Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all'estero

del 16/05/2017
CHE COS'È?

Riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all'estero: definizione

Il riconoscimento dei titoli di studio conseguiti all'estero è stato introdotto nel nostro Paese con la ratifica della Convenzione di Lisbona realizzata con la legge n. 148 dell'11 luglio del 2002. Prima di avviare una procedura di valutazione, è necessario conoscere la finalità e lo scopo per i quali il riconoscimento viene richiesto, prendendo in considerazione le differenze tra le procedure previste negli ordinamenti, oltre ai vari enti che possono occuparsi degli adempimenti del caso. L'individuazione della procedura più indicata e dell'ente più adeguato a cui rivolgersi deve derivare dall'identificazione dello scopo per cui si richiede il riconoscimento del titolo estero.


COME SI FA

Che cosa bisogna fare per iscriversi all'università?

Se si è intenzionati a iscriversi all'università, non c'è bisogno di presentare una domanda di riconoscimento apposita, dal momento che il titolo di studio universitario viene valutato nel momento dell'ammissione al corso. Diversa è la circostanza in cui si intenda fare sì che il proprio titolo di studio universitario venga valutato così che si possa ottenere lo stesso titolo italiano: in questo caso, bisogna presentare una domanda di riconoscimento. I cittadini europei e quelli non europei che risiedono in Italia con un permesso di soggiorno valido sono tenuti a presentare la domanda allo Sportello Studenti Internazionali nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 30 luglio di ogni anno, mentre i cittadini non europei che risiedono in un Paese straniero devono rivolgersi alla Rappresentanza Diplomatica Italiana competente per territorio. 

Che cosa dice la legge a proposito del riconoscimento accademico?

La legge stabilisce che spetta alle università e agli istituti di istruzione universitaria la competenza per il riconoscimento dei titoli di studio stranieri o dei periodi e dei cicli di studio che si sono svolti all'estero, sia per il proseguimento degli studi universitari e il conseguimento dei titoli universitari che per l'accesso all'istruzione superiore. Nel caso dell'accesso a corsi di primo ciclo dell'istruzione superiore, è necessaria una procedura di valutazione dei titoli finali di scuola secondaria superiore: con questa procedura il titolo estero di scuola secondaria non viene trasformato in un titolo italiano, ma semplicemente si ottiene la possibilità di prendere parte a corsi di primo ciclo. Ciò, tuttavia, può avvenire solo nel caso in cui il titolo sia stato ottenuto dopo un percorso scolastico di almeno dodici anni e permetta nel sistema estero in cui è stato conseguito di accedere a corsi di primo ciclo della stessa natura.


CHI

Il Cimea, il Centro Informazioni Mobilità Equivalenze Accademiche.


FAQ

1. Quali sono i documenti che devono essere presentati?

Nel momento in cui si presenta la domanda di riconoscimento di titolo straniero, che deve includere l'indicazione del corso per cui il riconoscimento viene richiesto, è necessario allegare il diploma di scuola superiore e il titolo di studio universitario tradotto.

2. In cosa consiste l'equipollenza dei dottorati di ricerca?

I PhD, vale a dire i titoli di dottorato, che sono stati rilasciati da università straniere possono, a specifiche condizioni, essere riconosciuti come equipollenti rispetto ai dottorati di ricerca italiani. L'autorità competente è il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca che chiede un parere al Consiglio Universitario Nazionale in merito.

3. Che cosa bisogna fare per il riconoscimento dei titoli di rifugiati?

Per questa eventualità è stato attivato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale un servizio di richiesta di dichiarazione di valore, applicabile per i titolari di protezione internazionale.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

BUSINESS IMMIGRATION: INGRESSO E SOGGIORNO: VOCI CORRELATE

Permesso di soggiorno per lavoro subordinato

di del 17/03/2016

Il permesso di soggiorno per lavoro subordinato - sia che si tratti di un lavoro a tempo determinato..

Carta di soggiorno per i familiari non comunitari del cittadino comunitario

di Avv. Benedetto Lonato del 31/10/2011

L’articolo 10 del decreto legislativo 30 del 2007 dispone della carta di soggiorno per i familiari d..

Permesso di soggiorno per lavoro autonomo

di del 09/03/2016

Il permesso di soggiorno per lavoro autonomo viene rilasciato dal consolato italiano o dall'ambascia..

Expatriate

di del 06/07/2017

Un expatriate, noto anche come expat, come expa o semplicemente come espatriato, non è altro che un ..

Visto di ingresso

di del 21/04/2017

Il visto d'ingresso è l'atto con cui uno Stato concede il permesso a un cittadino straniero di entra..