Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Zona censuaria

del 04/12/2015
CHE COS'È?

Zona censuaria: definizione

La zona censuaria costituisce una porzione uniforme di territorio provinciale: può essere rappresentata da un Comune, da un gruppo di Comuni o da una porzione di un Comune. L'uniformità del territorio può riguardare caratteristiche economiche, sociali o ambientali, che devono essere similari. Ogni zona censuaria, di norma, individua un ambito territoriale continuo.


COME SI FA

A cosa servono le zone censuarie?

Il catasto attraverso le zone censuarie individua le parti di territorio comunale omogenee in cui si presume che la redditività dei fabbricati sia simile. Mentre i Comuni di dimensioni piccole e medie di solito hanno una sola zona censuaria, per i Comuni più grandi le zone censuarie possono essere molteplici. Si tratta, comunque, di numeri molto limitati: a Milano, per esempio, ci sono appena tre zone censuarie. Le tariffe di estimo nell'ambito della stessa zona mettono in luce differenze molto significative: sempre prendendo come esempio Milano, le abitazioni della categoria A/2 e della categoria A/3, che sono le classificazioni più frequenti, si caratterizzano per tariffe che in media sono almeno tre volte più alte rispetto a quelle della categoria A/5, che è quella più povera. Ovviamente, salendo di categoria, le tariffe aumentano in modo esponenziale: e così le abitazioni di categoria A/1 hanno tariffe dieci volte superiori rispetto a quelle della categoria A/5.

Qual è il riferimento normativo per le zone censuarie? 

Dal punto di vista della legge, è l'articolo 1 del dpr n. 138 del 1998 a dover essere preso come riferimento. All'interno del cosiddetto "Regolamento recante norme per la revisione generale delle zone censuarie, delle tariffe d'estimo delle unità immobiliari urbane e dei relativi criteri nonché delle commissioni censuarie in esecuzione dell'articolo 3, commi 154 e 155, della legge n. 662 del 23 dicembre del 1996", viene specificato, tra l'altro, che l'ambito territoriale della zona censuaria può anche essere articolato ulteriormente in microzone. La revisione delle zone censuarie spetta agli uffici provinciali del dipartimento del territorio. 


CHI

Il catasto.


FAQ

1. Perché è importante la zona censuaria?

La zona censuaria è importante perché fa parte dei dati riguardanti gli immobili censiti al catasto fabbricati, insieme con l'indirizzo, la rendita, la consistenza, la classe e la categoria. Per ciascuna zona censuaria viene reso disponibile un quadro tariffario specifico, che può essere consultato presso l'ufficio provinciale dell'Agenzia delle Entrate.

2. Quali sono le peculiarità di una zona censuaria?

In genere, la zona censuaria è destinata a rappresentare un comprensorio relativamente ampio che, come detto, deve caratterizzarsi per tratti sociali, economici, ambientali e morfologici il più possibile omogenei: essa può corrispondere a una provincia intera, a un consorzio di comuni, a un circondario o a un territorio sovracomunale, per esempio nel caso di una comunità montana. La rilevanza della zona censuaria ha a che fare non solo con i profili giuridici, ma anche con i profili operativi. In altre parole, dopo che sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, i quadri tariffari per le zone censuarie rappresentano il riferimento giuridico per tutti i Comuni compresi nella zona e il riferimento operativo per identificare, in seguito, i segmenti della scala tariffaria che dovranno poi essere correlati ai vari Comuni o alle varie microzone. Questa struttura ha permesso, in tempi recenti, di eliminare i costi derivanti dalle procedure di integrazione dei quadri tariffari a cui si doveva ricorrere in passato in ogni circostanza in cui un Comune vedeva modificate le proprie condizioni sociali ed economiche, che diventavano troppo diverse rispetto a quelle del resto della zona censuaria. Viceversa, la struttura attuale permette di sfruttare tutta la scala tariffaria che riguarda i diversi Comuni. 
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

Fabbricati non dichiarati

di del 11/11/2016

Chi amplia un immobile urbano già esistente o realizza un fabbricato nuovo è tenuto a presentare, en..

Vano catastale

di del 05/08/2016

Il vano catastale non è altro che l'unità di misura relativa alla consistenza di un immobile: rappre..

Subalterno catastale

di del 18/10/2016

Il subalterno catastale è un dato che è strettamente connesso con la particella: in pratica, con un ..

Rendita catastale

di del 12/07/2016

La rendita catastale è il valore attribuito ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari capaci di p..

Frazionamenti catastali

di Geom. Matteo Varzi del 10/07/2012

Frazionamento Catastale si divide in:- Frazionamento di unità urbane (appartamenti, negozi, magazzin..