Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: permessi (ROL)

del 25/07/2016
CHE COS'È?

Lavoro permessi (ROL): definizione

ROL è l'acronimo di Riduzione dell'Orario di Lavoro: i ROL, infatti, sono dei permessi orari originati dalla contrattazione collettiva che sono finalizzati proprio alla riduzione dell'orario di lavoro. La possibilità che il diritto dei lavoratori venisse disciplinato in vista di una riduzione dell'orario di lavoro su base annua è stata prevista dal cosiddetto Protocollo Scotti, il primo accordo triangolare tra il governo e le parti sociali risalente al 22 gennaio del 1983. Da quel momento in poi, tale elemento di flessibilità relativo ai rapporti di lavoro è stato implementato negli accordi successivi e nei diversi contratti nazionali collettivi che sono stati stipulati ex novo. Oggi i ROL sono determinati su base annua in funzione delle mansioni del lavoratore e del suo inquadramento.


COME SI FA

I ROL sono tutti uguali?

No, come detto i permessi per la riduzione dell'orario di lavoro cambiano da settore a settore, ma non solo: nello stesso settore, infatti, si possono verificare delle differenze piuttosto evidenti, dovute alla diversità delle mansioni svolte dai lavoratori. I contratti collettivi affidano - nella regolamentazione dei ROL - la disciplina del loro impiego da parte dei lavoratori alla contrattazione aziendale.

Come possono essere utilizzati i ROL?

I ROL possono essere usati sia a livello individuale che a livello collettivo. Quando si parla di impiego collettivo si fa riferimento a una riduzione dell'orario di lavoro annuale vera e propria, su base settimanale o su base giornaliera, che interessa tutti i lavoratori. Per quel che riguarda l'utilizzo individuale dei permessi, invece, di solito i permessi orari retribuiti possono essere sfruttati in gruppi da quattro a otto ore. Nella maggior parte dei casi, è necessario che i lavoratori presentino la richiesta di usare i ROL in anticipo, con un certo preavviso. Per avere un'idea di massima sui ROL si può pensare all'articolo 140 del contratto collettivo nazionale di lavoro terziario, che prevede che i ROL possano essere concessi sotto forma di permessi individuali retribuiti per gruppi di quattro o otto ore al posto delle quattro festività abolite o che possano essere fruiti per un massimo di 56 ore all'anno se si tratta di aziende con 15 dipendenti o meno e per un massimo di 72 ore all'anno se si tratta di aziende con più di 15 dipendenti. 


CHI

I datori di lavoro.


FAQ

1. Cosa prevede la nota ministeriale del 27 giugno del 2007 a proposito dei ROL?

La regolamentazione dell'istituto del ROL va ricondotta alla disciplina stabilita dai datori di lavoro e dai lavoratori, poiché si tratta di una previsione contrattuale. All'interno della nota ministeriale numero 8489 del 27 giugno del 2007 viene specificato che non sono previste sanzioni, né dal punto di vista amministrativo né dal punto di vista penale, nel caso in cui gli accordi stabiliti non vengano rispettati. Ciò è dovuto proprio all'origine pattizia dei ROL, i quali rientrano nel novero dei diritti disponibili da parte dei lavoratori. 

2. Come si applicano, in concreto, in ROL?

La prassi relativa ai ROL prevede che i permessi vengano maturati sulla base di ratei mensili, secondo le stesse modalità applicate per l'accumulo delle ferie, e che l'assenza del lavoratore debba essere registrata, con la specifica indicazione della sua tipologia, sul libro paga. Come detto, i datori di lavoro non hanno l'obbligo di concedere ai propri dipendenti i permessi per la riduzione dell'orario di lavoro, a meno di un uso collettivo. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

ASSENZE E PERMESSI - RAPPORTO DI LAVORO: VOCI CORRELATE

Lavoro: permessi per motivi familiari

di Rag. Bruno Bertocchi del 24/01/2012

L’articolo 4 della legge 8/3/2000 n. 53, prevede la concessione per cause particolari di due tipolog..

Lavoro: permessi studio

di Donatella Chiomento del 02/05/2013

Al fine di promuovere il diritto allo studio e la possibilità di conciliazione studio-lavoro, i lavo..

Lavoro: permessi per lutto

di del 26/01/2017

Un lavoratore con contratto da dipendente ha il diritto, nel caso di decesso di un familiare, di usu..

Lavoro: anno sabbatico

di Dott.ssa GIORGIA SIGNAROLDI del 20/01/2012

Il lavoratore dipendente pubblico o privato può richiedere un periodo di congedo non retribuito per ..

Lavoro: malattia

di Dott.ssa Margherita Rosati del 30/06/2016

La malattia costituisce una tipica ipotesi legale di sospensione del rapporto di lavoro subordinato ..