L'affidamento è disposto a favore dei minori che si trovano in uno stato temporaneo di abbandono o di difficoltà familiare.
A norma dell'articolo 2 Legge adozione, il minore deve essere affidato ad un'altra famiglia o anche a una singola persona. Nel caso in cui ciò non sia possibile, è previsto l'inserimento del minore in una comunità di tipo familiare.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ADOZIONE : VOCI CORRELATE

Diritto dell'adottato di conoscere le proprie origini

di Avv. Elisabetta Zecca del 18/12/2013

L’istituto dell’adozione legittimante, concepita come “seconda nascita” per il minore, presupponeva..

Adozione: revoca per indegnità

di Avv. Filomena Chimenti del 10/12/2013

Ai sensi dell'art. 306 del Codice Civile, la revoca dell'adozione per indegnità dell'adottato può e..

Adozione dei minori

di Avv. Cristina Rastelli del 11/05/2012

L’adozione di minori è un istituto previsto per il minore in situazione di abbandono, perché privo d..

Figli adottati: diritti e doveri

di del 26/11/2015

L'adozione è un istituto giuridico particolare che dà la possibilità a un soggetto di trattare come ..

Affidamento preadottivo

di Avv. Cristina Rastelli del 14/12/2011

Il cosiddetto affidamento preadottivo è quel “periodo di prova” che precede una pronuncia di adozion..