Consulenza o Preventivo Gratuito

I diritti garantiti ai titolari di azioni ordinarie

del 12/11/2012

I diritti garantiti ai titolari di azioni ordinarie
Ciascun titolare di “azioni ordinarie” ha un insieme di diritti espressamente garantiti dal Codice Civile.

Essi possono spettare in misura proporzionale alla partecipazione (ad esempio il diritto di voto in assemblea, agli utili o dividendi, di opzione in caso di aumento di capitale a pagamento oppure all’assegnazione gratuita di nuove azioni in ipotesi di aumento gratuito, e così via), ovvero essere attribuiti ad uno o più azionisti, a condizione che si raggiunga una determinata percentuale del capitale sociale, detto quorum (tra i tanti, il diritto di chiedere la convocazione dell’assemblea od rinvio della stessa, oppure ancora di impugnarne la deliberazione, così come di  ottenere la revoca degli amministratori).

Esiste, infine, un gruppo di diritti cd. “non misurabili”, in quanto attribuiti a prescindere dal numero di azioni ordinarie possedute. Si tratta dei “diritti amministrativi” che attengono alla dimensione organizzativa della società, al suo funzionamento ed all’attività di gestione (si pensi al diritto di richiedere la convocazione dell’assemblea, di intervento nella stessa, di voto, di rinvio e di impugnativa, nonché il diritto di denunciare fatti censurabili al Collegio sindacale oppure al Tribunale ovvero di esperire l’azione sociale di responsabilità).

Strettamente funzionali all’esercizio dei diritti appena citati sono i “diritti di informazione”, in ottemperanza dei quali i soci  possono: a) esaminare il libro soci ed il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee, ottenendone estratti a proprie spese (art. 2422 co. 1 c.c.), con riferimento a qualsivoglia documento e/o comunicazioni trascrivibili in detti libri, od anche richiamati nei verbali, laddove i documenti siano da intendersi acquisiti dalla società ed abbiano formato esame da parte dell’assemblea (caso tipico il bilancio di esercizio); inoltre, secondo autorevole dottrina, la possibilità concessa al socio di impugnare le delibere dell’organo amministrativo (ex art. 2388.1 c.c.) renderebbe implicitamente estendibile ai soci il diritto di ispezionare, se necessario, anche il libro delle adunanze e delle deliberazioni dell’organo gestorio (più correttamente, ottenerne copie); b) prendere visione del progetto di bilancio nei quindici giorni che precedono l’assemblea convocata per la relativa approvazione (art. 2429 co. 3 c.c.); il mancato deposito del bilancio (o delle relazioni) presso la sede prima dell’assemblea rappresenta una situazione di annullabilità (ma non di nullità) della delibera di approvazione del bilancio, eccepibile dal socio (oltre, naturalmente, che da amministratori e sindaci).

Ancora, sempre in merito all’informativa di bilancio, preme ricordare che tutti i bilanci delle società di capitali sono soggetti ad un obbligo di pubblicità che viene assolto tramite il deposito degli stessi presso le CCIAA competenti (art. 2435 c.c.), a cui è fatto obbligo di rilasciarne copia a chiunque ne faccia richiesta: il diritto di ispezione, ex art. 2422.1, è infatti sempre precluso ai terzi estranei alla compagine sociale, i quali possono attingere le notizie relative alla società esclusivamente dai documenti che devono essere per legge depositati presso l’Ufficio del Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio.

Da ultimo evidenziamo che, in base al dettato dell’art. 832 c.c., i soci detengono non soltanto diritti strettamente legati al “godimento” dell’azione (sono quelli esaminati finora), ma anche quelli relativi alla facoltà di “disporre” dell’azione stessa: tipicamente si tratta del diritto di alienazione ovvero di dare la stessa in pegno od usufrutto.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Diritti degli azionisti: novità europee

del 19/07/2010

Nel Supplemento Ordinario n. 43 alla Gazzetta Ufficiale del 5.03.2010, n. 53 è stato pubblicato...

Ricapitalizzazione: +3% sull'imposta

del 14/09/2010

Per citare un adagio: fatta la legge, trovato l’inganno. Se fino ad oggi le operazioni di aumento di...

Patti parasociali

del 20/09/2010

Parte prima Introduzione e definizione I patti parasociali hanno interessato (ed impegnato) da parec...