Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Inserimento in mappa catastale

del 25/04/2016
CHE COS'È?

Inserimento in mappa catastale: definizione

L'inserimento in mappa catastale, noto con il nome di tipo mappale, è un atto di natura puramente tecnica che prevede un aggiornamento del Catasto terreni o fabbricati. Si tratta, in pratica, di inserire i nuovi fabbricati che sono stati costruiti sul territorio sulla cartografia catastale. Il medesimo atto è necessario anche per l'ampliamento degli edifici già presenti sulla cartografia che, in conseguenza dell'ampliamento stesso, siano stati sottoposti a modifiche di sagoma. 

Qual è il riferimento normativo in materia?

L'obbligo di produrre una denuncia di cambiamento nello stato dei terreni in relazione alle costruzioni di fabbricati urbani per chi possiede particelle censite nel Catasto terreni o fabbricati su cui siano stati realizzati nuovi edifici risale alla legge numero 679 del 1° ottobre del 1969.


COME SI FA

Come avviene l'inserimento in mappa catastale?

L'inserimento in mappa catastale avviene tramite la compilazione di un documento su cui sono riportati gli elementi cartografici necessari per l'aggiornamento. In parole semplici, nel momento in cui sul territorio viene costruito un nuovo fabbricato, è necessario che la sua sagoma venga disegnata sulla mappa catastale: il tipo mappale è, appunto, l'operazione con la quale il fabbricato viene inserito sulla mappa catastale. Il fabbricato rimane al Catasto terreni nel caso in cui la nuova edificazione sia di tipo rurale: in questa circostanza l'edificio è rappresentato, dal punto di vista grafico, unicamente dalla sagoma sulla mappa. Il fabbricato, invece, viene riportato al Catasto fabbricati nel caso in cui la nuova edificazione sia di tipo urbano: in questa circostanza le singole unità immobiliari sono rappresentate dalle planimetrie catastali corrispondenti. Nel Catasto fabbricati a ciascuna unità immobiliare è associato un subalterno, e da una particella singola del Catasto terreni possono derivare più unità immobiliari nel Catasto fabbricati. In sintesi, ciascuna unità immobiliare viene identificata con una planimetria catastale come rappresentazione grafica e con foglio, particella e subalterno, rendita catastale, categoria e classe catastale in una visura catastale, fermo restando che il subalterno, in alcuni casi specifici, può non essere presente.


FAQ

1. A cosa serve l'accatastamento?

Sono due gli scopi dell'accatastamento: da un lato esso serve a ottenere il classamento e il censimento degli edifici nuovi, in modo che possano essere attribuite le rendite catastali e possano essere stabiliti gli importi per il pagamento dell'Irpef e dell'Imu; dall'altro lato, esso permette di dare a ciascuna porzione di edificio in grado di garantire un reddito un valore fiscale. 

2. Che cos'è il frazionamento?

Il frazionamento catastale è una pratica a cui si ricorre nel momento in cui si ha la necessità di suddividere un fabbricato o un terreno. 

3. Che cos'è la voltura catastale?

La voltura catastale permette di correggere gli errori eventualmente commessi nell'intestazione degli immobili, ma soprattutto serve a registrare l'avvenuto trasferimento di proprietà di un fabbricato o di un terreno presso l'Ufficio Tecnico Catastale in caso di successione legittima o testamentaria o a seguito di un atto (un decreto di trasferimento, una donazione, una compravendita, e così via).

4. Che cos'è la visura catastale?

La visura catastale è un documento che consente di accertare il reddito imponibile su cui saranno calcolate le imposte e le tasse sugli immobili. Con la visura si possono ottenere i dati reddituali e quelli identificativi dei vari beni immobili. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

Consistenza catastale

di Geom. Matteo Varzi del 11/06/2012

La consistenza catastale di una unità immobiliare, è la grandezza catastale della stessa espressa in..

Fabbricati non dichiarati

di del 11/11/2016

Chi amplia un immobile urbano già esistente o realizza un fabbricato nuovo è tenuto a presentare, en..

Rendita catastale presunta

di del 05/09/2011

La rendita catastale presunta è il valore attribuito ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari ca..

Nota di trascrizione catastale

di del 06/04/2016

La nota di trascrizione catastale è il documento che, nel corso di una compravendita, testimonia che..

Unità immobiliari censite

di del 09/06/2017

Le unità immobiliari censite sono fabbricati o porzioni di fabbricati che sono contraddistinti da ca..