Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Frazionamenti catastali

del 10/07/2012
CHE COS'È?

Frazionamenti catastali: definizione

Frazionamento Catastale si divide in:
- Frazionamento di unità urbane (appartamenti, negozi, magazzini ecc....);
- Frazionamento di terreni.

Per frazionamento di un’unità immobiliare si intende la sua suddivisione in due o più unità.
Esso è equiparato ad una ristrutturazione, tuttavia a livello comunale si considera un aumento del carico urbanistico, in quanto si presume che là dove abita una famiglia ne abiteranno due.
Il frazionamento di un’unità preesistente in due o più nuove unità abitative necessita comunque e sempre della concessione edilizia da parte del Comune interessato.

Per frazionamento di terreni, si intende la suddivisione in due o più porzioni di lotto.

Ebbene sottolineare che anche il frazionamento dei terreni deve essere approvato dall' ufficio tecnico comunale, che rilascerà una copia del tipo di frazionamento timbrata qualora venga approvata la richiesta.

COME SI FA

Per il frazionamento immobiliare le operazioni da effettuare sono:

ll tecnico dovrà dapprima eseguire il frazionamento dell'unità immobiliare, richiedendo all’Ufficio del territorio della provincia una planimetria aggiornata, con allegata i dati catastali del fabbricato.

Oltre al rilievo interno del fabbricato in oggetto suddiviso, il tecnico dovrà elaborare la nuova unità immobiliare da consegnare all'ufficio con l'ausilio del programma DOCFA.


Per il frazionamento dei terreni le operazioni da effettuare sono:

    Il tecnico dovrà eseguire il frazionamento dell’area, richiedendo all’ufficio del territorio della provincia un estratto di mappa, contenente la particella da frazionare, che l’ufficio rilascerà su apposito supporto informatico.

l tecnico dovrà compilare i seguenti elaborati tecnici che si trovano all’interno del programma PREGEO:

-         MOD. 51 F TP contenente la dimostrazione numerica del frazionamento, del frazionamento da cui dovrà risultare che la somma delle superfici delle particelle derivate dal frazionamento corrisponde alla superficie della particella originaria.

-         SCHEMA DEL RILIEVO rappresenta la dimostrazione grafica di come è avvenuto il frazionamento. Deve evidenziare i PF utilizzati, l’indicazione dei punti generatori delle osservazioni, l’oggetto del rilievo con la numerazione dei punti di dettaglio ed eventuali misure integrative.

-         LIBRETTO DELLE MISURE nel quale sono indicate tutte le rilevazioni eseguite direttamente sul terreno e quelle calcolate per mezzo di artifici consentiti.

-         RELAZIONE TECNICA dove sono raccolte le osservazioni del tecnico ed in particolare vengono motivate le eventuali difficoltà che hanno determinato l’impossibilità di soddisfare completamente le disposizioni impartite dall’ufficio.


CHI
Il frazionamento catastale può essere presentato all' ufficio da un tecnico abilitato (geometra, architetto, ingegnere ecc...) previo incarico della proprietà.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e la Privacy
Voglio ricevere le newsletter di Professionisti.it
Voglio ricevere informazioni dai partner di Professionisti.it

CATASTO E CONSERVATORIA: VOCI CORRELATE

DOCFA - Documenti Catasto Fabbricati

di Geom. Matteo Varzi del 18/04/2011

Il DOCFA è un programma informatico dell'Agenzia del Territorio che consente l'iscrizione e l'aggior..

Rendita catastale presunta

di del 05/09/2011

La rendita catastale presunta è il valore attribuito ai fini fiscali a tutte le unità immobiliari ca..

Nota di trascrizione catastale

di del 06/04/2016

La nota di trascrizione catastale è il documento che, nel corso di una compravendita, testimonia che..

Zona censuaria

di del 04/12/2015

La zona censuaria costituisce una porzione uniforme di territorio provinciale: può essere rappresent..

Ispezioni e visure ipotecarie

di Dott. Marco Corvino del 10/01/2012

L'ispezione e la visura ipotecaria consentono di conoscere informazioni sulle proprietà immobiliari ..