Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Nota di trascrizione catastale

del 06/04/2016
CHE COS'È?

Nota di trascrizione catastale: definizione

La nota di trascrizione catastale è il documento che, nel corso di una compravendita, testimonia che l’atto di compravendita è stato registrato presso i registri immobiliari. In assenza della nota, non si può essere certi che il passaggio di proprietà del bene immobile sia effettivamente avvenuto. Questo atto formale, in sostanza, dà pubblicità all’atto che costituisce o trasferisce i diritti reali di godimento per un immobile. L’importanza della nota di trascrizione catastale è evidente, perché il passaggio di proprietà in una compravendita è efficace unicamente per la sua sottoscrizione. La nota di trascrizione include gli estremi fondamentali dell’atto immobiliare, specificando che avviene a favore del soggetto che acquista il diritto e contro il soggetto che lo aliena.


COME SI FA

Come si esegue la nota di trascrizione catastale?

La nota di trascrizione si esegue depositando l’atto presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari competente a seconda della zona, così che soggetti terzi abbiano la possibilità di rendere opponibile la nota stessa se lo ritengono necessario. La nota va presentata entro trenta giorni dalla data della sentenza, del provvedimento o dell’atto. In seguito viene assegnato un numero, che deriva dall’ordine nel quale sono stati presentati gli atti nell’ufficio di riferimento.


CHI

Un geometra, un legale o un notaio.


FAQ

1. Quali sono gli atti che devono essere resi pubblici con una nota di trascrizione?

Secondo quanto previsto dall’articolo 2643 del Codice Civile, oltre ai contratti che trasferiscono la proprietà di un bene immobile, devono essere resi pubblici i contratti di società tramite cui viene conferito il godimento di diritti reali immobiliari o di beni immobili, i contratti che modificano, trasferiscono o costituiscono diritti reali di godimento su beni immobili (uso, servitù, abitazione, concedente, enfiteusi, superficie, usufrutto), i provvedimenti di esecuzione forzata, gli atti di rinuncia ai diritti reali di godimento su beni immobili e le sentenze che fanno riferimento a diritti reali immobiliari o beni immobili.

2. A cosa serve la nota di trascrizione catastale?

La nota di trascrizione rappresenta a tutti gli effetti un sistema di pubblicità immobiliare che si basa sulla continuità delle trascrizioni: questo vuol dire che una trascrizione contro un soggetto che riguarda la proprietà di un immobile deve seguire una trascrizione a favore di quel soggetto. In questo modo si ha la possibilità di ricostruire la storia dei vari passaggi di proprietà che hanno coinvolto l’immobile, attraverso una indagine nominativa che, a cominciare dal proprietario attuale, va indietro nel tempo.

3. Cosa succede se il titolare di un diritto agisce scorrettamente?

Nel caso in cui un soggetto dopo avere trasferito un diritto a un altro soggetto si comporti in modo scorretto e trasferisca lo stesso diritto a un altro soggetto differente, a prevalere tra i due acquirenti non è quello che ha stipulato per primo il contratto, ma quello il cui acquisto viene trascritto prima. Lo scopo di questa regola è quello di seguire la logica della tutela dell’affidamento dei terzi: i terzi non hanno la possibilità di conoscere la stipulazione di una compravendita fino al momento in cui questa non viene trascritta nei registri immobiliari. Solo la trascrizione permette di imporre a terzi l’onere di informarsi. Risulta evidente l’importanza del ruolo del notaio, il quale è tenuto a procedere nel minor tempo possibile alla trascrizione proprio per la regola secondo cui conta chi trascrive per primo e non chi acquista per primo.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

Accatastamento fabbricati

di Arch. Marco Cavallé del 24/02/2012

I proprietari hanno l'obbligo di denunciare al Catasto le nuove costruzioni entro il 31 gennaio dell..

Categoria catastale

di Arch. Marco Cavallé del 08/09/2011

Le categorie catastali, nate a seguito della creazione del Nuovo Catasto Edilizio Urbano nel 1939, c..

Scheda catastale

di Arch. Silvia Volpe del 18/12/2014

La scheda o planimetria catastale è un documento che riporta il disegno tecnico (di regola in scala ..

Rilievo catastale

di del 08/02/2017

Il rilievo catastale è un'attività che ha l'obiettivo di individuare delle misure di un oggetto in m..

Reddito dominicale

di del 17/01/2017

Il reddito dominicale, detto anche reddito domenicale, è la parte di reddito che riguarda la proprie..