Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Stabile organizzazione

del 10/11/2011
CHE COS'È?

Stabile organizzazione: definizione

Per Stabile Organizzazione (S.O.) si intende una sede fissa di affari per mezzo della quale un’impresa esercita in tutto o in parte la propria attività sul territorio di un altro stato.

Dott.ssa Paola Saldi
Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Brescia
Network & Knowledge S.I.

COME SI FA
La Stabile Organizzazione deve essere dotata di una propria organizzazione interna ed è tenuta ad assolvere a specifici adempimenti contabili e fiscali a seconda della legislazione del paese ospitante. Trattandosi in pratica di un “braccio” della casa madre, i fatti gestionali devono confluire nella contabilità di quest’ultima, con la conseguente necessità di istituire scritture sezionali per la separata rilevazione delle operazioni di gestione della casa madre e della Stabile Organizzazione
Infatti, i redditi prodotti dalla Stabile Organizzazione saranno suscettibili di autonoma tassazione nel paese ospitante e confluiranno poi nel reddito complessivo della casa madre.

CHI
Parlando di Stabili Organizzazioni ci si può riferire sia alle sedi localizzate all’estero da parte di imprese italiane, sia alle sedi in Italia di imprese residenti all’estero.
Le Stabili Organizzazioni all’estero da parte di imprese italiane, quindi, non sono altro che succursali all’estero, prive di autonomia giuridica ma con una propria indipendenza economica.
In pratica, affinchè si possa parlare di Stabile Organizzazione si deve trattare di una sede localizzata sul territorio in modo non occasionale per l’esercizio di un’attività economica.

FAQ

La casa madre paga le tasse due volte sul reddito prodotto dalla Stabile Organizzazione?

Al fine di evitare problemi di doppie imposizioni fiscali, normalmente viene riconosciuto alla casa madre un credito di imposta per le imposte pagate all’estero a titolo definitivo dalla stabile organizzazione.

Un cantiere all’estero può essere considerato Stabile Organizzazione?

Sono sempre da considerarsi Stabili Organizzazioni: le sedi direzionali, le succursali, gli uffici, le officine, i laboratori e i cantieri di costruzione, montaggio o installazione.

Un’installazione ai soli fini espositivi può essere considerata Stabile Organizzazione?

Non si considerano mai Stabili Organizzazioni: le installazioni ai soli fini di deposito, esposizione o consegna di merci appartenenti all’impresa; le sedi fisse di affari utilizzate ai soli fini di acquistare merci o raccogliere informazioni per l’impresa; le sedi fisse utilizzate ai soli fini di pubblicità o fornitura informazioni.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

FISCALITÀ INTERNAZIONALE: VOCI CORRELATE

Diritto Tributario Europeo: tassazione redditi da risparmio

di del 17/11/2011

Nel contesto comunitario, i redditi da risparmio, sotto forma di pagamenti di interessi realizzati a..

Quadro RW dell'Unico per le attività possedute all'estero

di Dott.ssa PAOLA SALDI del 15/11/2011

Il quadro RW è un particolare modulo relativo alla dichiarazione dei redditi (Modello Unico). In ta..

Società esterovestite

di Dott. Stefano Aldovisi del 15/11/2011

Con esterovestizione si intende il fenomeno col quale un soggetto d’imposta sostanzialmente italiano..

Diritto Tributario Europeo: scambio di informazioni

di del 15/11/2011

Lo scambio di informazioni rappresenta l’insieme delle attività che rientrano in un più ampio concet..

Fiscalità internazionale: Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico - OCSE

di Dott. Stefano Aldovisi del 10/11/2011

L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) o Organisation for Economic Co-o..