Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Piano territoriale paesaggistico

del 23/08/2017
CHE COS'È?

Piano territoriale paesaggistico: definizione

Il piano territoriale paesaggistico è uno strumento urbanistico che concentra l'attenzione sui valori ambientali e paesaggistici; esso è costituito da un corpo normativo e da una cartografia con la quale vengono identificate le aree alle quali vengono applicate le disposizioni del piano.


COME SI FA

Come si redige il piano territoriale paesaggistico?

Nella redazione del piano territoriale paesaggistico si deve tenere conto dei sistemi tematici (quello insediativo, quello delle acque, quello boschivo e quello agricolo), delle suddivisioni di carattere fisiografico (le coste, le pianure, le colline e le montagne), delle componenti geomorfologiche, delle componenti biologiche e delle componenti insediative che sono diventate, a causa della loro inerzia al cambiamento, degli elementi ordinatori rispetto alla trasformazione e alla crescita della struttura territoriale


CHI

Le Regioni, con la collaborazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


FAQ

1. Qual è lo scopo del piano territoriale paesaggistico?

Lo scopo più rilevante è quello di tutelare delle categorie di beni territoriali ben specifiche, vale a dire i boschi, le riserve, i parchi, i territori costieri, i fiumi, i vulcani, i laghi e le montagne, per preservare e per conservare il loro uso e la loro valorizzazione. Il piano è uno strumento di controllo propositivo, prescrittivo e descrittivo per ciò che concerne la tutela del paesaggio: ne riconosce i tratti peculiari e gli aspetti caratteristici, fornendo delle previsioni e delle prescrizioni che sono mirate al ripristino e alla conservazione dei valori paesaggistici. Non solo: tra gli altri scopi vi sono anche la riqualificazione delle aree degradate o compromesse, la definizione delle linee di sviluppo edilizio e urbanistico e la salvaguardia delle caratteristiche del paesaggio. Per ciò che concerne la gerarchia degli strumenti urbanistici, il piano territoriale paesaggistico viene prima degli atti di pianificazione a incidenza territoriale e degli altri programmi regionali e nazionali.

2. Quali sono gli strumenti di attuazione del piano territoriale paesaggistico?

Il piano territoriale paesaggistico deve essere ricondotto nel novero dei piani urbanistici territoriali che sono normati dalla legge 431 del 1985, con riferimento in particolare all'articolo 1 bis per quel che riguarda la tutela dei valori ambientali e paesaggistici. Per questo motivo, tale piano può imporre prescrizioni e vincoli efficaci non solo ai privati, ma anche alle amministrazioni comunali, dal momento che - come si è già detto - tali prescrizioni sono prevalenti rispetto alle destinazioni d'uso indicate negli altri strumenti urbanistici che sono stati adottati o che sono in vigore. 

3. Perché è importante il decreto legislativo 63 del 2008?

Questo decreto legislativo ha disposto che l'elaborazione del piano territoriale paesaggistico, in relazione alle parti che coinvolgono i beni paesaggistici, debba avvenire con la collaborazione tra le Regioni e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, mentre per la redazione di quel che riguarda il resto del paesaggio identitario è prevista la possibilità di stipulare delle intese ad hoc. Lo stesso decreto ha confermato la possibile degradazione, per quanto attiene al rilascio delle autorizzazioni, da vincolante a obbligatorio del parere del soprintendente. In più, il decreto in questione ha indicato la necessità che il piano stabilisca delle linee guida principali per la gestione, la valorizzazione, la riqualificazione, il recupero e la conservazione dei beni. Dal momento in cui il piano viene adottato, infine, devono scattare le misure di salvaguardia, per le quali non possono essere autorizzati interventi che siano in contrasto con le sue prescrizioni.
vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

URBANISTICA: VOCI CORRELATE

Piano del colore degli edifici

di del 24/08/2016

Il piano del colore degli edifici è uno strumento urbanistico che può venire adottato da un'amminist..

Piano di governo del territorio - PGT

di Arch. Simona Ferradini del 31/03/2011

Il Piano di Governo del Territorio è il nuovo strumento urbanistico che si consulta tutte le volte c..

Rapporti aeroilluminanti

di del 31/03/2011

I rapporti aeroilluminanti esprimono il rapporto tra la superficie illuminante (vetrata) e/o la supe..

Piano urbano del traffico

di del 03/01/2018

Il piano urbano del traffico, a cui in genere ci si riferisce con l'abbreviazione PUT, è un document..

Recupero architettonico

di Arch. Walter Caglio del 11/04/2011

Il Recupero Architettonico è un intervento finalizzato a recuperare il patrimonio edilizio esistente..