Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Nulla osta al lavoro

del 30/06/2017
CHE COS'È?

Nulla osta al lavoro: definizione

Il nulla osta al lavoro è una dichiarazione con la quale l'amministrazione pubblica certifica che non vi sono impedimenti di alcun genere per l'ingresso in Italia e per il soggiorno di un cittadino di un Paese al di fuori dell'Unione Europea che abbia intenzione di prestare un'attività lavorativa di tipo subordinato. Il provvedimento, normato dal d. lgs. 286 del 1998 al comma 5 dell'articolo 22, viene rilasciato dallo Sportello Unico per l'Immigrazione entro i 40 giorni successivi a partire dalla data in cui la richiesta telematica è stata presentata, sempre a patto che tutte le condizioni di legge siano state rispettate. La validità del nulla osta al lavoro è di sei mesi a partire dal giorno in cui è stato rilasciato: nel corso di questo periodo il lavoratore è tenuto a richiedere il visto di ingresso per lavoro.


COME SI FA

Come si presenta la richiesta di nulla osta al lavoro?

Il datore di lavoro deve presentare la richiesta allo Sportello Unico della Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della provincia in cui risiede, della provincia in cui la sua impresa ha la sede legale o della provincia in cui la prestazione lavorativa avrà luogo. La richiesta prevede la compilazione di un modulo online che può essere inoltrato unicamente in via telematica.

Che cosa deve fare un lavoratore straniero che risiede in un Paese extra Ue per entrare in Italia in maniera regolare?

Il decreto governativo di programmazione che stabilisce le quote di ingresso per lavoro permette l'ingresso dei lavoratori stranieri, ma esso non rappresenta il solo vincolo di cui è bene tenere conto: l'altro è, appunto, il nulla osta al lavoro, che deve essere richiesto dal datore di lavoro. Prima della presentazione della domanda, tuttavia, il datore di lavoro stesso è tenuto ad attivare la procedura per la verifica dell'indisponibilità di un lavoratore che si trova sul territorio nazionale. La procedura va attivata presso il Centro per l'Impiego competente.


CHI

Lo Sportello Unico per l'Immigrazione.


FAQ

1. Perché è necessario il nulla osta al lavoro?

Il nulla osta al lavoro costituisce un atto amministrativo attraverso il quale il datore di lavoro che presenta la richiesta viene autorizzato dallo Sportello Unico presso la Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo ad assumere un lavoratore straniero che risiede in un Paese estero. Questa autorizzazione rappresenta un requisito indispensabile per il cittadino straniero che intende richiedere il visto di ingresso per motivi di lavoro.

2. Che differenza c'è tra la richiesta nominativa e la richiesta numerica?

Occorre premettere che per entrambe le richieste è necessario indicare le generalità del datore di lavoro e del lavoratore. La richiesta nominativa viene presentata dal datore di lavoro che ha una conoscenza diretta con il lavoratore per il quale domanda il nulla osta; la richiesta numerica, invece, viene presentata in assenza di una conoscenza diretta, e può essere avanzata verso soggetti che sono registrati nelle liste di lavoratori stranieri di Paesi che hanno siglato intese o accordi per le quote di ingressi riservate con l'Italia. Queste liste di persone che hanno intenzione di venire a lavorare nel nostro Paese in genere vengono tenute dalle rappresentanze consolari e diplomatiche italiane dei Paesi stranieri: a cadenze regolari vengono trasmesse al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in modo tale che esse possano venire inserite nel sistema informativo delle DTL, le Direzioni Territoriali del Lavoro, e possano essere diffuse.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

BUSINESS IMMIGRATION: INGRESSO E SOGGIORNO: VOCI CORRELATE

Diritto di soggiorno dei cittadini comunitari fino a tre mesi

di del 13/01/2017

Il diritto di soggiorno per i cittadini comunitari fino a tre mesi è disciplinato dall'articolo 6 de..

Visto per familiare al seguito

di Avv. Benedetto Lonato del 23/05/2012

Ai sensi del decreto interministeriale del 17.07.2000 (pubblicato in G.U. n. 178 del 1 agosto 2000),..

Assistenza Sanitaria agli stranieri

di del 09/09/2015

Assistenza sanitaria agli stranieri significa innanzitutto tutela della salute di tutti gli stranier..

Coesione Familiare

di Avv. Benedetto Lonato del 28/10/2011

La Repubblica Italiana riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimon..

Equalizzazione fiscale

di del 11/04/2017

L'equalizzazione fiscale è una disciplina attivata nel 2001 con la pubblicazione del decreto del 4 a..