Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Rilievo catastale

del 08/02/2017
CHE COS'È?

Rilievo catastale: definizione

Il rilievo catastale è un'attività che ha l'obiettivo di individuare delle misure di un oggetto in modo tale da inquadrarlo all'interno della rete dei punti fiduciali. Il professionista che si occupa di eseguire il rilievo catastale ha il compito di individuare i punti fiduciali in base all'estensione e alla collocazione di ciò per cui si sta effettuando il rilievo stesso: ai punti fiduciali di primo perimetro saranno, poi, collegate le misure. Nel caso in cui la zona di intervento si estenda in modo che alcuni punti fiduciali ricadano al suo interno, anche a questi ultimi deve essere esteso il rilievo.


COME SI FA

Perché in un rilievo catastale c'è bisogno di definire la rete dei punti fiduciali?

Lo scopo è quello di fare in modo che il rilievo sia vincolato a una serie di punti definiti in maniera univoca e materializzati; al tempo stesso, in questa maniera si ha la possibilità di limitare il rilievo a parti di territorio che permettano di contenere l'oggetto di aggiornamento, così che i vertici rilevati possano essere ripristinati. Si parla di punti fiduciali di primo perimetro per indicare i punti più vicini tra quelli da cui l'oggetto del rilievo è racchiuso. 


CHI

Un tecnico catastale.


FAQ

1. Quali sono le caratteristiche di un punto fiduciale?

L'unicità del particolare fisico che lo identifica, la stabilità nel tempo e l'accessibilità sono le caratteristiche di un punto fiduciale, il quale viene istituito nel momento in cui la maglia dei punti fiduciali esistenti sul terreno non dà la possibilità di avere triangoli con lati di 300 ml. Non è detto che sul terreno si riesca sempre a trovare un punto fiduciale con le caratteristiche menzionate a una distanza dagli altri di 300 ml: in un caso del genere c'è bisogno di una soluzione di compromesso, che può consistere - per esempio - nella scelta di particolari stabili e ben visibili, a patto che siano accessibili, pur collocati a distanze più elevate. Ne consegue che l'indicazione della distanza di 300 ml deve essere ritenuta come un limite minimo, ma si può andare anche oltre. Il particolare può già essere rappresentato o meno sul terreno: si può trattare, per esempio, di un manufatto vicino a un corso d'acqua, di un traliccio, di un palo, di un fabbricato non denunciato e così via.

2. Quando, in un rilievo catastale si sostituisce un punto fiduciale?

Questa operazione deve essere effettuata nel momento in cui il punto fiduciale non è più presente sul posto, magari perché è stato distrutto o comunque perché è stato modificato in maniera tale da non poter essere più determinato in maniera sicura: basti pensare al caso dello spigolo di un edificio che viene ampliato. In tale circostanza, il punto fiduciale viene sostituito, e se ne istituisce un altro a cui viene attribuito un numero nuovo. Come si può ben immaginare, è preferibile istituire il nuovo punto fiduciale alla minor distanza possibile rispetto a quello che è stato rimpiazzato, così che possano essere mantenute le stesse distanze rispetto agli altri punti fiduciali e che la rete esistente non debba subire delle modifiche troppo significative. 

3. Che cos'è un punto ausiliario?

Un punto ausiliario è un punto che ha caratteristiche simili a quelle di un punto fiduciale: vi si ricorre nel momento in cui l'istituzione del collegamento di un punto fiduciale si rivela troppo complicato fino a rischiare di essere non affidabile. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

Reddito dominicale

di del 17/01/2017

Il reddito dominicale, detto anche reddito domenicale, è la parte di reddito che riguarda la proprie..

Rendita catastale presunta

di del 05/09/2011

La rendita catastale presunta è il valore attribuito ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari ca..

Accatastamento fabbricati

di Arch. Marco Cavallé del 24/02/2012

I proprietari hanno l'obbligo di denunciare al Catasto le nuove costruzioni entro il 31 gennaio dell..

Scheda catastale

di Arch. Silvia Volpe del 18/12/2014

La scheda o planimetria catastale è un documento che riporta il disegno tecnico (di regola in scala ..

Categoria catastale

di Arch. Marco Cavallé del 08/09/2011

Le categorie catastali, nate a seguito della creazione del Nuovo Catasto Edilizio Urbano nel 1939, c..