Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Impresa familiare

del 20/09/2017
CHE COS'È?

Impresa familiare: definizione

Secondo l'articolo 230 bis del codice civile, un'impresa familiare è un istituto giuridico che regola i rapporti all'interno di un'impresa nel momento in cui un familiare dell'imprenditore vi presta la propria opera in maniera continuativa. Tutelata a partire dal 1975 grazie alla riforma del diritto di famiglia con l'intento di garantire diritti a parenti e affini degli imprenditori, identifica tutte le imprese in cui collaborano non solo il coniuge e i parenti entro il terzo grado, ma anche gli affini entro il secondo grado o le persone unite civilmente all'imprenditore. La legge sulle unioni civili, infatti, ha parificato - in pratica - il soggetto unito civilmente al coniuge: tuttavia non è stato necessario modificare il codice civile.


COME SI FA

In che cosa consiste un'impresa familiare?

Ogni impresa familiare deve essere considerata come un'impresa individuale. Ciò vuol dire che l'imprenditore è il solo proprietario dei beni dell'impresa e il solo responsabile per le obbligazioni che derivano dall'attività di impresa; d'altro canto, un suo eventuale fallimento non implica il fallimento degli altri familiari che partecipano all'impresa, i quali - per altro - non hanno la facoltà di fare annullare le decisioni che l'imprenditore ha preso a proposito degli atti di gestione riservati a loro. In ogni caso, i familiari possono comunque chiedere che il danno subìto venga risarcito. 


CHI

Gli imprenditori.


FAQ

1. Quali sono i diritti che spettano ai familiari degli imprenditori?

In un'impresa familiare, i diritti che spettano ai familiari riguardano il mantenimento, la partecipazione alla gestione dell'impresa, la partecipazione agli utili, il diritto di prelazione e il trasferimento dei diritti di partecipazione. Oltre al diritto al mantenimento in funzione della condizione patrimoniale della famiglia, quindi, i familiari possono godere dei diritti che derivano dalla partecipazione all'impresa familiare, i quali non possono essere trasferiti se non nel caso in cui il trasferimento avvenga a favore di un altro familiare che partecipi all'impresa, e a condizione che vi sia il consenso di tutti gli altri. A prescindere dal motivo per cui si verifica, la liquidazione dei diritti di partecipazione può essere erogata anche in denaro. I familiari che collaborano in maniera continuativa in un'impresa familiare, inoltre, partecipano agli utili di tale impresa e agli incrementi, sempre in rapporto alla qualità e alla quantità del lavoro che viene prestato. Infine, essi partecipano anche alle decisioni che riguardano gli indirizzi produttivi, la gestione straordinaria, l'impiego degli incrementi, l'utilizzo degli utili e la cessazione dell'impresa.

2. Qual è il presupposto per l'applicazione delle norme in materia di impresa familiare?

Tale presupposto è rappresentato dalla prestazione dell'attività lavorativa da parte del familiare. Le attività che rientrano in questo ambito di applicazione sono quelle che possono essere previste per un rapporto di lavoro, sia esso autonomo o subordinato: occorre, però, che le attività siano svolte in modo continuativo, e non occasionale o saltuario. I diritti acquisiti dai familiari sono di carattere economico, mentre il comma quinto dell'articolo 230 bis fa riferimento anche al diritto di prelazione sull'azienda, che si concretizza nel momento in cui l'azienda viene trasferita o si verifica una divisione ereditaria. Anche se gli oneri fiscali relativi al reddito di impresa possono essere distribuiti tra varie persone, la responsabilità grava comunque solo sull'imprenditore: è lui che risponde nei confronti degli eventuali creditori con i propri beni, ed è sempre lui che - in caso di insolvenza - fallisce.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

IMPRESA : VOCI CORRELATE

Startup

di del 12/07/2016

Startup significato: con il termine startup si identifica l'operazione e il periodo durante il qual..

Analisi di mercato

di del 21/06/2012

Prima di inserirsi in un mercato diverso da quello usuale è consigliabile per l'azienda, approfondir..

Cessione attività

di del 21/06/2012

La cessione di un’attività è un processo piuttosto complicato. Le criticità non sono limitate sola..

Project Management

di del 21/06/2012

Con la definizione di project management si intende la gestione temporanea di una o più attività all..

Private equity

di Dott. Giuseppe Marangi del 23/06/2011

La crisi che stiamo vivendo è una delle peggiori degli ultimi anni se non del secolo e viene percepi..