Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Piano urbano del traffico

del 03/01/2018
CHE COS'È?

Piano urbano del traffico: definizione

Il piano urbano del traffico, a cui in genere ci si riferisce con l'abbreviazione PUT, è un documento obbligatorio per i Comuni che hanno più di 30mila abitanti ed è previsto dall'articolo 36 del Codice della Strada. Esso implica un insieme di interventi coordinato ai fini del miglioramento della circolazione stradale e delle condizioni dei veicoli privati, dei mezzi pubblici e dei pedoni. 


COME SI FA

Come si esegue il piano urbano del traffico?

Il piano urbano del traffico si sviluppa secondo tre differenti livelli di progettazione: il PGTU riguarda la viabilità principale e locale, ed è il piano generale; il PPTU riguarda gli ambiti più complessi, ed è il piano particolareggiato; il PETU riguarda i progetti esecutivi, ed è - appunto - il piano esecutivo.


CHI

Le amministrazioni comunali con popolazione residente di più di 30mila abitanti.


FAQ

1. Quali sono gli scopi del piano urbano del traffico?

L'obiettivo principale del piano urbano del traffico è quello di conseguire un miglioramento della sicurezza stradale e delle condizioni di circolazione. Attraverso l'adozione e l'applicazione di questo strumento, inoltre, ci si propone di favorire il risparmio energetico e di diminuire sia l'inquinamento atmosferico che l'inquinamento acustico, tenendo conto degli strumenti urbanistici in vigore e rispettando i valori ambientali. In accordo con i piani di trasporto, il piano urbano del traffico deve includere anche le priorità degli interventi e i loro tempi di attuazione; in più comporta l'adozione di sistemi tecnologici adeguati per la regolamentazione del traffico, di strumenti per il rallentamento della velocità e di tecniche di dissuasione della sosta. Secondo il Decreto Legislativo n. 285 del 30 aprile del 1992, il piano urbano del traffico deve essere aggiornato una volta ogni due anni.

2. Quali sono le direttive da rispettare per la redazione del piano urbano del traffico?

Le direttive in questione sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale il 24 giugno del 1995, emanate dal Ministero dei Lavori Pubblici: il piano urbano del traffico, in sostanza, deve essere considerato come un piano di realizzabilità immediata, al fine di limitare le criticità della circolazione. Affinché la circolazione stradale possa essere progettata e organizzata in maniera corretta, devono essere studiati interventi relativi a tutti i settori della stessa, come per esempio una gestione ottimale degli spazi stradali. A tal fine vanno individuati gli interventi di organizzazione delle sedi viaria.

3. Perché il piano urbano del traffico è importante?

Il piano urbano del traffico, nel processo di pianificazione su scala urbana del sistema dei trasporti, è importante perché rappresenta uno strumento amministrativo e tecnico di breve periodo per l'attuazione di un disegno strategico di lungo periodo. Prima di essere adottato, il piano deve essere sottoposto alla VAS, la valutazione ambientale strategica, in base a quanto previsto dalla Direttiva 42 del 2001 della Ce che in Italia è stata recepita con il Decreto Legislativo n. 152 del 2006. La VAS consiste in un processo sistematico che ha lo scopo di valutare e di verificare le conseguenze delle politiche, delle iniziative e dei piani che vengono proposti dal punto di vista ambientale. Lo scopo è quello di fare in modo che le conseguenze siano affrontate in maniera idonea sin dal principio di ogni processo decisionale a partire dalle considerazioni sociali ed economiche che le producono. L'obiettivo è quello di migliorare, di tutelare e di salvaguardare la qualità dell'ambiente, tramite un impiego delle varie risorse naturali razionale e moderato. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

URBANISTICA: VOCI CORRELATE

Piano territoriale coordinamento provinciale

di del 21/07/2017

Il piano territoriale di coordinamento provinciale è uno strumento che ha lo scopo di definire gli o..

Piano di lottizzazione privata

di del 02/03/2016

Un piano di lottizzazione privata è uno strumento urbanistico che ha per ambito una porzione di terr..

Piano dei servizi

di del 24/10/2016

Il piano dei servizi è uno dei tre atti che costituiscono il PGT, cioè il piano di governo del terri..

Piano del colore degli edifici

di del 24/08/2016

Il piano del colore degli edifici è uno strumento urbanistico che può venire adottato da un'amminist..

Piano delle regole

di Arch. Simona Ferradini del 09/03/2011

Il Piano delle Regole è un atto del Piano del Governo del Territorio (P.G.T.) che disciplina l'inter..