Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Cittadinanza italiana per filiazione

del 01/02/2017
CHE COS'È?

Cittadinanza italiana per filiazione: definizione

La cittadinanza italiana per filiazione è una delle modalità con cui può essere acquisita la cittadinanza: il cosiddetto ius sanguinis, che è normato dall'articolo 1 della legge n. 91 del 1992, prevede che diventi cittadino italiano per nascita chi è figlio di un padre o di una madre che abbiano la cittadinanza italiana. Il principio dello ius sanguinis, per altro, era già presente nella legislazione precedente, dove costituita il principio fondamentale per l'ottenimento della cittadinanza (a differenza dello ius soli, che - invece - si mantiene come un'ipotesi residuale o eccezionale). L'articolo dichiara in modo esplicito che a trasmettere la cittadinanza possono essere sia il padre che la madre, a conferma del principio di parità tra uomo e donna a proposito della trasmissione dello status civitatis.


COME SI FA

Come si trasmette la cittadinanza italiana per filiazione?

Un soggetto nato da madre o padre italiani diventa in automatico cittadino italiano. Diverso è il caso di un cittadino straniero maggiorenne che venga riconosciuto da un cittadino italiano: in questo caso è possibile dichiarare di essere interessati ad acquisire la cittadinanza italiana, a patto che tale dichiarazione venga effettuata entro un anno a partire dalla data in cui il figlio maggiorenne è stato riconosciuto. Il soggetto interessato deve, quindi, rendere una dichiarazione presso l'ufficiale dello stato civile del comune in cui risiede, manifestando l'intenzione di diventare cittadino italiano. Questa dichiarazione è sufficiente per acquisire la cittadinanza: l'acquisto, infatti, diventa efficace a partire dal giorno seguente a quello della dichiarazione.

Quali sono i documenti che devono essere presentati da uno straniero maggiorenne che vuole diventare cittadino italiano?

Al fine di acquisire la cittadinanza italiana per filiazione, uno straniero maggiorenne è tenuto a presentare l'atto di nascita legalizzato e tradotto (a meno che tale documento non sia già stato depositato in precedenza presso una pubblica amministrazione italiana), insieme con la ricevuta di versamento del contributo governativo e l'atto di riconoscimento (il quale, a sua volta, potrebbe essere già stato registrato in passato presso una pubblica amministrazione italiana). Le tempistiche pongono un limite di 180 giorni a partire dalla data in cui l'istanza è stata presentata, mentre per ciò che concerne i costi oltre ai 200 euro del contributo governativo è necessario prendere in considerazione anche i 16 euro della marca da bollo. La normativa di riferimento in materia è rappresentata dal DPR n. 572 del 12 ottobre del 1993, dalla già citata legge n. 91 del 5 febbraio del 1992 e dalle Disposizioni in materia di sicurezza pubblica contenute nella legge n. 94 del 15 luglio del 2009.


CHI

L'ufficiale dello stato civile.


FAQ

Come avviene il riconoscimento del possesso della cittadinanza italiana agli stranieri che discendono da un cittadino italiano emigrato in un Paese in cui è in vigore lo ius soli?

Perché il riconoscimento possa essere effettuato, è necessario dimostrare la discendenza dal soggetto in questione e, al tempo stesso, provare che nella trasmissione della cittadinanza non ci sono state interruzioni. Ciò vuol dire che è opportuno verificare l'assenza di dichiarazioni di rinuncia alla cittadinanza italiana dai discendenti del soggetto prima della nascita della generazione successiva. L'autorità che si deve occupare degli accertamenti del caso viene stabilita in funzione del luogo in cui si risiede: si tratta dell'ufficio consolare competente per territorialità per i soggetti che risiedono in un Paese straniero. Non ci sono limiti di generazioni per l'accertamento della discendenza da un avo italiano. 

Che cos'è la cittadinanza?

Lo scopo della cittadinanza è quello di segnalare che una persona appartiene a un certo Stato. I principi sui quali la cittadinanza italiana si fonda sono la trasmissibilità della cittadinanza per filiazione, e cioè secondo lo ius sanguinis, per discendenza, oppure la sua acquisizione secondo lo ius soli. Esiste, inoltre, la possibilità di richiedere la doppia cittadinanza. La differenza tra lo ius soli e lo ius sanguinis è che il primo si basa sulla nascita nel territorio italiano, mentre il secondo fa riferimento alla filiazione. 

La cittadinanza per filiazione è il solo modo possibile per ottenere la cittadinanza italiana?

No, come si è visto: può essere chiamato in causa lo ius soli, per esempio, ma ci possono anche essere casi di cittadinanza per matrimonio e di cittadinanza per residenza. In questo caso, la richiesta di cittadinanza italiana può essee presentata dai rifugiati politici e dagli apolidi che risiedono da almeno cinque anni in Italia legalmente, ma anche dai cittadini comunitari che risiedono da almeno quattro anni in Italia, dai cittadini non comunitari che risiedono da almeno dieci anni in Italia, dai maggiorenni che sono stati adottati da un cittadino italiano e dopo l'adozione hanno risieduto almeno cinque anni in Italia e da chi ha prestato servizio alle dipendenze dello Stato Italiano per almeno cinque anni, anche all'estero.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

BUSINESS IMMIGRATION: CITTADINANZA: VOCI CORRELATE

Cittadinanza italiana per naturalizzazione

di del 19/01/2016

La cittadinanza italiana per naturalizzazione può essere richiesta da una persona di origini stranie..

Cittadinanza: Ius Sanguinis

di del 25/01/2016

La cittadinanza italiana si trasmette da genitore a figlio secondo il principio dello ius sanguinis,..

Cittadinanza: riconoscimento

di del 20/04/2016

Il riconoscimento della cittadinanza è materia di competenza del Ministero dell'Interno. La cittadin..

Cittadinanza: perdita

di del 21/07/2016

La cittadinanza italiana può essere persa per rinuncia o in maniera automatica. La perdita automatic..

Cittadinanza italiana per matrimonio

di del 03/10/2016

La cittadinanza italiana per matrimonio può essere richiesta da un cittadino straniero o da un citta..