Consulenza o Preventivo Gratuito

Diritti degli azionisti: novità europee

del 19/07/2010

Diritti degli azionisti: novità europee





Nel Supplemento Ordinario n. 43 alla Gazzetta Ufficiale del 5.03.2010, n. 53
è stato pubblicato il D.Lgs. 27.01.2010, n. 27 recante “Attuazione della direttiva 2007/36/CE, relativa all'esercizio di alcuni diritti degli azionisti di società quotate” (“Decreto”), che introduce importanti novità in tema funzionamento dell’avviso di convocazione delle assemblee.





Tra queste, si segnala che il Decreto stabilisce che l’assemblea venga convocata mediante avviso pubblicato sul sito internet della società:

  • entro 30 giorni precedenti la data dell'assemblea e con le modalità che la Consob stabilirà con regolamento;
  • entro 40 giorni precedenti la data dell'assemblea convocata per l'elezione dei componenti degli organi di amministrazione e controllo;
  • entro 21 giorni precedenti la data dell'assemblea, per ragioni di urgenza, se si tratta di deliberare in ordine alla riduzione del capitale per perdite o alla nomina e alla revoca dei liquidatori;
  • entro 15 giorni la data dell'assemblea in caso di opa.

Relativamente ai documenti per l'assemblea, l'organo di amministrazione deve mettere a disposizione del pubblico, con le modalità previste da Consob con regolamento, una relazione sulle materie all'ordine del giorno.

Per quanto concerne la tutela delle minoranze, il Decreto dispone che:

  • gli amministratori devono convocare senza ritardo l'assemblea quando ne sia fatta domanda da tanti soci che, nelle società quotate, rappresentino almeno il ventesimo del capitale sociale o la minore percentuale prevista nello statuto;
  • i soci i quali, anche congiuntamente, rappresentino almeno un quarantesimo del capitale sociale possono chiedere per iscritto, entro 10 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di convocazione dell'assemblea o entro 5 giorni se si tratta di assemblea convocata per ripianare perdite o nominare/revocare liquidatori o in caso di opa, l'integrazione dell'elenco delle materie da trattare;
  • predisponendo una relazione sulle materie di cui essi propongono la trattazione, che è consegnata all'organo di amministrazione entro il termine ultimo per la presentazione della richiesta di integrazione.

Sabrina Galmarini, avvocato in Milano

Partner La Scala - Studio Legale & Tributario

19/07/2010

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Ricapitalizzazione: +3% sull'imposta

del 14/09/2010

Per citare un adagio: fatta la legge, trovato l’inganno. Se fino ad oggi le operazioni di aumento di...

Patti parasociali

del 20/09/2010

Parte prima Introduzione e definizione I patti parasociali hanno interessato (ed impegnato) da parec...

I nuovi conferimenti in natura nella società per azioni

Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 16/11/2011

Con la Direttiva 2006/68/CE , il legislatore comunitario è intervenuto semplificando le norme che di...